Apri il menu principale

Raúl Arévalo

attore spagnolo
Raúl Arévalo nel 2016

Raúl Arévalo, all'anagrafe Raúl Arévalo Zorzo (Móstoles, 22 novembre 1979), è un attore, regista e sceneggiatore spagnolo. È noto a livello internazionale soprattutto per il ruolo del detective Pedro nel film La isla mínima. Il suo esordio alla regia, La vendetta di un uomo tranquillo, ha vinto quattro premi Goya, tra cui miglior film, miglior regista esordiente e miglior sceneggiatura originale.[1]

Biografia e carrieraModifica

Raúl Arévalo compie la sua formazione attoriale alla Escuela de Interpretación Cristina Rota di Madrid.[2] All'età di 21 anni debutta in televisione recitando nelle ultime due stagioni della serie Compañeros, dalla quale è stata tratta la fiction Rai Compagni di scuola.

Dopo alcuni ruoli minori in produzioni cinematografiche e televisive fra le quali El camino de los ingleses di Antonio Banderas, nel 2006 entra nel cast principale del film drammatico Azuloscurocasinegro, esordio alla regia di Daniel Sánchez Arévalo. Per questo film Raúl ottiene il suo primo riconoscimento come migliore attore esordiente agli Spanish Actors Union Awards 2007. La collaborazione con il regista Daniel Sánchez Arévalo prosegue con altri tre lungometraggi (Gordos, Primos e La gran familia española) e con un cortometraggio di successo intitolato Traumalogía interpretato da Antonio de la Torre. Grazie a queste opere Raúl vince ulteriori premi cinematografici fra i quali un Goya nel 2010 come miglior attore non protagonista per il film Gordos.[3] Fra i suoi film successivi meglio apprezzati dalla critica si possono citare Los girasoles ciegos, Ballata dell'odio e dell'amore, También la lluvia e soprattutto La isla mínima, thriller socio-politico detentore di dieci premi Goya.

Nel 2016, all'età di 36 anni, Raúl scrive e dirige il film drammatico La vendetta di un uomo tranquillo (Tarde para la ira). Presentato in anteprima mondiale alla 73ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, nella sezione Orizzonti, ha ricevuto una standing ovation di 8 minuti.[4] Inizialmente il film doveva intitolarsi "Agosto" ma fu costretto a modificare il titolo dopo che uscì August: Osage County con Meryl Streep.[5] Nonostante sia solo al suo primo film, Raúl ha conquistato decine di premi e nominations, fra i quali quattro premi Goya e cinque Writers Circle Awards.

Filmografia parzialeModifica

AttoreModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

RegistaModifica

SceneggiatoreModifica

RiconoscimentiModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film Arévalo è stato doppiato da:

NoteModifica

  1. ^ (ES) Así fue la gala de los Goya 2017, premiosgoya.com. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  2. ^ (ES) Gregorio Belinchón, Raúl Arévalo: divino comediante, El País, 8 settembre 2014. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  3. ^ (ES) Paula Ponga, Un día con... Raúl Arévalo, su fotogramas.es, 19 gennaio 2012. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  4. ^ Festival di Venezia: standing ovation per "Tarde para la ira" di Raúl Arévalo, su lifestyleblog.it, 3 settembre 2016. URL consultato il 26 febbraio 2017.
  5. ^ Alfonso Rivera, Intervista a Raúl Arévalo: "Fidarsi di me è stato un atto di fede", su cineuropa.org, 1º settembre 2016. URL consultato il 26 febbraio 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN66252771 · ISNI (EN0000 0001 2137 1087 · LCCN (ENno2007083625 · GND (DE1130615855 · BNF (FRcb169789999 (data) · WorldCat Identities (ENno2007-083625