Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il calciatore spagnolo nato nel 1989, vedi Quini (calciatore 1989).
Quini
Quini.jpg
Quini nel 2010
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 176 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1987
Carriera
Squadre di club1
1966-1968Ensidesa22 (17)
1968-1980Sporting Gijón287 (148)
1980-1984Barcellona99 (51)
1984-1987Sporting Gijón61 (17)
Nazionale
1970-1982Spagna Spagna35 (8)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Enrique Castro González detto Quini (Oviedo, 23 settembre 1949Gijón, 27 febbraio 2018) è stato un calciatore spagnolo, di ruolo attaccante. Considerato da molti uno dei migliori attaccanti del calcio spagnolo e il più grande nella storia dello Sporting Gijón, realizzò ben 216 gol nella Primera División, vincendo cinque volte il Trofeo Pichichi.

BiografiaModifica

È morto nel 2018 all'età di 68 anni, colpito da infarto mentre si trovava alla guida della sua auto per le strade di Gijón.[1]

CarrieraModifica

ClubModifica

Soprannominato El Brujo ("Lo Stregone"), Quini ha dedicato la sua carriera professionistica soltanto a due storiche squadre spagnole, lo Sporting Gijón e il Barcellona. Fu con il club azulgrana che vinse i suoi unici trofei: la Coppa del Re nelle edizioni 1980-1981, vinta con due suoi gol nel 3-1 in finale sul suo amato Sporting Gijón, e 1982-1983, la Supercopa de España 1983 e la Coppa delle Coppe 1981-1982, competizione in cui segnò il decisivo gol del 2-1 sui belgi dello Standard Liegi nella finale tenutasi proprio al Camp Nou di Barcellona.

Il sequestroModifica

Il 1º marzo 1981 Quini fu protagonista di un episodio che sconvolse il calcio spagnolo. Poche ore dopo il match di campionato tra il Barcellona e l'Hércules disputato al Camp Nou e terminato 6-0 in favore dei catalani, grazie anche a una tripletta dello stesso Quini, questi venne rapito da due uomini. Il sequestro durò venticinque giorni e la marcia dei blaugrana in campionato venne rallentata da quell'avvenimento: il Barcellona infatti, pur avendo un grande vantaggio sulla seconda, perse quel torneo. Quini venne liberato il successivo 25 marzo con una spettacolare operazione della polizia spagnola, che lo ritrovò nei pressi di Saragozza. Curiosamente, nelle stesse ore della sua liberazione, la nazionale spagnola, nella quale Quini era solitamente presenza fissa, stava disputando una sfida contro l'Inghilterra al Wembley Stadium di Londra; fu la prima volta nella storia che la Spagna riuscì a battere (2-1) gli inglesi nel celebre impianto.

NazionaleModifica

 
Il momentaneo pareggio di Quini in Belgio-Spagna (2-1), nella fase finale del campionato d'Europa 1980.

Con la maglia della Spagna, Quini ha preso parte ai Mondiali di Argentina 1978 e di Spagna 1982, così come agli Europei di Jugoslavia 1976 e d'Italia 1980.

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Barcellona: 1980-1981, 1982-1983
Barcellona: 1983
Barcellona: 1983

Competizioni internazionaliModifica

Barcellona: 1981-1982

IndividualeModifica

1974, 1976, 1980, 1981, 1982

NoteModifica

  1. ^ (ES) Muere Quini, leyenda del fútbol español, su marca.com, 27 febbraio 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (ENDEFRESAR) Quini, su FIFA.com, FIFA.  
  • (EN) Quini, su national-football-teams.com, National Football Teams.  
  • (DEENIT) Quini, su Transfermarkt, Transfermarkt GmbH & Co. KG.  
  • Quini, su it.soccerway.com, Perform Group.  
  • Quini, su calcio.com, HEIM:SPIEL Medien GmbH.  
  • (ENESCA) Quini, su BDFutbol.com.  
Controllo di autoritàVIAF (EN11455445 · ISNI (EN0000 0000 5928 4790 · LCCN (ENn89648035 · WorldCat Identities (ENn89-648035