Rafael Moneo

architetto spagnolo

José Rafael Moneo Vallés, più conosciuto come Rafael Moneo (Tudela, 9 maggio 1937), è un architetto spagnolo.

Rafael Moneo (2011)

Carriera

modifica
 
Il Moderna Museet di Stoccolma

Dopo essersi laureato nel 1961 presso la Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Madrid (ETSAM), lavora con Francisco Javier Sáenz de Oiza a Madrid e poi presso lo studio di Jørn Utzon a Hellebaek, in Danimarca, per due anni. Dal 1963 al 1965 studia a Roma, dove ha vinto una borsa presso l'Accademia di Spagna. Nel 1966 di ritorno in Spagna, apre il suo studio a Madrid ed insegna alla ETSAM. Nel 1976 parte per gli Stati Uniti e lavora per due anni nell'Istituto di Architettura e Studi Urbani di New York.

Dal 1987 è titolare di una cattedra all'Università di Harvard, di cui è stato Presidente della GSD per 5 anni.

Ha realizzato numerosi progetti in tutto il mondo, ed è il primo architetto spagnolo ad aver ricevuto il Premio Pritzker, nel 1996.

Principali opere

modifica
 
Ampliamento del Museo del Prado a Madrid
 
La Iglesia de Iesu a Donostia
 
Il Municipio di Murcia
 
La stazione della metropolitana di Madrid Atocha Renfe

Scritti

modifica
  • La solitudine degli edifici. Questioni intorno all'architettura, Vol. I, (a cura di Andrea Casiraghi e Daniele Vitale), Allemandi, Torino 1999
  • La solitudine degli edifici. Sugli architetti e il loro lavoro, Vol. II, (a cura di Andrea Casiraghi e Daniele Vitale), Allemandi, Torino, 2004
  • Inquietudine teorica e strategia progettuale, Electa, 2005
  • L'altra modernità. Considerazioni sul futuro dell'architettura, Marinotti 2012

Onorificenze

modifica
  1. ^ Premi Feltrinelli 1950-2011, su lincei.it. URL consultato il 17 novembre 2019.
  2. ^ Biennale Architettura 2021 | Rafael Moneo Leone d’Oro alla carriera, su La Biennale di Venezia, 28 aprile 2021. URL consultato il 29 aprile 2021.

Bibliografia

modifica

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN95770804 · ISNI (EN0000 0000 7828 4147 · SBN VEAV032145 · ULAN (EN500014641 · LCCN (ENn78008629 · GND (DE119048000 · BNE (ESXX920864 (data) · BNF (FRcb135254752 (data) · J9U (ENHE987007603511005171 · CONOR.SI (SL87743587