Apri il menu principale

Recte valere et sapere, duo bona vitae sunt

locuzione latina

La locuzione latina recte valere et sapere, duo bona vitae sunt (letteralmente, "avere buona salute e sano intelletto sono due beni della vita") non sembra trovare riscontri nella letteratura latina classica e cristiana.

Si tratta invece di una massima (la numero 104) contenuta in un'opera molto posteriore, gli Adagia del teologo protestante Johann Jakob Grynaeus (Francoforte 1556), nella quale, sulla base di altre raccolte antologiche del tempo, sono raccolti detti, modi di dire e sententiae che, come chiarisce il sottotitolo, "furono in uso presso i Greci, i Latini, gli Ebrei, gli Arabi etc."

Voci correlateModifica

  Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina