Raffaele D'Argenzio

fumettista italiano

Raffaele D'Argenzio, noto anche con lo pseudonimo di Ledar (Caserta, 15 aprile 1943), è un fumettista italiano.[1][2]

BiografiaModifica

Esordì come autore di fumetti iniziando a collaborare con la Casa Editrice Universo per la quale collaborò anche come giornalista dedicandosi al mondo dello spettacolo e della musica. Divenne caporedattore di una nota rivista a fumetti dell'editore, Intrepido, per la quale scrisse anche sceneggiature di varie serie oltre a crearne di proprie come Forza Folgore!, disegnata da Paolo e Piero Montecchi, Cristall, disegnata da Loredano Ugolini; a queste seguirono negli anni settanta Edizione straordinaria, poi diventata Paris Jour, sempre disegnata dai Montecchi.[1][3]

Divenne poi, nel 1976, direttore del Corriere dei ragazzi che rinnovò trasformandolo in Corrier Boy; ideò numerose serie anche per questa testata che vennero poi affidate ad altri scrittori come Commissario Argento, disegnata da Enrico Bagnoli e da Alvaro Mairani, Swea, disegnata da Nadir Quinto e da Umberto Sammarini, Chris Lean, disegnata da Milo Manara e Luigi Piccatto, Red Skate, disegnata da Maurizio Ricci, Charlie Charleston, disegnata da Angelo Stano o Savage, disegnata da Nino Cannata e Ragnini. [1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 4 giugno 2019.
  2. ^ FFF - Fumetto, Raffaele D'ARGENZIO, su www.lfb.it. URL consultato il 4 giugno 2019.
  3. ^ I FRATELLI MONTECCHI DA BATMAN A PARIS JOUR - GIORNALE POP -, su - GIORNALE POP -, 21 giugno 2018. URL consultato il 4 giugno 2019.

BibliografiaModifica

  • Gianni Bono, Guida al fumetto italiano, Epierre, 2003.