Apri il menu principale
Reggiana Hockey Club
Hockey su pista Roller hockey pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px trisection vertical White HEX-FF0000 HEX-FFA500.svg Bianco, Rosso e Arancione
Dati societari
Città Reggio nell'Emilia
Paese Italia Italia
Confederazione CERH
Federazione Italia FIHP
Fondazione 1955
Scioglimento 1993
Presidente
Allenatore
Impianto sportivo Pala Fanticini
Palmarès
Scudetto
Scudetti 1

L'Hockey Club Reggio Emilia, chiamato anche Reggiana Hockey Club[1], era una squadra di hockey su pista di Reggio nell'Emilia.

Indice

StoriaModifica

Su iniziativa di Medoro Pinetti e Aldo Campioli, quest'ultimo importante tecnico di pattinaggio artistico, nasce ai giardini pubblici di Reggio Emilia nel 1937 il Dopolavoro Savoia.

  • Nel 1939 prima esibizione dell'Hockey Dopolavoro Savoia sulla pista scoperta di via Piave.
  • Il 25 agosto 1941 partita Dop. Savoia-Dop.Ferroviario Bologna sulla pista del Dopolavoro Officine Reggiane.
  • Nell'aprile 1942 sulla pista "Filippo Corridoni" delle Officine Reggiane "Torneo 23 marzo" fra il Dop. Saves di Alessandria, il Dop. Savoia e l'Ass. Hockey Novara. Il 27 settembre 1942 triangolare fra H.C. Novara, Pattinatori Italia di Firenze e il Dop. Savoia. Dopodiché l'attività sportiva viene sospesa a causa della guerra.
  • Nasce nel 1945 l'Associazione Reggio Sportiva che il 17 luglio costituisce la "Sezione Pattinaggio e Hockey".
  • Nel 1946 la Reggio Sportiva viene affiliata alla FIHP. I primi di gennaio giunge a Reggio Emilia Luigi Kullmann per allenare la squadra reggiana. A metà aprile 1947 sulla pista "CONI" dei giardini pubblici doppio confronto con l'Amatori Modena. Il 25 sulla pista ex Savoia l'ASSI di Firenze batte la Reggiana 5-3. La ditta "Motori Lombardini" di Reggio Emilia chiede di sponsorizzare la Reggiana Sportiva e l'abbinamento al nome della società reggiana.
  • La "Motori Lombardini", su mandato FIHP, organizza nelle date del 31 agosto e 1º settembre 1946 il girone B delle eliminatorie nazionali alle finali per il titolo di campione d'Italia. Le prime due classificate, l'H.C. Novara e l'H.C. Corniglianese si qualificano alle semifinali di Monza e Firenze. La finale è appannaggio della Juventus Novara.
  • Nel gennaio 1947 la Motori Lombardini Hockey Pattinaggio elegge il nuovo direttivo che decide l'iscrizione della squadra al campionato di Serie B. I verdi reggiani vincono il titolo emiliano 1947 a Bologna imbattuti.
  • Il 27 agosto 1948 sulla pista ex Savoia la Motori Lombardini sconfiggendo il Circolo Ferroviario Bologna nella finale del campionato emiliano accede alla semifinale del campionato nazionale. Il 17 ottobre a Verona la Motori Lombardini nel concentramento di finale giunge appaiata con la Pirelli di Milano e conquista l'accesso in Serie A.
  • A marzo 1949 vince 10-7 l'amichevole contro l'H.C. Forza e Costanza di Brescia guidata da Luigi Kullmann. L'8 maggio è a Novara a disputare il girone B delle eliminatorie della Serie A.
  • Dopo aver cambiato il presidenza e consiglio direttivo la Motori Lombardini decide di rinunciare alla Serie A 1950 iscrivendosi al campionato di Serie C.
  • Confermato l'abbinamento con la Motori Lombardini si disputa il campionato di Serie C 1951.
  • Nella stagione 1952 si accentua la crisi societaria. Pesanti le sconfitte nelle amichevoli precampionato (0-11 contro l'ASSI di Firenze). Il club rinuncia ad iscriversi al campionato di Serie C.
  • All'inizio della stagione 1953, con la rinuncia a proseguire l'attività sportiva, tifosi e appassionati fondano il Circolo Pattinatori Reggio. La ditta "Trattrici Landini" chiede l'abbinamento al nome del club, ma non si iscrive a nessun campionato.
  • All'inizio della stagione 1954 il "Circolo Pattinatori Trattrici Landini" elegge alla presidenza Antonio Capaldo. La squadra scende in pista con una maglia bianca e disputa il campionato emiliano. Dopo la vittoria per 9-8 ottenuta il 4 agosto contro l'H.C. Correggio, su incoraggiamento della FIHP si iscrive al campionato. A fine stagione il Circolo sospende definitivamente l'attività hockeystica. Sulle sue ceneri nasce nel 1955 l'H.C. Reggio Emilia.[2]

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Virdi, Volume 1 p. 168.
  2. ^ Dal libro della Reggiana "La nascita e la crescita dell'Hockey su pista Reggiano" conservato in Lega Nazionale Hockey a Milano, stralcio delle notizie pp. da 30 a 43.

BibliografiaModifica

  • Paolo Virdi, 50 minuti di gloria. Gli anni moderni dell'hockey pista. Volume 1, Lodi, Lodinotizie, 2012, ISBN 978-88-908803-0-8.

Voci correlateModifica

  Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport