Apri il menu principale

Quentin Massys

pittore fiammingo
(Reindirizzamento da Quentin Matsys)
Johannes Wierix: Ritratto di Quentin Massys

Quentin Massys, attestato anche come Quinten o Kwinten e con cognome Matsys o Metsys o Matsijs, (Lovanio, 1466Anversa, 1530), è stato un pittore fiammingo, fondatore della Scuola di Anversa. Famosissimo artista nella sua epoca e sperimentatore di nuovi tipi di tecniche artistiche, tra le sue opere più celebri si ricordano La Duchessa brutta, Gli esattori e Il banchiere e sua moglie.

La Duchessa brutta (1525-30),
Olio su legno, 64 x 45,5 cm, National Gallery, Londra

BiografiaModifica

Quentin nacque a Lovanio da Joost Massys (o Matsys), che svolgeva il lavoro di fabbro, e da Catherine van Kinckenumile. Venne avviato in giovane età al mestiere del padre[1]. Si tramanda, senza prove documentali, che avesse iniziato a studiare pittura dopo essersi innamorato della figlia di un pittore. Dedicatosi all'arte, riuscì a padroneggiare benissimo il pennello e in breve acquisì una certa fama. Nel 1491 è attestata la sua presenza ad Anversa, dove fu ammesso, all'età di 25 anni, nella locale gilda[2].

Nel 1492 sposò Aleytvan Tuyl, che gli dette tre figli. Nel 1508, rimasto vedovo, sposò Catharina Heyns, con la quale ebbe altri dieci figli, tra cui Jan (1509-1575) e Cornelis (1513-1579) che divennero entrambi pittori, ma senza mai superare in bravura il padre.

Al 1507 risale la prima commissione importante, da parte della Confraternita di Sant'Anna di Lovanio, per la locale Collegiata di San Pietro: la pala d'altare detta Trittico di Sant'Anna, ora al Musées Royaux des Beaux-Arts di Bruxelles.

Nel 1521, raggiunta l'agiatezza economica, si trasferì con la famiglia in una grande casa nella Schuttershofstraat di Anversa, i cui interni furono decorati dallo stesso Massys alla maniera italiana, con grottesche (capricciosi intrecci di festoni di foglie, fiori e frutta).

Nel 1530, ammalatosi dell'epidemica febbre inglese, morì nel convento dei certosini di Anversa, dove venne anche sepolto. Le sue spoglie furono traslate, cento anni dopo, nel 1630, nella Cattedrale di Anversa, su richiesta del grande collezionista d'arte Cornelis van der Geest[3].

Il Primato di QuentinModifica

Alcuni studiosi d'arte parlano di Primato di Quentin per indicare il grado di perfezione, ineguagliabile e inarrivabile, raggiunto da Massys. Considerato da molti critici d'arte come padre della pittura fiamminga e iniziatore della pittura di genere, la sua opera risultò fondamentale per la prima generazione manieristica fiamminga, soprattutto nell'ambito del ritratto, e le sue pale d'altare influenzarono nettamente la pittura spagnola e quella portoghese[4] Nelle sue opere, Massys presenta riferimenti alla filosofia aristotelica ed epicurea: ad esempio, nel quadro Gli esattori l'artista raffigura le forbici che pendono sopra il capo dei due banchieri (chiamati da molti critici Il bello e Il brutto) per indicare la precarietà della vita; la porta aperta, invece, a detta degli esperti dell'Accademia artistica di Fontanelle-Ginevra, raffigura la possibilità di salvezza.

