Apri il menu principale

Ragazzo solo, ragazza sola

singolo di David Bowie del 1969
Ragazzo solo, ragazza sola
ArtistaDavid Bowie
Tipo albumSingolo
Pubblicazionefebbraio 1970
Durata5:15
GenereRock psichedelico
Space rock
Folk rock
EtichettaPhilips Records
ProduttoreGus Dudgeon, Claudio Fabi
ArrangiamentiDavid Bowie, Paul Buckmaster
RegistrazioneMorgan Studios, Londra, 20 dicembre 1969
Formati7"
NoteLato B: Wild Eyed Boy from Freecloud
David Bowie - cronologia
Singolo precedente
(1969)
Singolo successivo
(1970)

Ragazzo solo, ragazza sola è un brano musicale scritto dall'artista inglese David Bowie e pubblicato come 45 giri in Italia nel febbraio 1970.

Il brano è la versione in lingua italiana di Space Oddity anche se il testo, scritto da Mogol, non ha nessuna attinenza con quello originale.

Nel 1982 è stato incluso nella raccolta non autorizzata Bowie Rare e nel 2015 nel CD Re:Call 1, uscito con il box set Five Years (1969-1973). Si trova inoltre nella colonna sonora del film Io e te diretto da Bernardo Bertolucci.

Nel 2016, in occasione della tappa italiana della mostra retrospettiva David Bowie Is al MAMbo di Bologna è stato distribuito un singolo in edizione limitata di Ragazzo solo, ragazza sola con London Bye Ta-Ta come lato B.[1]

Indice

Tracce singoloModifica

  1. Ragazzo solo, ragazza sola (D. Bowie, Mogol) – 5:15
  2. Wild Eyed Boy from Freecloud (D. Bowie) – 4:59

FormazioneModifica

Il branoModifica

Verso la fine del 1969, dopo che Space Oddity era stata pubblicata in Italia senza un grande riscontro di vendite, Bowie e il suo entourage decisero di tentare l'ingresso nel mercato dei 45 giri con una versione con il testo tradotto in italiano. Le parole del brano, intitolato Ragazzo solo, ragazza sola, vennero scritte da Mogol (erroneamente indicato come Ivan Mogul nel booklet allegato alla "40th Anniversary Edition" dell'album Space Oddity)[2] ma in realtà avevano poco a che vedere con quelle originali dato che raccontavano la storia di un ragazzo e una ragazza abbandonati dai rispettivi amori.

La registrazione fu effettuata ai Morgan Studios di Willesden il 20 dicembre, con Claudio Fabi in veste di produttore e consulente per l'accento italiano di David, il quale era convinto che il testo fosse stato tradotto fedelmente,[2] e il 45 giri fu pubblicato dalla Philips Records nel febbraio del 1970.

Ancor prima dell'incisione di Bowie, Ragazzo solo, ragazza sola venne affidata al gruppo dei Computers, sotto contratto con l'etichetta Numero Uno di cui Mogol era uno dei fondatori. Il brano venne inciso con l'arrangiamento di Gian Piero Reverberi e il 45 giri riuscì ad arrivare fino alla posizione n. 23 della hit parade.[3]

Il lato BModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Wild Eyed Boy from Freecloud.

La versione acustica di Wild Eyed Boy from Freecloud, la stessa presente sul lato B di Space Oddity, venne registrata ai Trident Studios di Londra il 20 giugno 1969 con Bowie alla chitarra e Paul Buckmaster al violoncello.[4]

NoteModifica

  1. ^ David Bowie - Ragazzo solo, ragazza sola, www.discogs.com. URL consultato il 31 luglio 2016.
  2. ^ a b Note di copertina di Space Oddity (40 th Anniversary Edition), David Bowie, EMI, DBSOCD40, 2009.
  3. ^ David Bowie - Ragazzo solo, ragazza sola, www.musicaememoria.com. URL consultato il 31 luglio 2016.
  4. ^ Carr e Shaar Murray (1981), p. 27.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock