Apri il menu principale

Rai Friuli-Venezia Giulia

Rai Friuli Venezia Giulia
Rai FVG.jpg
Paese Italia Italia
Lingua italiano, friulano, sloveno
Tipo generalista
Data di lancio 1931
Direttore Guido Corso
Sede principale Trieste, via Fabio Severo, 7
Sito sedefvg.rai.it - sedezfjk.rai.it

Rai Friuli Venezia Giulia (Rai Furlanija Julijska Krajina in sloveno e Rai Friûl Vignesie Julie in friulano) è la filiale periferica della Rai Radiotelevisione Italiana nella regione autonoma Friuli-Venezia Giulia.

La sede centrale è a Trieste, con redazioni periferiche dislocate a Udine, Pordenone e Gorizia.

Dovendo per contratto di servizio dedicare parte della programmazione alle minoranze linguistica presenti sul territorio regionale, la sede triestina affianca alla programmazione italiana un palinsesto in sloveno, per il quale dispone di un'apposita redazione, di una rete televisiva, Rai 3 BIS FJK, e di una radiofonica, Rai Radio Trst A. Rai FVG produce altresì programmi radiotelevisivi in lingua friulana.

Indice

StoriaModifica

La prima stazione radiofonica venne aperta nel 1931 con la denominazione Radio Trieste[1]. Sotto l'occupazione tedesca della città (1943-1945) assunse il nome Radio Litorale Adriatico, irradiando trasmissioni in tedesco, italiano e sloveno.

Il 5 maggio 1945, con l'arrivo delle truppe jugoslave a Trieste, l'emittente assunse il nome di Radio Trieste Libera - Radio svobodni Trst; nel mese di giugno essa passò sotto il controllo del governo militare alleato. Dopo un anno di irradiazione di programmi sloveni e italiani alternati sulla stessa frequenza, le trasmissioni slovene si collocarono su una frequenza propria, assumendo il nome di Radio Trst A. Il palinsesto comprendeva, oltre alle trasmissioni sulla realtà locale, anche trasmissioni in lingua slovena, italiana e croata.

Nel 1954 la città di Trieste tornò all'Italia; nel giro di un anno, il 1º luglio 1955, Radio Trieste divenne formalmente la filiale regionale della Rai Radiotelevisione italiana per il Friuli-Venezia Giulia.

 
sede di Rai FVG a Trieste

Nel 1964 il primo ministro Aldo Moro inaugurò la nuova sede radiotelevisiva triestina, al civico 7 di via Fabio Severo.[2]

Nel 1994 alcuni inviati della sede regionale (il giornalista Marco Luchetta, il telecineoperatore Saša Ota e lo specializzato di ripresa Dario D'Angelo) vennero uccisi a Mostar da una granata mentre stavano realizzando uno speciale per il TG1 sui bambini vittime della guerra nell'ex Jugoslavia. Nello stesso anno persero altresì la vita in un agguato per le strade della capitale somale Mogadiscio la giornalista del TG3 Ilaria Alpi ed il cineoperatore Miran Hrovatin.

A marzo del 1995 ebbe inizio la programmazione televisiva in lingua slovena, con l'apertura del canale dedicato Rai 3 BIS FJK, che inizialmente copriva le sole province di Trieste e Gorizia, affiancandosi alla stazione radiofonica Rai Radio Trst A[3].

Il 22 dicembre 2010, analogamente a tutte le emittenti televisive pubbliche e private della regione, la sede Rai di Trieste converte le proprie trasmissioni dallo standard analogico al digitale terrestre; contestualmente la copertura del segnale della rete televisiva slovena viene estesa all'intero territorio regionale.[4]

Dal 13 dicembre 2011 Rai 3 TGR FVG è visibile anche sul satellite Eutelsat Hot Bird (piattaforma tivùsat LCN 113) per permettere a tutti gli utenti della regione autonoma la ricezione dei programmi regionali prodotti dalla sede triestina della Rai.[5]

Il 1º agosto 2013 viene attivato il nuovo portale internet, trilingue (italiano, sloveno e friulano) di Rai Friuli Venezia Giulia.[6]

Il 6 maggio 2014 viene festeggiato il 50º anniversario dell'apertura a Trieste della sede regionale della Rai. Con l'occasione vengono organizzati eventi, trasmissioni speciali e una giornata "porte aperte" per la visita della sede storica di via Fabio Severo.[7]

Il 19 gennaio 2015 il telegiornale regionale italiano e il notiziario sloveno (TDD) hanno convertito la produzione alla tecnologia digitale: lo switch-off tra il vecchio e il nuovo sistema avvenne in concomitanza con la messa in onda del TGR delle 14:00 e del TDD delle 20:30.[8]

Programmazione in lingua italiana e friulanaModifica

TelevisioneModifica

 
Targa all'ingresso della sede Rai di Trieste

Analogamente al resto del territorio nazionale, dal 1979 la sede trasmette sulle frequenze di Rai 3 le edizioni del TG Regione del Friuli-Venezia Giulia alle ore 14:00 (comprendendo altresì collegamenti con le redazioni di Udine e di Pordenone), alle 19:35 e alle 00:10. L'edizione delle ore 14:00 viene trasmessa anche da TV Koper-Capodistria alle ore 14:00. La sede cura i programmi televisivi:

  • Buongiorno Regione: appuntamento d'informazione mattutino di 30 minuti in onda alle 7:30 dal lunedì al venerdì
  • Estovest: rubrica giornalistica sui Paesi dell'Est e Centro-Europa, in onda la domenica alle 11:00
  • Lynx Magazine: magazine transfrontaliero irradiato nel Triveneto e dalle tv pubbliche aderenti alla Comunità di lavoro Alpe Adria

Dal 13 dicembre 2011, a seguito di un accordo tra la Rai e la Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia, il segnale di Rai 3 TGR FVG viene irradiato sul satellite Eutelsat Hot Bird 13° Est, all'interno della piattaforma tivùsat (canale 113 LCN) per garantire all'intera utenza televisiva regionale l'accessibilità alla programmazione in quanto il DTT, causa l'orografia regionale, non è in grado di assicurare la totale copertura.[5]

RadioModifica

Sulle frequenze regionali di Rai Radio 1, dal lunedì al sabato, la sede regionale propone quattro edizioni del GRR, alle 7:18 (durata di circa quaranta minuti, comprese le informazioni sul traffico), alle 12:30 (circa mezz'ora), alle 15:00 - al sabato alle 14:30 - per una durata di un quarto d'ora, e alle 18:30 per circa mezz'ora. Al termine del GRR del mattino un'edizione regionale di Onda Verde curata della sezione ACI di Trieste. La domenica le edizioni del GRR sono tre: alle 8:30 (da venti minuti), alle 12:15 (10 minuti) e alle 18:30 (circa mezz'ora). Sulle stesse frequenze vanno in onda altre trasmissioni a carattere regionale: Babel; Chi è di scena; Dove la lingua batte; Il lavoro la mobilità, l'uomo; Libri a nord-est; Obiettivo Friuli; Racconti sceneggiati; Rotocalco incontri; Speciale è storia; Strade del sacro; Tracce; Vuè o fevelìn di; Chiaro e tondo; Chi mi aiuta se...; Giovani e comunicazione; Le voci della montagna; Migranti; Per piccina che tu sia; Riverberi; Start Up; Topoditeca; Un tranquillo weekend da paura.

Il segnale regionale è diffuso in FM, sul mux 1 del digitale terrestre e in diretta streaming sul sito web di Rai FVG, ove sono presenti anche servizi podcast.

Programmi radiofonici per le minoranze italiane in Slovenia e CroaziaModifica

In onde medie, dal lunedì al sabato dalle 15:45 alle 16:45, la redazione triestina diffonde "l'Ora della Venezia Giulia" un programma radiofonico dedicato alla minoranza italiana presente nell'Istria slovena, a Fiume e nella Dalmazia (Croazia), unica minoranza autoctona che l'Italia ha fuori dai propri confini. Il programma è costituito da due appuntamenti:

  • "Notiziario" : radiogiornale di 15 minuti curato dalla redazione giornalistica della TGR Friuli-Venezia Giulia;
  • "Sconfinamenti" : spazio quotidiano, dal lunedì al sabato, di attualità e cultura su temi di interesse comune a cura della struttura di programmazione italiana della sede Rai FVG. Il venerdì il programma viene realizzato in collaborazione con l'Università Popolare di Trieste.

La domenica, dalle 14:30 alle 16:00, i programmi per le minoranze linguistiche propongono spazi dedicati alla cultura, alla prosa, alla religione e le rubriche Libri a nord-est, Strade del sacro, Il pensiero religioso. Ad essi si aggiunge un radiogiornale di 15 minuti alle 15:45, la domenica alle 15:30.

Il segnale radiofonico in onde medie, irradiato dal trasmettitore di Venezia1, è ricevibile sulla frequenza di 936 kHz in tutto il bacino dell'Alto Adriatico ed è proposto in diretta streaming sul sito web della Rai regionale.

Programmazione in lingua slovenaModifica

Rai Furlanija Julijska Krajina
 
Paese   Italia
Lingua sloveno
Tipo generalista
Direttore Guido Corso
Sede principale Trieste, via Fabio Severo, 7
Sito sedefvg.rai.it - sedezfjk.rai.it

Rai 3 BIS FJKModifica

Il canale televisivo in lingua slovena, nato a marzo 1995,[9] trasmette su tutto il territorio regionale dalle ore 18:40 alle 22:30, ripetendo il segnale di Rai 3 nazionale per il resto della giornata. È posizionato all'LCN 103 del DTT.

Alle 20:30 diffonde, in diretta, il telegiornale regionale TDD Furlanija-Julijska Krajina replicato in seconda serata su TV Koper-Capodistria e in terza serata sul terzo canale televisivo pubblico sloveno RTVSLO3, mentre alle 19:00 propone in simulcast il telegiornale, in italiano, di TV Koper-Capodistria.

Rai Radio Trst AModifica

Inizia le trasmissioni alle 7:00 (alle 8:00 la domenica) e le termina alle 19:35; dalle ore 19:36 alle ore 06:59 trasmette in simulcast Rai Radio Tutta Italiana. Realizza una programmazione completamente in lingua slovena rivolta alla medesima minoranza linguistica presente in regione.

Dal lunedì alla domenica trasmette radio giornali regionali della durata di venti minuti: alle 07:00 (Jutranji radijski dnevnik - alle 08:00 la domenica), alle 13:00 (Opoldanski radijski dnevnik) e alle 19:00 (Večerni radijski dnevnik) e radio giornali regionali della durata di dieci minuti alle 08:00 e alle 10:00 (questi due solo dal lunedì al sabato), alle 14:00 e alle 17:00.

Trasmette in FM sul territorio del Friuli-Venezia Giulia e litorali di Slovenia e Croazia, sul mux 1 del digitale terrestre in Friuli-Venezia Giulia, in streaming sul portale web di Rai FVG, ove sono disponibili anche dei podcast e in onde medie sui 981 Khz (=305,81 m).

TelevideoModifica

La sede irradia un proprio servizio teletext all'interno della piattaforma Rai Televideo. Esso è disponibile sul digitale terrestre e via satellite; dalla pagina 300 in avanti offre una serie di informazioni di carattere regionale su istituzioni, turismo, tempo libero, sport, meteo, trasporti, teatro, cinema, farmacie.

Teca apertaModifica

Nella sede di Trieste è operativo il servizio "Teca aperta", iniziativa della Rai Direzione Coordinamento Sedi Regionali, con la possibilità di accedere, su prenotazione, ad un vasto catalogo multimediale costituito da: 24.000 ore di programmi tv regionali, 564.000 ore di radio, 35.000 fotografie, 80.000 copioni, 2.500 manifesti storici. Il materiale multimediale di Teca aperta è acquistabile.

InternetModifica

La sede gestisce un proprio sito web, realizzato da Rai Net, ove è possibile conoscere l'intera programmazione settimanale delle reti radio e tv, seguire in diretta streaming i programmi regionali, rivederli e scaricarli in podcast.

NoteModifica

  1. ^ Botteri G., Collini R., Radio Trieste 1931-2006. Un microfono che registra 75 anni di storia, Roma, Rai-Eri, 2007. ISBN 88-397-1410-3
  2. ^ [icerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2014/10/10/NZ_30_01.html I 50 anni della Rai: «Ma lo spartiacque fu il terremoto del '76»].
  3. ^ Slori - Slovenski raziskovalni inštitut[collegamento interrotto]
  4. ^ Dal 25 ottobre switch-off in Nord Italia, su televideo.rai.it.
  5. ^ a b Rai 3 Friuli Venezia Giulia sul satellite, su portale.italradio.org.
  6. ^ Sito internet per Rai Friuli Venezia Giulia, su portale.italradio.org.
  7. ^ CHE STORIA LA RAI… 50 anni della SEDE RAI per il Friuli Venezia Giulia, su museoschmidl.it.
  8. ^ Rai: Fvg passa alla tecnologia digitale, su ansa.it.
  9. ^ Elio Matarazzo, La Rai che non vedrai.

Collegamenti esterniModifica