Apri il menu principale

Quoziente reti

rapporto tra gol fatti e gol subiti

Nel calcio il quoziente reti era un criterio per le situazioni di parità in classifica.

Indice

Il calcoloModifica

Viene calcolato con la divisione tra il numero di gol all'attivo e al passivo di una squadra. I possibili risultati sono:

Cenni storiciModifica

Era un discriminante per la formulazione della classifica: tra due o più squadre con lo stesso numero di punti, quella con il miglior quoziente otteneva il piazzamento più alto.

Decise il campionato greco 1948-49, quando Panathīnaïkos e Olympiakos terminarono entrambe a 9 punti: la prima vinse in virtù del miglior quoziente (1,75 contro 1,5).[1]

In Italia fu presente per i campionati professionistici (A, B e C) dalla stagione 1938-1939 fino alla stagione 1941-1942, anno dell'abolizione.[2]

Ai Mondiali rimase in vigore sino al 1966, per essere poi rimpiazzata dalla differenza reti.

Esempio e paragone con la differenza retiModifica

L'esempio, tratto dai Mondiali 1962, presenta un raffronto con la differenza reti.

Argentina  1 – 0  Bulgaria

Ungheria  2 – 1  Inghilterra

Inghilterra  3 – 1  Argentina

Ungheria  6 – 1  Bulgaria

Ungheria  0 – 0  Argentina

Inghilterra  0 – 0  Bulgaria

Squadra Pt G V N P Gf Gs D.R. Q.R.
  Ungheria 5 3 2 1 0 8 2 +6 4
  Inghilterra 3 3 1 1 1 4 3 +1 1.33
  Argentina 3 3 1 1 1 2 3 −1 0.66
  Bulgaria 1 3 0 1 2 1 7 −6 0.14

A parità di punti, l'Inghilterra supera in classifica l'Argentina per un miglior quoziente.

NoteModifica

  1. ^ Stagione 1948-1949 del campionato greco, su rsssf.com. URL consultato il 28 gennaio 2014.
  2. ^ Storia della stagione, su magliarossonera.it. Magliarossonera.it

BibliografiaModifica

  • Marco Sappino, Dizionario biografico enciclopedico di un secolo del calcio italiano, II volume, Baldini Castoldi Dalai, 2000, p. 2138, ISBN 88-8089-862-0.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio