Apri il menu principale
Re Gnocco
Re gnocco 1964.jpg
Re Gnocco del 1964
1ª app. in1872
SessoMaschio
Etniaitaliana
Luogo di nascitaCastel Goffredo
Data di nascita1872
Castel Goffredo, Carnevale 1987.
Castel Goffredo, Carnevale 2015. Sullo sfondo la torre civica.

Re Gnocco è la tradizionale maschera del Carnevale di Castel Goffredo, in provincia di Mantova.[1]

Indice

CaratteristicheModifica

Di fattezze robuste, indossa parrucca e corona, è vestito con mantello di ermellino e abito finemente lavorato. Nella mano destra regge un'enorme forchetta sopra la quale campeggia un grande gnocco, simbolo della festa ed è attorniato dalla sua corte di variopinti personaggi.

OriginiModifica

Lo storico castellano Carlo Gozzi fa riferimento ad un carnovale a Castel Goffredo già il 18 febbraio 1817.[2] La maschera di Re Gnocco I risale al 1872,[3][4] mentre la prima documentazione relativa alla incoronazione di Re Gnocco III è ricordata in un manifesto di grande formato datato 30 gennaio 1875.[5] Il popolo di Castel Goffredo iniziò dunque a festeggiare il suo carnevale alla fine dell'Ottocento creando il “Re Gnoccolaro” con la sua corte, quasi per simpatia con la maschera veronese di Papà del Gnoco, col quale è gemellato dal 1980. Il re viene scelto tra il popolo e la sua elezione rimane segreta sino al venerdì (venerdì gnoccolaro appunto), giorno in cui si presenta alla piazza in festa.

Ogni quattro anni, nel giorno della sua incoronazione - il venerdì gnoccolaro - il re pronuncia il discorso della corona davanti ai suoi sudditi, ai quali vengono distribuiti gratuitamente gli gnocchi nella rinascimentale Piazza Mazzini.

Casa dinastica degli GnocchiModifica

NoteModifica

  1. ^ Turismo Mantova. Tradizioni popolari.
  2. ^ Carlo Gozzi, Raccolta di documenti per la storia patria ed effemeridi storiche patrie, Tomo II, Castel Goffredo, 1840.
  3. ^ Gualtierotti, p.12.
  4. ^ Pro Loco Castel Goffredo (a cura di), Castel Goffredo. Lo scrigno dei venti, Guidizzolo, 2007.
  5. ^ Gualtierotti, p.13.
  6. ^ Il Carnevale impazza: ecco il nuovo Re Gnocco.
  7. ^ Carnevale dimezzato a Castel Goffredo: ipotesi tre giorni in uno.

BibliografiaModifica

  • Piero Gualtierotti, Re Gnocco: storia illustrata del carnevale di Castel Goffredo, Castel Goffredo, 1978. ISBN non esistente
  • Carlo Gozzi, Raccolta di documenti per la storia patria od Effemeridi storiche patrie. Tomo II, Mantova, 2003, ISBN 88-7495-059-4.
  • Pro Loco Castel Goffredo (a cura di), Castel Goffredo. Lo scrigno dei venti, Guidizzolo, 2007. ISBN non esistente

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia