Apri il menu principale

Ramon il Messicano

film del 1966 diretto da Maurizio Pradeaux
Ramon il Messicano
Paese di produzioneItalia
Anno1966
Durata93 min
Generewestern
RegiaMaurizio Pradeaux
SoggettoMaurizio Pradeaux
SceneggiaturaMaurizio Pradeaux
ProduttoreMarino Carpano
Casa di produzioneMagic Films
Distribuzione in italianoDistribuzione Regionale
FotografiaOberdan Troiani
MontaggioEnzo Alabiso
Effetti specialiEugenio Ascani
MusicheFelice Di Stefano
ScenografiaClaudio Giambanco
CostumiSergio Selli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ramon il Messicano è un film del 1966 diretto da Maurizio Pradeaux.

TramaModifica

Agua Prieta (Messico). Ai piedi di un paesaggio roccioso due clan rivali si contendono il potere: i Morales e i Baxter. Lungo la riva del fiume, Esmeralda (Wilma Lindamar) mentre fa il bagno viene molestata da un brutto ceffo, Juan Morales (Antonio Basile). I fratelli John (Ferruccio Viotti) e Slim Baxter (Jean Louis) lo prendono a pugni e infine lo uccidono. È l'inizio di una lunga serie di cruenti ripicche.

Più tardi, infatti, il pistolero Ramòn Morales detto "il Messicano" (Claudio Undari), padrone del paese, va al ranch di Reed (Ugo Sasso), ma non trovando Slim – esecutore materiale dell'omicidio – uccide il capostipite degli americani Baxter, per vendicare la morte di Juan, e rapisce Esmeralda, designandola sua futura moglie, anche se era già legata a Slim Baxter.

Frattanto, per aver ucciso un Morales lo sceriffo ha posto sulla testa di Slim una taglia da 500 dollari, il quale su consiglio del padre si era nascosto fra le montagne del Peñón con il suo gruppo. Slim è informato di quanto è accaduto al padre e a Esmeralda dal vecchio amico Joselito (Renato Trottolo). Baxter sfida Ramon ma dopo il duello resta in fin di vita. Esmeralda, ancora innamorata di Slim, promette alla madonna di donarsi interamente a Ramòn se risparmierà dalla morte Slim.

Definitivamente guarito, Slim uccide in un agguato due degli uomini di Morales. Intanto, dalle montagne giunge Kelton Towers (Claudio Biava), un pistolero che vuole riscuotere la taglia di 1000 dollari che pende su un altro dei Baxter, Jack Karson. Kelton si avvicina al gruppo dei Baxton e chiede a Slim soldi e armi per rinunciare alla cattura di Karson. Inoltre, Kelton li informa dell'imminenza del passaggio di tre diligenze destinate ai Morales, cariche di fucili dalla frontiera, segno dell'inasprimento della ripresa della guerra tra i due gruppi.

Slim fa esplodere uno dei carri in corsa, pieno di polvere da sparo e di winchester, per poi scappare dai suoi familiari. Mentre John riaccompagna il fratello Slim a casa dopo la fuga, la vendetta senza limiti di Ramòn non si fa attendere: assieme ai suoi uomini uccidono tutti gli yankees del ranch dei Baxter, compresa la cameriera Patty che assiste la vecchia capostipite (Laura Nucci), appena morta dallo spavento.

John Baxter scopre la strage e va in paese per ottenere giustizia dalla legge. Non ha ancora finito di ragguagliare lo sceriffo, quando Ramòn uccide a bruciapelo John.

Il giorno delle nozze di Ramòn con Esmeralda tutto il clan dei Morales è in festa: il reverendo che aspettavano in arrivo con la diligenza nella piazza del paese è in realtà Slim Baxter, da tempo sparito tra le montagne, perfezionatosi in velocità e in precisione di tiri per preparare la ritorsione contro i Morales.

Esmeralda si lancia ai piedi dell'ex innamorato, mentre Slim uccide implacabilmente quattro uomini compreso il rivale Ramòn. Lo sceriffo, accanto ai Morales morti, salva la vita a Slim uccidendo Kelton, pronto a colpirlo a tradimento alle sue spalle e che bramava di diventare il nuovo leader dei due clan.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema