Racconti ritrovati

Racconti ritrovati, pubblicato in Italia anche con il titolo Il libro dei racconti perduti - Prima parte, è un'antologia di racconti di J. R. R. Tolkien. Scritti approssimativamente tra il 1920 e il 1930, quando l'autore aveva all'incirca venticinque anni, segnano l'inizio della creazione fantasy di Tolkien (alla prima pagina del quaderno su cui era redatta la versione originale del primo racconto Tolkien riportò la data 12 febbraio 1917).[1]

Racconti ritrovati
Titolo originaleThe Book of Lost Tales - Part I
AutoreJ. R. R. Tolkien
1ª ed. originale1983
1ª ed. italiana1986
Genereracconti
Sottogenerefantasy
Lingua originaleinglese
AmbientazioneArda
SerieLa storia della Terra di Mezzo
Seguito daRacconti perduti
La storia della Terra di Mezzo

«Preparati ad ascoltare cose che tra gli uomini mai sono state udite prima, e di cui gli Elfi parlano di rado.»

(Racconti ritrovati, cap. II)

ContenutoModifica

I Racconti ritrovati (e la sua seconda parte, pubblicata col titolo Racconti perduti) sono in effetti una forma germinale (e in parte differente) della prima parte del Silmarillion. Essi narrano infatti temi della mitologia tolkieniana quali la Musica degli Ainur, con la quale Eru Ilúvatar dà forma al mondo, la lotta mai conclusa contro Melko (Melkor o Morgoth nel Silmarillion), enigmatico e maligno, nonché l'avvento nel mondo degli Elfi e degli Uomini.[1]

Elenco dei raccontiModifica

  1. La casetta del Gioco Perduto
  2. La Musica degli Ainur (la prima versione di quello che poi sarà l'Ainulindalë nel Silmarillion)
  3. L'avvento dei Valar e la costruzione di Valinor
  4. L'incatenamento di Melko
  5. L'avvento degli Elfi e la costruzione di Kôr (Kôr diventerà poi Tirion)
  6. Il furto di Melko e l'ottenebramento di Valinor
  7. La fuga dei Noldoli (i Noldoli diventeranno i Noldor)
  8. Il racconto del Sole e della Luna
  9. L'occultamento di Valinor
  10. Il racconto di Gilfanon: il travaglio dei Noldoli e l'avvento dell'Umanità

NoteModifica

  1. ^ a b Tolkien, pp. 5-20.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica