Apri il menu principale

Raphia (botanica)

genere di pianta della famiglia Arecaceae

DescrizioneModifica

 
Infruttescenza con frutti.

Le piante di questo genere hanno fusti alti sino a 20 m e foglie pennate spesso altrettanto lunghe: le foglie di Raphia regalis, con i loro 25 m, sono considerate le foglie più lunghe tra tutte le angiosperme[3].

Sono piante monocarpiche, che fioriscono e fruttificano una sola volta nella loro vita e muoiono una volta che si è compiuta la maturazione dei semi. Dopo che il vecchio fusto si è disseccato la pianta genera nuovi fusti dai polloni.

TassonomiaModifica

Il genere comprende le seguenti specie:[1]

Distribuzione e habitatModifica

La maggior parte delle specie del genere Raphia si trovano nell'Africa subsahariana ed in Madagascar; una specie, R. taedigera, è nativa del Sud America, e una, R. australis, del Sudafrica, al confine tra KwaZulu-Natal e Mozambico.[senza fonte]

UsiModifica

 
Fibra di Rafia

Dalle foglie si ricava una fibra tenace e grossolana, la rafia, impiegata nell'industria dei cordami, in alternativa alla juta, nella cesteria e negli articoli da intreccio. Un uso tradizionale, ancora presente. è l'utilizzo come guarnizione nel montaggio di giunti filettati di piccole tubazioni.

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Raphia, in The Plant List. URL consultato il 20 maggio 2015.
  2. ^ Uhl NW & Dransfield J, Genera Palmarum: A Classification of Palms Based on the Work of Harold E. Moore, Jr., Lawrence, Kansas, Allen Press, 1987, ISBN 978-0-935868-30-2.
  3. ^ Hallé, F., The longest leaf in palms?, in Principes, vol. 21, 1977, p. 18.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica