Apri il menu principale

Ratno vazduhoplovstvo i PVO Vojske Jugoslavije

(Reindirizzamento da RV i PVO VSCG)
Ratno vazduhoplovstvo i protivvazdušna odbrana Vojske Jugoslavije /Srbije i Crne Gore
Ратно ваздухопловство и противваздушна одбрана Војске Југославије/Cрбије и Црне Горе
Rv i pvo vscg.jpg
Descrizione generale
Attiva1992-2006
NazioneJugoslavia Jugoslavia
1992-2003
Serbia e Montenegro Serbia e Montenegro
2003-2006
Tipoaeronautica militare
PatronoSant'Elia
Battaglie/guerreOperazione Allied Force
Simboli
CoccardaRoundel of Yugoslavia 1992-2003.svg
Distintivo di codaFin Marking of FR Yugoslav Air Force.png
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Ratno vazduhoplovstvo i protivvazdušna odbrana Vojske Jugoslavije (in cirillico Ратно ваздухопловство и противваздушна одбрана Војске Југославије - Aeronautica Militare e Difesa Aerea della Jugoslavia), spesso abbreviata in RV i PVO VJ o Jugoslovensko ratno vazduhoplovstvo o JRV, è stata dal 1992 al 2003 l'aeronautica militare della Repubblica Federale di Jugoslavia raccogliendo l'eredità e il nome dell'aviazione della Jugoslavia Socialista. Successivamente con diversa denominazione, dal 2003 al 2006 divenne l'aviazione militare di Serbia e Montenegro.

Ratno vazduhoplovstvo i PVO Vojske JugoslavijeModifica

Dopo aver raccolto l'eredità ed il nome della aviazione del dissolto stato socialista, l'aviazione della nuova federazione contava circa 240 aerei e nel 1998 circa 15 000 persone in servizio. Il suo quartier generale era a Zemun presso Belgrado.

Guerra del CossovoModifica

Durante la guerra del Cossovo circa 50 aerei furono perduti quando nel 1999 la NATO con l'Operazione Allied Force attaccò la Federazione Jugoslava. Tra le unità andate perdute 6 MiG-29 vennero distrutti in combattimento contro gli F-15, gli F-16 e gli F-18, altri MiG-29 distrutti al suolo nella base aerea di Batajnica e i 7 velivoli Super Galeb delle Leteće zvezde (Stelle volanti) della Pattuglia Acrobatica Federale distrutti nella base di Golubovci presso Podgorica.

Sebbene gli uomini dell'aviazione jugoslava avessero combattuto con coraggio, usando tattiche innovative per fronteggiare un nemico più forte sia numericamente che dal punto di vista tecnologico, la sconfitta fu inevitabile e la fine della guerra vide l'aviazione jugoslava drasticamente ridimensionata. Secondo le affermazioni del suo Comandante in Capo l'Aviazione Federale durante la guerra ebbe fra i suoi uomini 40 morti e 110 feriti.

