Apri il menu principale
Rai 4K
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Tipo simulcast
Versioni Rai 4K 2160p (UHD)
(data di lancio: 30 giugno 2016)
Editore Rai
Diffusione
Terrestre
RAI
RAI Mux 5
Rai UHD HDR Test (Valle d'Aosta)
DVB-T2 - FTA
UHD - HDR
Satellite
Tivùsat
Hot Bird 13C
13.0° Est
Rai 4K (DVB-S2 - FTA)
11727 V - 27500 - 3/4
Canale 210 UHD

Rai 4K è il primo canale italiano UHD gestito da Rai in collaborazione con Eutelsat per l'avvio delle trasmissioni 4K in Italia. È diffuso sulla piattaforma satellitare gratuita Tivùsat al canale 210 per tutti i televisori e decoder compatibili con DVB-S2 e supporto ad HEVC.

È inoltre presente sul digitale terrestre in Valle d'Aosta in una versione DVB-T2 del RAI Mux 5 che ha però una programmazione totalmente diversa dalla versione "ufficiale" sul satellite.

Indice

Versione satellitareModifica

Il primo evento ad essere trasmesso sul canale fu la partita Polonia - Portogallo, primo incontro dei quarti di finale del Campionato europeo di calcio 2016, trasmesso in diretta il 30 giugno 2016[1]. Nei giorni seguenti vennero trasmesse le partite rimanenti, inclusa la finale.

Dal 18 ottobre all'8 novembre 2016 il canale trasmise la prima serie televisiva in ultra alta definizione, I Medici.

Il 3 luglio 2017 venne trasmesso il documentario Stanotte a Venezia in versione 4K HDR, tecnica che consente il massimo livello qualitativo di immagini[2].

Il 12 dicembre 2017 è stato trasmesso il film di Dario Argento Suspiria.[3][4]

La notte del 24 dicembre si è potuta vedere la Santa Messa della Notte di Natale. Per l'occasione, il canale è stato in chiaro per tutta la serata, permettendo la visione anche senza la tessera Tivùsat.

A partire dal 4 gennaio 2018 vengono diffuse quattro puntate del nuovo documentario a cura di Alberto Angela intitolato Meraviglie - La penisola dei Tesori. Come ospiti intervengono: Andrea Camilleri, Gianna Nannini, Monica Bellucci, Paolo Conte.[5]

Il 17 marzo 2018 il canale si riaccende per trasmettere il film Elysium alle 13:30 in contemporanea con Rai 4.

Il 17 maggio 2018 il canale trasmette un altro film con Rai 4, The Equalizer - Il vendicatore.

Il 22 settembre 2018 il canale trasmette il documentario Stanotte a Pompei condotto da Alberto Angela. Dal 29 settembre al 20 ottobre 2018 è stato trasmesso il documentario Ulisse - Il piacere della scoperta.

A ottobre 2018 il canale trasmette la nuova stagione de I Medici.

Il 30 ottobre 2018, durante la trasmissione de I Medici il canale è stato pubblicizzato per la prima volta da Rai 1 con la scritta “4K ch 210 Tivùsat” sotto al logo di rete.

Il 28 novembre 2018 viene trasmessa in diretta la prima partita di Champions League Tottenham Inter.

Dal 4 al 25 marzo 2019 va in onda la miniserie televisiva Il nome della rosa.[6]

Dal 12 marzo al 9 aprile 2019 va in onda la nuova edizione del documentario Meraviglie - La penisola dei tesori.[6]

Il 17 aprile 2019 il canale torna a trasmettere in HDR con la partita di calcio Manchester City - Tottenham.

Il 21 aprile 2019 viene trasmessa in chiaro la Messa Pasquale dalla Basilica di San Pietro.

Versione sul DTTModifica

In Valle d'Aosta è presente una versione sempre attiva del canale per un test in DVB-T2. Trasmette programmi di repertorio Rai e ha l'HDR sempre attivo. Curiosamente, inoltre, mantiene ancora il vecchio logo.

LoghiModifica

NoteModifica

  1. ^ Europei, si riparte. Stasera Polonia-Portogallo, sfida tra Lewandowski e Cr7, in rainews. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  2. ^ Stanotte a Venezia lunedi 3 Luglio per la prima volta in 4K HDR sul canale 210 Tivùsat - Digital-News, in Digital News, 29 giugno 2017. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  3. ^ Rai riaccende il canale 4K: oggi c'è Suspiria, su dday.it. URL consultato il 2 gennaio 2018.
  4. ^ "Suspiria" di Dario Argento questa sera su Rai 4K (tivùsat), su altadefinizione.hdblog.it. URL consultato il 2 gennaio 2018.
  5. ^ Meraviglie. La penisola dei Tesori, su tivusat.tv. URL consultato il 2 gennaio 2018.
  6. ^ a b Rai 4K: a marzo "Il nome della rosa" e le nuove trasmissioni di Alberto Angela, su altadefinizione.hdblog.it, 2 marzo 2019. URL consultato il 9 marzo 2019.

Voci correlateModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione