Apri il menu principale
Ray Stevenson alla prima di Divergent (2014)

George Raymond "Ray" Stevenson (Lisburn, 25 maggio 1964) è un attore nordirlandese.

Stevenson è principalmente noto per aver interpretato Tito Pullo nella serie televisiva Roma prodotta da Rai/BBC/HBO, e per aver dato il volto al personaggio dei fumetti Frank Castle in Punisher - Zona di guerra.

Indice

BiografiaModifica

Ray Stevenson ha sognato sin da bambino di divenire un attore.

Nel 2004 ottiene un ruolo importante in King Arthur, insieme a Clive Owen, Keira Knightley e Ioan Gruffudd. La consacrazione arriva un anno dopo, nel 2005, quando partecipa alla serie televisiva Roma, interpretando Tito Pullo.

Con il successo ottenuto, nel 2008 Stevenson viene scritturato come protagonista dell'horror Outpost, diretto da Steve Barker, e partecipa a Aiuto vampiro di Paul Weitz, adattamento dei libri di Darren Shan, accanto a Willem Dafoe, Ken Watanabe e Salma Hayek.

Nel 2008 interpreta il protagonista Frank Castle nel reboot dell'antieroe dei fumetti Marvel Punisher - Zona di guerra, per la regia di Lexi Alexander.

Nel 2011 interpreta Volstagg nel film Thor diretto da Kenneth Branagh, ruolo che riprende nel sequel Thor: The Dark World nel 2013, e Porthos in I tre moschettieri.

Nel 2012 fa parte del cast di Dexter, dove interpreta il boss della mafia ucraina Isaak Sirko.

Nel 2014 e 2015, rispettivamente, interpreta il ruolo di Marcus Eaton nel film distopico Divergent e nel suo sequel, Insurgent.

Dal 2016 al 2017 interpreterà il pirata Edward Teach, meglio noto come Barbanera, nella serie televisiva statunitense Black Sails.

Vita privataModifica

Dal 1997 al 2005 è stato sposato con l'attrice Ruth Gemmell.

Dal 2005 è legato all'antropologa italiana Elisabetta Caraccia, conosciuta sul set della serie Roma; hanno avuto tre figli, Sebastiano Derek (2007) e Leonardo George (2011) e Lodovico (2013)

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Stevenson è stato doppiato da:

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN71019478 · ISNI (EN0000 0000 7849 9789 · LCCN (ENno99006730 · GND (DE139863567 · BNF (FRcb156179786 (data) · WorldCat Identities (ENno99-006730