Rai Sport 2

rete televisiva italiana nazionale
Rai Sport 2
Logo dell'emittente
Stato Italia Italia
Lingua Italiano
Tipo Tematico
Target 35-64 anni
Versioni Rai Sport 2 576i (SDTV)
(data di lancio: 18 maggio 2010)
Rai Sport 2 HD 1080i (HDTV)
(data di lancio: 1º agosto 2016)
Data chiusura 5 febbraio 2017
19 settembre 2016 (Rai Sport 2 HD)
Sostituito da Rai Sport
Canali affiliati Rai 1
Rai 2
Rai 3
Rai 4
Rai 5
Rai News 24
Rai Premium
Rai Movie
Rai Storia
Rai Gulp
Rai Yoyo
Rai Scuola
Rai Sport
Rai Italia
Editore Rai
Direttore Gabriele Romagnoli (2016-2017)

Rai Sport 2 è stato un canale televisivo tematico italiano edito dalla Rai, curato da Rai Sport e dedicato allo sport.

Era disponibile nelle zone coperte dal RAI Mux 2.

Fino al 14 settembre 2015 era gestito dalla sede Rai di Milano a livello redazionale e dalla sede di Torino per quanto concerne la messa in onda vera e propria.

StoriaModifica

Rai Sport 2 iniziò le trasmissioni il 18 maggio 2010, in concomitanza con una profonda ristrutturazione di tutti i canali Rai portata avanti durante la fase di switch off delle trasmissioni televisive analogiche italiane (il cui completamento è poi avvenuto nel 2012).

Lo stesso giorno la Rai cambiò il nome ad alcuni canali preesistenti fra i quali il primo canale sportivo, trasformandolo da Rai Sport + a Rai Sport 1.

La riorganizzazione dell'offerta fece insorgere alcune proteste da parte della redazione di Rai News (già Rai News 24) in quanto tale canale, pur passando su un'altra frequenza con maggiore copertura, dovette essere spostato per far posto a Rai Sport 2.

Nei primi mesi di trasmissione, Rai Sport 2 ha trasmesso alcuni eventi calcistici non agonistici di particolare rilevanza mediatica: uno di questi, ossia la presentazione della nazionale italiana di calcio radunatasi per l'imminente campionato mondiale in Sudafrica, inaugurò le trasmissioni del canale alle 14:30 del 18 maggio 2010.

Alcuni giorni dopo Rai Sport 2 ha proposto in diretta la presentazione ufficiale del nuovo allenatore dell'Inter Rafael Benítez. Nello stesso periodo sono state proposte le repliche delle sette partite della nazionale di calcio del campionato mondiale 2006 in Germania, con la telecronaca originale Rai di Marco Civoli e Sandro Mazzola e per la prima volta nel formato panoramico 16:9 (all'epoca Rai 1 le aveva trasmesse in 4:3 letterbox).

Dal 14 settembre 2015 Rai Sport 2 ha iniziato a ripetere la stessa programmazione di Rai Sport 1 ad eccezione di alcune ore della giornata.

Dal 1º agosto 2016, in occasione dei giochi olimpici e paralimpici di Rio 2016, il canale ha iniziato a trasmettere in alta definizione sulla piattaforma satellitare Tivùsat[1], dal 4 agosto 2016 sul digitale terrestre e dal 5 agosto in alta definizione assieme alle versioni di Rai 2 e Rai Sport 1 al canale 228 della piattaforma Sky Italia[2], in sostituzione della versione standard.

Dal 22 agosto 2016 ha continuato a trasmette in HD solo su Tivùsat mentre sul digitale terrestre e su Sky è rimasto disponibile esclusivamente in definizione standard.

Il 19 settembre la versione HD ha chiuso anche sul satellite, lasciando il posto a quella di Rai 5. Sempre per lo stesso giorno era prevista la chiusura del canale ma, in attesa di una riorganizzazione definitiva dei canali Rai Sport, le trasmissioni sono continuate fino al 4 febbraio 2017.[3]

Il 5 febbraio 2017 il canale ha terminato definitivamente le sue trasmissioni, sostituito da Rai Sport nella medesima numerazione del digitale terrestre.

ProgrammazioneModifica

Il canale, insieme alla gemella Rai Sport 1, trasmetteva cronache sportive e/o dirette 24 ore su 24 riguardanti varie discipline, compresi gli sport minori che non trovavano spazio sugli altri canali della TV di Stato.

La programmazione prevedeva ampio spazio anche per il calcio, il basket, il rugby, il ciclismo, l'hockey su ghiaccio, l'hockey su pista, il pugilato e lo sci alpino.

Occasionalmente Rai Sport 2 ospitava eventi normalmente trasmessi da Rai Sport 1 o addirittura dai canali generalisti, quando su questi ultimi occorreva dare spazio ad eventi di primo piano: così a volte il secondo canale ha trasmesso Sabato Sprint e Pr1mo Stadio - Anteprima Calcio nonché altre trasmissioni speciali dedicate ad occasionali anticipi o posticipi del campionato di calcio. Addirittura, un'intera puntata di Sabato Sprint (dedicata agli anticipi di Serie A e facente parte del palinsesto di Rai 2) andò in onda il 6 novembre 2010 su questo canale per lasciare spazio su Rai 2 alla trasmissione X Factor, mentre su Rai Sport 1 (che pure in passato aveva già trasmesso puntate speciali di Sabato Sprint) era in onda la diretta della finale della Fed Cup di tennis tra Stati Uniti e Italia.

La trasmissione fu poi replicata su Rai 2 al termine della puntata di X Factor.

All'inizio della programmazione nel 2010, in mancanza di eventi agonistici specifici, Rai Sport 2 veniva utilizzato per riproporre la stessa programmazione di Rai Sport 1 differita di un'ora, comprese le edizioni quotidiane del Tg Sport.

La nascita di Rai Sport 2 consentì alla Rai di offrire per la prima volta una copertura pressoché completa di importanti eventi agonistici quali il Tour de France 2010, i mondiali di ciclismo 2010, la Clásica San Sebastián, la Parigi-Tours e ancora i campionati mondiali di pallacanestro e pallavolo, maschili e femminili, disputatisi nell'autunno 2010.

Nel corso dell'anno 2011, Rai Sport 2 ha preso sempre più forma, con la nascita di rubriche d'informazione come Radiocorsa - dedicata al ciclismo - e altre d'archivio storico come Dedicato a... e Perle di Sport.

Durante il Tour de France 2011, in particolar modo nelle fasi finali della tappa di Plateau de Beille, gli ascolti della rete hanno raggiunto un picco massimo dell'11% di share con 1.132.000 telespettatori.

AscoltiModifica

Share 24h* di Rai Sport (ex Rai Sport 2)Modifica

[4]

Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Media anno
2011 0,11% 0,14% 0,19% 0,16% 0,14% 0,24% 0.80% 0,24% 0,30% 0.16% 0,13% 0,17% 0,23%
2012 0,19% 0,17% 0,26% 0,33% 0,68% 0,46% 0,87% 0,16% 0,28% 0,14% 0,16% 0,17% 0,30%
2013 0,18% 0,25% 0,29% 0,30% 0,21% 0,46% 0,70% 0,25% 0,31% 0,22% 0,16% 0,18% 0,28%
2014 0,23% 0,21% 0,25% 0,23% 0,81% 0,40% 1,02% 0,42% 0,37% 0,26% 0,15% 0,21% 0,36%
2015 0,18% 0,34% 0,23% 0,20% 0,18% 0,37% 0,33% 0,27% 0,19% 0,17% 0,12% 0,19% 0,23%
2016 0,19% 0,16% 0,18% 0,11% 0,35% 0,20% 0,33% 1,58% 0,21% 0,12% 0,13% 0,14% 0,30%
2017 0,17% 0,20% 0,27%

*Giorno medio mensile su target individui 4+

I dati si riferiscono a Rai Sport 2 fino all'11 febbraio 2017, dal 12 febbraio 2017 il canale diventa Rai Sport.

NoteModifica

  1. ^ Rai Sport 2 HD sul canale 112 Tivùsat e presto anche sul DTT canale 558 - Digital-News, su digital-news.it, 2 agosto 2016. URL consultato il 4 agosto 2016.
  2. ^ Rai 2 HD, Rai Sport 1 HD e Rai Sport 2 HD sono visibili su Sky - HDblog.it, su altadefinizione.hdblog.it. URL consultato il 22 gennaio 2018.
  3. ^ Rai Sport, solo donne al Tg (ma scoppia la rivolta), su repubblica.it, 15 settembre 2016. URL consultato il 18 settembre 2016.
  4. ^ Copia archiviata, su auditel.it. URL consultato il 23 aprile 2017 (archiviato dall'url originale il 7 maggio 2017).

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione