Apri il menu principale

In fisica, in particolare in meccanica quantistica, il rapporto giromagnetico di un sistema o di una particella è dato dal rapporto tra il momento magnetico e il momento angolare del sistema o della particella, ed è denotato dal simbolo γ. La sua unità di misura è radianti su secondo per Tesla (s-1·T -1), o equivalentemente Coulomb su kilogrammo (C·kg-1).

Il termine "rapporto giromagnetico" è spesso usato come sinonimo di fattore-g, una quantità molto simile ed adimensionale.

Indice

Rapporto giromagnetico di una carica orbitanteModifica

Data una carica elettrica che ruota attorno ad un asse di simmetria, essa possiede sia un momento di dipolo magnetico che un momento angolare orbitale. Il rapporto giromagnetico è in tal caso:

 

dove q è la carica ed m la sua massa.
Detto r il raggio dell'orbita e A = πr2 l'area delimitata da essa, e detta m la massa e L=mvr il momento angolare, si ha infatti che l'intensità del momento di dipolo magnetico è

 

così che il rapporto giromagnetico è il rapporto tra momento di dipolo magnetico e momento angolare.
Nel caso dell'elettrone, il valore del fattore-g è:[1]

 

Il rapporto giromagnetico dell'elettrone è:[2]

 

Anche i rapporti giromagnetici di altre particelle sono stati misurati con buona precisione, quali quelli del protone, del neutrone e del muone.

Rapporto giromagnetico e precessione di LarmorModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Precessione di Larmor.

Ogni sistema libero con un dato rapporto giromagnetico se messo in un campo magnetico B che non sia allineato con il suo momento magnetico precede con una frequenza f proporzionale al campo:

 

Il rapporto giromagnetico determina quindi la frequenza della precessione di una particella in un campo magnetico.

Il rapporto giromagnetico nucleareModifica

Il rapporto giromagnetico del nucleo atomico gioca un ruolo centrale nella risonanza magnetica nucleare in chimica e in medicina. Questo rapporto, che differisce da nucleo a nucleo, indica la frequenza con cui un nucleo precede attorno ad un campo magnetico esterno. Il valore di questo rapporto è positivo se momento magnetico e momento angolare sono paralleli negativo se sono antiparalleli.

Di seguito vengono presentati i rapporti giromagnetici   (espressi in MHz/T) di alcuni nuclei maggiormente usati nella risonanza magnetica nucleare.

1H 42.5756 MHz/T
3He 32.4326 MHz/T
7Li 16.5464 MHz/T
13C 10.7052 MHz/T
19F 40.0538 MHz/T
23Na 11.262 MHz/T
31P 17.2348 MHz/T
129Xe 11.778 MHz/T

NoteModifica

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica