Red Bull Powertrains

La Red Bull Powertrains, nota anche con l'acronimo RBPT, è un'azienda britannica produttrice di propulsori di proprietà dell'azienda austriaca attiva nel settore alimentare Red Bull GmbH, e controllata dalla squadra automobilistica Red Bull Racing che gareggia nel campionato mondiale di Formula 1.

Red Bull Powertrains Ltd
StatoBandiera del Regno Unito Regno Unito
Forma societariaSocietà a responsabilità limitata
Fondazione2021
Fondata daHelmut Marko
Sede principaleMilton Keynes
GruppoRed Bull Racing
Persone chiave
SettoreAutomobilistico
ProdottiMotori
Sito webwww.redbull.com/int-en/projects/red-bull-powertrains
Honda RBPT
Fornitore dimotori
Stagioni disputate2022-
GP disputati44
GP vinti38
Pole position22
Giri più veloci20
Include le statistiche dei motori RBPT
Aggiornamento: Gran Premio di Abu Dhabi 2023

Storia modifica

Dal suo esordio nel 2005 la Red Bull Racing, così come dall'anno successivo la scuderia satellite Toro Rosso (rinominata prima in AlphaTauri e poi in RB), aveva gareggiato in Formula 1 come semplice costruttore, acquistando i motori da altre aziende, quali Cosworth, Ferrari, Renault e Honda.

Nel corso del 2021, però, in seguito al programmato ritiro di Honda a partire dalla stagione 2022, il team anglo-austriaco decide di diventare un motorista a tutti gli effetti, sviluppando in casa le proprie power unit. In tal senso, il 15 febbraio 2021 viene fondata la società Red Bull Powertrains (RBPT)[1]. Il successivo 23 aprile viene annunciata l'assunzione nel ruolo di direttore tecnico di Ben Hodgkinson, dal 2017 al 2021 a capo della Mercedes AMG High Performance Powertrains, l'azienda costruttrice dei motori della rivale Mercedes AMG F1 e già da vent'anni al lavoro nel suo stabilimento di Brixworth, mentre il 6 maggio si aggiungono altri cinque ex dipendenti dell'azienda anglo-tedesca: Steve Blewett come direttore di produzione, Omid Mostaghimi, a capo dei settori motore, elettronica e recupero energetico, Pip Clode come capo di progettazione meccanica per il recupero energetico, Anton Mayo, responsabile della progettazione unità di potenza a combustione e Steve Brodie, leader delle operazioni della parte termica[2].

A causa del congelamento degli sviluppi e dei regolamenti condivisi[3], per il campionato 2022 Honda continua ad assemblare i propulsori e fornire supporto operativo, con l'idea di un graduale distacco nelle due stagioni successive, per poi lasciare alla RBPT la piena responsabilità dal 2025. I motori autoprodotti vengono utilizzati sia dalla squadra principale Red Bull Racing sia dall'allora satellite AlphaTauri[1].

Dal 2023, a rafforzare la collaborazione tra Honda e Red Bull Powertrains, i motori vengono ribattezzati Honda RBPT. Nello stesso anno, viene annunciato un accordo di partnership con Ford per il periodo 2026-2030[4].

Note modifica

  1. ^ a b (EN) Red Bull agree deal to run Honda engine technology until 2025, su formula1.com, 15 febbraio 2021. URL consultato il 29 marzo 2022.
  2. ^ (EN) Red Bull Powertrains Further Strengthens Key Leadership Team, su redbullracing.com, 6 maggio 2021. URL consultato il 29 marzo 2022.
  3. ^ (EN) Engine freeze for 2022 agreed, with low-cost, sustainable power units set for 2025, su formula1.com, 11 febbraio 2021. URL consultato il 29 marzo 2022.
  4. ^ Ford torna in Formula 1: i dettagli dell'accordo con Red Bull Powertrains - Trasporti-Italia.com, su www.trasporti-italia.com. URL consultato il 7 febbraio 2023.

Collegamenti esterni modifica