Rafael Matos

tennista brasiliano

Rafael Matos (Porto Alegre, 6 gennaio 1996) è un tennista brasiliano. Specialista del doppio, ha vinto sette tornei del circuito maggiore e si è spinto fino al 26º posto del ranking ATP nel febbraio 2023. Il miglior risultato nei tornei del Grande Slam in doppio maschile sono i quarti di finale raggiunti al Roland Garros 2022. In doppio misto ha trionfato agli Australian Open 2023 con Luisa Stefani.

Rafael Matos
Matos al'Open di Francia 2022
Nazionalità Bandiera del Brasile Brasile
Altezza 180 cm
Peso 76 kg
Tennis
Specialità Doppio
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 0-0 ( – )
Titoli vinti 0
Miglior ranking 440º (21 maggio 2018)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 90-65 (58.06%)
Titoli vinti 7
Miglior ranking 26º (6 febbraio 2023)
Ranking attuale ranking
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open 2T (2024)
Bandiera della Francia Roland Garros QF (2022)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 3T (2022)
Bandiera degli Stati Uniti US Open 2T (2023)
Doppio misto1
Vittorie/sconfitte
Titoli vinti 1
Risultati nei tornei del Grande Slam
Bandiera dell'Australia Australian Open V (2023)
Bandiera della Francia Roland Garros QF (2023)
Bandiera del Regno Unito Wimbledon 1T (2022, 2023)
Bandiera degli Stati Uniti US Open 1T (2022)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 20 maggio 2024

Vanta inoltre diversi titoli in doppio sia nell'ATP Challenger Tour che nel circuito ITF, nel quale ha vinto anche qualche titolo in singolare. Ha fatto il suo esordio nella squadra brasiliana di Coppa Davis nel settembre 2021. Tra gli juniores ha perso la finale in doppio agli US Open 2014.

Carriera modifica

Juniores modifica

 
Matos al torneo juniores degli US Open 2013

Fa il suo esordio nell'ITF Junior Circuit nell'ottobre 2011, e nei tre anni che lo vedono impegnato in questa categoria si mette in luce soprattutto in doppio conquistando cinque titoli in tornei minori. Raggiunge i quarti di finale della specialità al Roland Garros 2012 e a Wimbledon 2014, e al suo ultimo impegno tra gli juniores ottiene il suo risultato più significativo arrivando in finale agli US Open 2014, dove in coppia con João Menezes viene sconfitto in due set da Omar Jasika / Naoki Nakagawa. In singolare vince un solo titolo minore tra gli juniores, e il suo miglior risultato nei tornei di Grade A sono i quarti di finale al Trofeo Bonfiglio del 2014. Nel settembre 2012 rappresenta il Brasile nella Coppa Davis Junior, vince due dei tre incontri in doppio, perde tutti e tre i singolari e i brasiliani terminano il round robin all'ultimo posto. Nel ranking combinato mondiale raggiunge la 37ª posizione nel gennaio 2014.[1][2]

2011-2018, primi titoli ITF modifica

Risale all'ottobre 2011 anche il debutto tra i professionisti, quando viene sconfitto al primo turno in singolare e in doppio al torneo ITF Brazil F36. Vince il primo incontro in doppio nell'ottobre 2012 al Brazil F32. Nel settembre 2013 partecipa per la prima volta a un torneo Challenger a Porto Alegre, in doppio raggiunge il secondo turno e in singolare non supera le qualificazioni. Il mese successivo alza il primo trofeo tra i professionisti vincendo il torneo di doppio al Brazil F12. Nell'agosto 2014 vince il suo secondo titolo ITF in doppio, il mese dopo entra per la prima volta nel tabellone principale di un torneo Challenger in singolare e viene eliminato al primo turno. In novembre disputa e perde la sua prima finale in singolare al torneo ITF Brazil F15. Continua a raccogliere successi in doppio e dopo aver vinto 13 tornei conquista il primo titolo ITF in singolare nel maggio 2017 allo Spain F14. Nel prosieguo della stagione vince altri due tornei ITF in doppio e uno in singolare. Nel 2018 i titoli vinti in doppio sono cinque e uno in singolare.

2019, primo titolo Challenger e 203º del ranking modifica

Nel febbraio 2019 disputa il suo primo incontro in un torneo ATP a San Paolo del Brasile e viene subito eliminato al primo turno. Vince il titolo nel successivo torneo ITF M15 di Portimao in coppia con il connazionale Orlando Luz, e nel corso del 2019 vince altri nove tornei ITF, dei quali sei con Luz. In maggio vince il suo unico titolo stagionale in singolare all'ITF M15 Tabarka. In ottobre conquista il suo primo titolo Challenger in carriera nel torneo di doppio di Campinas, ancora in coppia con Luz, con la vittoria in finale su Miguel Ángel Reyes Varela / Fernando Romboli al terzo set. Inizia giocare con continuità nel circuito Challenger e dopo la finale persa in novembre a Montevideo sale alla 203ª posizione del ranking ATP.

2020, due titoli Challenger e 130º del ranking modifica

Il 1º febbraio 2020 vince a Punta del Este il suo secondo Challenger assieme a Orlando Luz, battendo in finale Juan Manuel Cerúndolo / Thiago Agustín Tirante, risultato con cui fa il suo ingresso nella top 200, alla 174ª posizione. Sempre in febbraio gioca il suo ultimo torneo ITF e vince il primo incontro nel circuito maggiore battendo con Luz al primo turno dell'ATP 500 di Rio de Janeiro i numeri 1 e 2 del mondo Robert Farah / Juan Sebastián Cabal, prima di essere eliminati al secondo turno. In marzo, la coppia brasiliana viene sconfitta per 11-9 al terzo set nella finale del Challenger di Monterrey da Karol Drzewiecki / Gonçalo Oliveira. Dopo questo torneo ha inizio la lunga pausa del tennis mondiale per la pandemia di COVID-19. Matos torna a giocare in settembre e quel mese vince con João Menezes il doppio al Challenger di Iași. Nel finale di stagione non va oltre le semifinali disputate nei Challenger di Spalato e Guayaquil. Chiude il 2020 al 139º posto del ranking, dopo essere stato 130º in settembre.

2021, primo titolo ATP, esordio in Coppa Davis e top 100 modifica

Dopo la semifinale in febbraio al Challenger di Adalia, vince con Orlando Luz il Challenger Concepción. Il 27 febbraio si aggiudica il primo titolo ATP a Córdoba – questa volta in coppia con Felipe Meligeni Alves – superando in finale Romain Arneodo / Benoît Paire con il punteggio di 6-4, 6-1. Nel periodo successivo arriva in finale in tre tornei Challenger, vince in aprile quella di Tallahassee e perde quelle di Santiago e Biella. Il 3 maggio entra per la prima volta nella top 100, al 99º posto. Continua a progredire nel ranking raggiungendo a Belgrado la sua seconda finale ATP, e viene sconfitto in due set in coppia con André Göransson da Jonathan Erlich / Andrėj Vasileŭski. In giugno fa il suo esordio in una prova del Grande Slam a Wimbledon, assieme a Thiago Monteiro supera il primo turno dopo un equilibrato incontro con Aleksandr Bublik / Oleksandr Nedovjesov e vengono eliminati al secondo dalle teste di serie nº 3 Cabal / Farah. Disputa quindi tre tornei ATP e supera il primo turno solo in quello di Kitzbühel. Torna a giocare nei Challenger e raggiunge la finale in quattro tornei consecutivi, vince il titolo a Cordenons e a Como e viene sconfitto nelle finali di San Marino e Tulln an der Donau. Il 13 settembre sale alla 73ª posizione del ranking. Quella settimana fa il suo esordio nella squadra brasiliana di Coppa Davis in occasione della sfida vinta 4-0 contro il Libano, e si impone in tre set in doppio assieme a Marcelo Demoliner. A novembre vince altri due titoli Challenger a Montevideo e a Campinas, di nuovo con Meligeni Alves. In dicembre raggiunge altre tre finali Challenger, e dopo le sconfitte in quelle di San Paolo del Brasile e Florianópolis si impone in quella di Rio de Janeiro in coppia con Orlando Luz e sale al 67º posto mondiale.

2022: cinque titoli ATP, quarti di finale al Roland Garros e top 30 modifica

 
Matos al Challenger di Bordeaux 2022

Viene sconfitto al primo turno al suo esordio agli Australian Open, raggiunge quindi la semifinale al Challenger di Santa Cruz e il secondo turno al torneo ATP di Córdoba. Al torneo di Santiago del Cile vince con Meligeni Alves il suo secondo titolo ATP sconfiggendo in finale dopo due tie-break Nathaniel Lammons / André Göransson. Si ripete in aprile all'ATP 250 di Marrakech, dove in coppia con David Vega Hernández batte in due set in finale Jan Zieliński / Andrea Vavassori. Gioca con Vega Hernandez anche gli impegni successivi, perdono la finale al Challenger di Madrid e quella al torneo ATP di Monaco di Baviera, disputata il 1º maggio. Si riscattano due settimane dopo aggiudicandosi il Challenger 125 di Bordeaux. Raggiungono i quarti di finale al torneo ATP di Lione e soprattutto al Roland Garros, eliminano tra gli altri le teste di serie nº 13 Santiago González / Andres Molteni e vengono sconfitti da Marcelo Arévalo / Jean-Julien Rojer, che si aggiudicheranno il titolo. A fine giugno Matos vince un altro titolo ATP con Vega Hernández sull'erba di Maiorca, in semifinale si prendono la rivincita su Arevalo / Rojer e in finale hanno la meglio in tre set su Ariel Behar / Gonzalo Escobar; a fine torneo porta il best ranking al 40º posto mondiale.

Si spingono fino al terzo turno a Wimbledon e cedono al quarto set alle teste di serie nº 1 Rajeev Ram / Joe Salisbury. Si aggiudicano il titolo anche al successivo torneo ATP di Båstad superando in finale Simone Bolelli / Fabio Fognini, sconfitti 13-11 nel set decisivo. L'unico risultato di rilievo nei due mesi successivi è la semifinale che raggiungono a Umago. Agli US Open si presentano entrambi come esordienti ed escono di scena al primo turno. Tornano a vincere un torneo a ottobre con il successo in tre set nella finale di Sofia contro Oscar Otte / Fabian Fallert. Raggiungono la finale anche al successivo Japan Open, la prima per entrambi in un ATP 500, e vengono sconfitti in tre set da Mackenzie McDonald / Marcelo Melo. Con i quarti di finale giocati a Basilea. A fine ottobre Matos sale al 30º posto mondiale e chiude la stagione al 27º.

2023, titolo in doppio misto all'Australian Open, due finali ATP e 26º nel ranking modifica

Aprono la stagione con i quarti di finale raggiunti all'Adelaide 2 e vince il titolo in doppio misto agli Australian Open con Luisa Stefani. A febbraio si porta al 26º posto del ranking e con Vega Hernández si spinge in semifinale a Córdoba. Nel periodo successivo conseguono pochi risultati importanti, tra i quali le vittorie contro gli specialisti Marcelo Arévalo / Jean-Julien Rojer al primo turno sia ad Acapulco che a Barcellona, e in entrambi i tornei escono al secondo turno. Torna a disputare una finale ATP in luglio al Båstad Open in coppia con Francisco Cabral e vengono sconfitti in due set da Gonzalo Escobar / Oleksandr Nedovjesov. Continua a giocare con Cabral e raggiungomo la semifinale a Kitzbühel. Agli US Open eliminano le teste di serie nº 11 Sander Gillé / Joran Vliegen ed escono di scena al secondo turno. Perdono la finale anche al Chengdu Open, superati in tre set dalle teste di serie nº 1 Sadio Doumbia / Fabien Reboul. Dopo una serie di sconfitte al primo turno nei tornei ATP, chiude la stagione perdendo in finale al Challenger di Brasilia.

2024, primo titolo ATP 500 modifica

Con la nuova stagione inizia a giocare con Nicolás Barrientos, nei primi tornei non vanno oltre i quarti di finale nel circuito ATP e il secondo turno agli Australian Open. A febbraio escono in semifinale a Buenos Aires e la settimana successiva si impongono nel torneo di Rio de Janeiro superando in finale in due set Alexander Erler / Lucas Miedler; per Matos è il primo trionfo in una prova dell'ATP 500 e il primo titolo ATP dopo quasi un anno e mezzo. Nel periodo successivo raggiungono le semifinali al Chile Open e al Romanian Open.

Statistiche modifica

Aggiornate al 20 maggio 2024.

Doppio modifica

Vittorie (7) modifica

Legenda doppio
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (1)
ATP Tour 250 (6)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 27 febbraio 2021   Córdoba Open, Córdoba Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Romain Arneodo
  Benoît Paire
6–4, 6–1
2. 26 febbraio 2022   Chile Open, Santiago del Cile Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Nathaniel Lammons
  André Göransson
7–6(8), 7–6(3)
3. 9 aprile 2022   Grand Prix Hassan II, Marrakech Terra rossa   David Vega Hernández   Jan Zieliński
  Andrea Vavassori
6–1, 7–5
4. 25 giugno 2022   Mallorca Championships, Calvià Erba   David Vega Hernández   Ariel Behar
  Gonzalo Escobar
7–6(5), 6(6)–7, [10–1]
5. 17 luglio 2022   Swedish Open, Båstad Terra rossa   David Vega Hernández   Simone Bolelli
  Fabio Fognini
6–4, 3–6, [13–11]
6. 2 ottobre 2022   Sofia Open, Sofia Terra rossa   David Vega Hernández   Oscar Otte
  Fabian Fallert
3–6, 7–5, [10–8]
7. 25 febbraio 2024   Rio Open, Rio de Janeiro Terra rossa   Nicolás Barrientos   Alexander Erler
  Lucas Miedler
6-4, 6-3

Finali perse (5) modifica

Legenda doppio
Grande Slam (0)
ATP Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP Tour 500 (1)
ATP Tour 250 (4)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 28 maggio 2021   Belgrade Open, Belgrado Terra rossa   André Göransson   Jonathan Erlich
  Andrėj Vasileŭski
4–6, 1–6
2. 1º maggio 2022   Internazionali di Baviera, Monaco di Baviera Terra rossa   David Vega Hernández   Kevin Krawietz
  Andreas Mies
6–4, 4–6, [7–10]
3. 9 ottobre 2022   Japan Open Championships, Tokyo Cemento   David Vega Hernández   Marcelo Melo
  Mackenzie McDonald
4–6, 6–3, [4–10]
4. 23 luglio 2023   Båstad Open, Båstad Terra rossa   Francisco Cabral   Gonzalo Escobar
  Oleksandr Nedovjesov
2–6, 2–6
5. 26 settembre 2023   Chengdu Open, Chengdu Cemento   Francisco Cabral   Sadio Doumbia
  Fabien Reboul
6–4, 5–7, [7–10]

Doppio misto modifica

Vittorie (1) modifica

Legenda
Australian Open (1)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (0)
US Open (0)
Ori Olimpici (0)
N. Anno Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 27 gennaio 2023   Australian Open, Melbourne Cemento   Luisa Stefani   Sania Mirza
  Rohan Bopanna
7-6(2), 6-2

Tornei minori modifica

Singolare modifica

Vittorie (4) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (0)
Futures (4)
Finali perse (5) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (0)
Futures (5)

Doppio modifica

Vittorie (41) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (11)
Futures (30)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 5 ottobre 2019   Campeonato Internacional de Campinas, Campinas Terra rossa   Orlando Luz   Miguel Ángel Reyes Varela
  Fernando Romboli
6(2)–7, 6–4, [10–8]
2. 1º febbraio 2020   Punta Open, Punta del Este Terra rossa   Orlando Luz   Juan Manuel Cerúndolo
  Thiago Agustín Tirante
6–4, 6–2
3. 19 settembre 2020   Iași Open, Iași Terra rossa   João Menezes   Treat Conrad Huey
  Nathaniel Lammons
6–2, 6–2
4. 20 febbraio 2021   Challenger Concepción, Concepcion Terra rossa   Orlando Luz   Sergio Galdós
  Diego Hidalgo
7–5, 6–4
5. 24 aprile 2021   Tallahassee Challenger, Tallahassee Terra rossa   Orlando Luz   Sekou Bangoura
  Donald Young
7–6(2), 6–2
6. 7 agosto 2021   Internazionali del Friuli Venezia Giulia, Cordenons Terra rossa   Orlando Luz   Sergio Galdós
  Renzo Olivo
6–4, 7–6(5)
7. 4 settembre 2021   Città di Como Challenger, Como Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Luis David Martínez
  Andrea Vavassori
6(2)–7, 6–4, [10–6]
8. 13 novembre 2021   Uruguay Open, Montevideo Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Luciano Darderi
  Ignacio Carou
6–4, 6–4
9. 20 novembre 2021   Campeonato Internacional de Campinas, Campinas Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Gilbert Klier Júnior
  Matheus Pucinelli de Almeida
6–3, 6–1
10. 18 dicembre 2021   Rio Tennis Classic, Rio de Janeiro Cemento   Orlando Luz   James Cerretani
  Fernando Romboli
6–3, 7–6(2)
11. 15 maggio 2022   Tournoi International de Bordeaux, Bordeaux Terra rossa   David Vega Hernández   Hugo Nys
  Jan Zieliński
6–4, 6–0
Finali perse (22) modifica
Legenda tornei minori
Challenger (10)
Futures (12)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 9 novembre 2019   Uruguay Open, Montevideo Terra rossa   Orlando Luz   Facundo Bagnis
  Andrés Molteni
4–6, 7–5, [10–12]
2. 7 marzo 2020   Monterrey Challenger, Monterrey Cemento   Orlando Luz   Karol Drzewiecki
  Gonçalo Oliveira
7–6(5), 4–6, [9–11]
3. 20 marzo 2021   Santiago Challenger, Santiago del Cile Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Luis David Martínez
  Gonçalo Oliveira
5–7, 1–6
4. 8 maggio 2021   Biella Challenger, Biella Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   André Göransson
  Nathaniel Lammons
6(3)–7, 3-6
5. 14 agosto 2021   San Marino Open, San Marino Terra rossa   João Menezes   Zdeněk Kolář
  Luis David Martínez
6-1, 3-6, [3-10]
6. 11 settembre 2021   NÖ Open, Tulln an der Donau Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Dustin Brown
  Andrea Vavassori
6(5)–7, 1–6
7. 4 dicembre 2021   São Paulo Open, San Paolo del Brasile Terra rossa   Felipe Meligeni Alves   Nicolás Barrientos
  Alejandro Gómez
Walkover
8. 11 dicembre 2021   Florianópolis Challenger, Florianópolis Terra rossa   Martín Cuevas   Nicolás Barrientos
  Alejandro Gómez
3–6, 3–6
9. 16 aprile 2022   Open Comunidad de Madrid, Madrid Terra rossa   David Vega Hernández   Adam Pavlásek
  Igor Zelenay
3–6, 6–3, [6–10]
10. 25 novembre 2023   Aberto da República, Brasilia Cemento   Marcelo Demoliner   André Göransson
  Nicolás Barrientos
6(3)–7, 6–4, [9–11]

Note modifica

Altri progetti modifica

Collegamenti esterni modifica