Lista degli aerei distrutti durante il conflittoModifica

Aereo Nº di serie Luogo della perdita Equipaggio
MiG-29 18103 Batajnica
MiG-29 18104 Niš
MiG-29 18106 presso Kruševac maggiore Predrag Milutinović, abbattuto da aerei fuoco amico
MiG-29 18107 Batajnica
MiG-29 18109 presso Valjevo colonnello Milenko Pavlović, abbattuto da aerei NATO
MiG-29 18110 Ponikve maggiore Slobodan Tešanović, in volo non in combattimento
MiG-29 18111 presso Titel maggiore Nebojša Nikolić, abbattuto da aerei NATO
MiG-29 18112 Priština maggiore Iljo Azrinov, abbattuto da aerei possibile fuoco amico
MiG-29 18113 presso Loznica capitano Zoran Radoslavljević†, abbattuto da aerei NATO
MiG-29 18114 presso Bjeljina maggiore Slobodan Perić, abbattuto da aerei NATO
MiG-29UB 18302 Batajnica
G-4 Super Galeb 23693 Leteće zvezde Golubovci
G-4 Super Galeb 23694 Leteće Zvezde Golubovci
G-4 Super Galeb 23695 Leteće Zvezde Golubovci
G-4 Super Galeb 23696 Leteće Zvezde Golubovci
G-4 Super Galeb 23697 Leteće Zvezde Golubovci
G-4 Super Galeb 23698 Leteće Zvezde Golubovci
G-4 Super Galeb 23699 Leteće Zvezde Golubovci
G-4t Super Galeb 23604 Batajnica
G-4t Super Galeb 23606 Batajnica
J-22 Orao 25104 Života Đurić†
J-22 Orao 25204 Ponikve
J-22 Orao 25205 Ponikve
NJ-22 Orao 25532 Ponikve
NJ-22 Orao 25533 Ponikve
J-22 Orao 25174 Ponikve
J-22 Orao 25168 Ponikve
J-22 Orao 25709 Moma Center
NJ-22 Orao 25527 Batajnica
J-22 Orao 25164 Batajnica
J-22 Orao 25152 Lađevci
J-22 Orao 25207 Lađevci
MiG-21 bis 17135
MiG-21 Bis 17220 Batajnica
MiG-21 Bis 17228 Batajnica
MiG-21 Bis 17231 Batajnica
MiG-21 Bis 17401 Batajnica
MiG-21 Bis-K 17208 Batajnica
MiG-21 Bis 17162 Priština
MiG-21 Bis 17169 Priština
MiG-21 Bis 17170 Priština
MiG-21 Bis 17224 Priština
MiG-21 Bis 17166 Lađevci
MiG-21 Bis Batajnica
MiG-21 Bis Ponikve
MiG-21 Bis Sjenica
MiG-21 M Batajnica
MiG-21 UM 16151 Batajnica
An-2 70301 Leskovac
An-2 70374 Leskovac
An-2 70357 Leskovac
Mi-14PL 11351 Golubovci
Mi-14PL 11352 Golubovci
Mi-14PL 11354 Golubovci
Ka-25 PL Golubovci
Ka-25PL Golubovci
Ka-25PL Golubovci
G-2 Galeb 23211 Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
G-2 Galeb Golubovci
Utva 75 53001 Pančevo, Utva
Utva 75A 53263 Pančevo, Utva
Utva 75AG 53265 Pančevo, Utva
Utva 75R 53166 Pančevo, Utva
Utva 75 53213 Sombor
Lasta 95 54151 Pančevo, Utva
Lasta 95 54153 Pančevo, Utva
Lasta 95 54154 Pančevo, Utva
Lasta 95 54155 Pančevo, Utva
Lasta 95 54156 Pančevo, Utva
Mi-8 Cossovo
Mi-8 Cossovo

Ratno vazduhoplovstvo i PVO Vojske Srbije i Crne GoreModifica

La Repubblica Federale di Jugoslavia si era formata, dalle ceneri del dissolto stato socialista, il 27 aprile 1992 dall'unione delle ex-repubbliche socialiste federate di Serbia e Montenegro, uniche disposte a continuare un'esperienza federativa dopo la dissoluzione della vecchia Jugoslavia.

Il 4 febbraio 2003 il parlamento federale di Belgrado raggiunse un accordo su una ristrutturazione della federazione che venne trasformata in confederazione e assunse la denominazione ufficiale di Unione Statale di Serbia e Montenegro.

Dopo la ristrutturazione statale, l'aviazione militare ha assunto la nuova denominazione Ratno vazduhoplovstvo i protivvazdušna odbrana Vojske Srbije i Crne Gore.

Con la proclamazione dell'indipendenza del Montenegro avvenuta il 3 giugno 2006, in seguito al referendum del precedente 21 maggio con cui la popolazione montenegrina si era espressa a favore dell'indipendenza, la confederazione con la Serbia è stata sciolta e l'eredità dell'aviazione serbo-montenegrina è stata raccolta dall'aviazione serba.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica