Apri il menu principale

Quartiere Stadera

quartiere di edilizia popolare di Milano
Quartiere Stadera
StatoItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
ProvinciaMilano Milano
CittàCoA Città di Milano.svg Milano
CircoscrizioneMunicipio 5
Altri quartieriPorta Vigentina · Porta Lodovica · San Gottardo · Morivione · Vigentino · Vaiano Valle · Chiaravalle · Macconago · Stadera · Chiesa Rossa · Quartiere Le Terrazze · Case Nuove · Quartiere Missaglia · Gratosoglio · Selvanesco · Quintosole · Ronchetto delle Rane · Quartiere Torretta · Conca Fallata · Quartiere Basmetto · Cantalupa
Mappa di localizzazione: Milano
Quartiere Stadera
Quartiere Stadera
Quartiere Stadera (Milano)

Coordinate: 45°26′04.83″N 9°10′33.09″E / 45.434674°N 9.175858°E45.434674; 9.175858

Il quartiere Stadera è un quartiere di Milano, appartenente al Municipio 5.

Si trova nella zona sud della città, nella zona delimitata dal Naviglio Pavese a ovest, dal viale Giovanni da Cermenate a nord e dal quartiere Chiesa Rossa a sud e a est.

StoriaModifica

Il quartiere Stadera nacque intorno ai caseggiati costruiti a partire dal 1926 dal Fascismo.

In un'area un tempo di aperta campagna,[Errore, era in corso di urbanizzazione secondo il piano regolatore Pavia-Masera del 1912] lo IACP (Istituto Autonomo Case Popolari) costruì 1886 alloggi per le famiglie povere e gli sfrattati che abitavano nelle baracche del comune in zona Ticinese.

Il regime chiamò inizialmente il quartiere "28 ottobre" in ricordo della Marcia su Roma ma gli abitanti, che erano quasi tutti operai, rifiutarono il nome e lo ribattezzarono Baia del Re ispirandosi al comandante Umberto Nobile che alla guida del dirigibile Italia raggiunse il Polo Nord con una sfortunata spedizione nel 1928 partendo proprio da questa zona di Milano. La "Baia del Re" (Kingsbay) fu l'ultimo avamposto scandinavo da cui partì la spedizione.

Il nome "Stadera" in realtà risale, come molti quartieri di Milano dal toponimo di antiche cascine, come è il caso di Cascina Barona, Cascina Torretta o appunto Cascina Stadera che fino ai primi anni 20 era situata nel riquadro delle attuali vie De Sanctis, via Palmieri, tra via Montegani e il Naviglio Pavese. Le tre cascine citate sono chiaramente visibili già nelle mappe di Milano del Claricio del 1600.