OmaggiModifica

OpereModifica

Img Titolo Data Tecnica h[5] l[5] Collocazione Note
01   Madonna col Bambino 1495 ca. olio su tavola M – Museum Leuven, Lovanio
02   Trittico di Sant'Anna 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles Firmato
02 a   Trittico di Sant'Anna - Scomparto di sinistra (Annuncio a san Gioacchino) 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles
02 b   Trittico di Sant'Anna - Scomparto centrale (La santa parentela) 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles
02 c   Trittico di Sant'Anna - Scomparto di destra (Morte di Sant'Anna) 1507-1509 olio su tavola Musées Royaux des Beaux-Arts, Bruxelles
03   Trittico di San Giovanni 1507-1509 olio su tavola 260 504 Museo reale di belle arti di Anversa, Anversa
04   Trittico della Passione 1514-1517 olio su tavola Museu Nacional Machado de Castro, Coimbra Del pannello centrale (Il Calvario) sono rimasti solamente alcuni frammenti
04 a   Trittico della Passione - Scomparto di sinistra (La flagellazione) 1507-1509 olio su tavola Museu Nacional Machado de Castro, Coimbra
04 c   Trittico della Passione - Scomparto di destra (Ecce Homo) 1507-1509 olio su tavola Museu Nacional Machado de Castro, Coimbra
05   La Vergine e il Bambino attorniati dagli angeli 1509 olio su tavola 54,5 37,5 Musée des Beaux-Arts, Lione
06   Polittico dei sette dolori di Maria olio su tavola 1509-1511 Simulazione della disposizione dei pannelli sulla base dell'omonimo polittico (1500) di Albrecht Dürer
06 a   Polittico dei sette dolori di Maria (Maria addolorata) 1509-1511 olio su tavola 171,5 151 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
06 b   Polittico dei sette dolori di Maria (Presentazione di Gesù al tempio) 1509-1511 olio su tavola 83,7 80,7 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
06 c   Polittico dei sette dolori di Maria (Riposo durante la fuga in Egitto) 1509-1511 olio su tavola Worcester Art Museum, Worcester
06 d   Polittico dei sette dolori di Maria (Gesù tra i dottori) 1509-1511 olio su tavola 62,5 80,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
06 e   Polittico dei sette dolori di Maria (La salita di Gesù al Calvario) 1509-1511 olio su tavola 82,5 82,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
06 f   Polittico dei sette dolori di Maria (Lamentazione ai piedi della Croce) 1509-1511 olio su tavola 82,2 79 Museu Dom Joao VI, Rio de Janeiro
06 g   Polittico dei sette dolori di Maria (San Giovanni Evangelista e le Marie davanti al Sepolcro) 1509-1511 olio su tavola 83 79,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
06 h   Polittico dei sette dolori di Maria (Calvario) 1509-1511 olio su tavola 92 90,5 Museu Nacional de Arte Antiga, Lisbona
07   Cristo che porta la croce 1510-1515 olio su tavola 83 59 Rijksmuseum, Amsterdam
08   Vergine in preghiera olio su tavola 43 31 Kiel di Anversa
09   Ritratto di Erasmo (da un ritratto di Hans Holbein il Giovane) olio su tavola Casa di Erasmo da Rotterdam, Anderlecht
10   Il cambiavalute e sua moglie 1514 olio su tavola 70 67 Museo del Louvre, Parigi
11   Ritratto di Erasmo da Rotterdam 1517 olio su tavola trasferito su tela Palazzo Barberini, Roma
12   Ritratto di Pieter Gillis 1517 olio su tavola trasferito su tela 59 47 Palazzo Barberini, Roma
13   Vergine col Bambino 1520 olio su tavola 41 28 Museo Boijmans Van Beuningen, Rotterdam
14   Gli usurai 1520 olio su tavola Galleria Doria Pamphili, Roma
15   Gli esattori 1520 olio su tavola Liechtenstein Museum, Vienna
16   Il matrimonio per interesse 1525-1530 olio su tavola 54 89 Museo d'arte di San Paolo, San Paolo del Brasile Di dubbia attribuzione, forse copia di un allievo
17   La Duchessa brutta 1525-1530 olio su tavola 64,2 45,5 National Gallery, Londra
18   L'adorazione dei Magi 1526 olio su tavola 103 80 Metropolitan Museum of Art, New York

NoteModifica

  1. ^ J. Molanus, Historiae Lovaniensium
  2. ^ [1]
  3. ^ N. Schrijvers, Quentin Massijs, in Flemish Primitives[2]
  4. ^ Le garzantine - Arte, Garzanti Libri SpA, 2002
  5. ^ a b In centimentri

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17495748 · ISNI (EN0000 0001 0875 5334 · LCCN (ENn82270627 · GND (DE118731610 · BNF (FRcb121915750 (data) · ULAN (EN500025017 · NLA (EN35915796 · BAV ADV10161939 · CERL cnp01329789 · WorldCat Identities (ENn82-270627