Apri il menu principale
Regioni della Slovacchia

Le regioni della Slovacchia (in lingua slovacca kraje, singolare kraj) sono la suddivisione territoriale di primo livello del Paese e sono pari a 8; ciascuna di esse si articola ulteriormente in distretti.

Indice

ListaModifica

Localizzazione Stemma Regione Capoluogo Popolazione
(2011)
Superficie
(km2)
    Regione di Banská Bystrica
Banskobystrický kraj
Banská Bystrica 660 563 9 455
    Regione di Bratislava
Bratislavský kraj
Bratislava 602 436 2 052
    Regione di Košice
Košický kraj
Košice 791 723 6 752
    Regione di Nitra
Nitriansky kraj
Nitra 689 867 6 344
    Regione di Prešov
Prešovský kraj
Prešov 814 527 8 981
    Regione di Trenčín
Trenčiansky kraj
Trenčín 594 328 4 502
    Regione di Trnava
Trnavský kraj
Trnava 554 741 4 147
    Regione di Žilina
Žilinský kraj
Žilina 688 851 6 801

Evoluzione storicaModifica

Dal 1949 al 1990 e, di nuovo, a partire dal 1996, la Slovacchia è divisa in regioni; il loro numero, i confini e le funzioni sono cambiate parecchie volte durante gli ultimi 60 anni. Dal 1996 esistono otto regioni in cui è diviso il Paese e rientrano nei tre livelli di unità amministrative locali NUTS (Nomenclatura delle Unità Territoriali Statistiche) dell'Unione europea. Ogni kraj è diviso in un certo numero di distretti (in slovacco okres): in tutto il Paese ci sono attualmente 79 distretti.

Prima del 1949Modifica

Storicamente, la Slovacchia non era divisa in regioni, ma in contee (župy o stolice). Questo avveniva quando la Slovacchia era parte di:

Dal 1928 al 1939 (e formalmente dal 1945 al 1948) la Slovacchia formò l'unità amministrativa della "terra slovacca" (Krajina slovenská) all'interno della Cecoslovacchia.

Kraje dal 1949 al 30 giugno 1960Modifica

  • Bratislavský kraj (Regione di Bratislava)
  • Banskobystrický kraj (Regione di Banská Bystrica)
  • Košický kraj (Regione di Košice)
  • Nitriansky kraj (Regione di Nitra)
  • Prešovský kraj (Regione di Prešov)
  • Žilinský kraj (Regione di Žilina)

Ogni kraj fu chiamato come la città capoluogo.

Kraje dal 1º luglio 1960 al 19 dicembre 1990Modifica

  • Stredoslovenský kraj (Regione della Slovacchia centrale)
  • Východoslovenský kraj (Regione della Slovacchia orientale)
  • Západoslovenský kraj (Regione della Slovacchia occidentale)
  • Bratislava (prima del 22 marzo 1968 era parte della regione di Západoslovenský, in seguito divenne entità separata; dal gennaio 1971 un kraj a sé stante)

I kraje furono aboliti dal 1º luglio 1969 fino al 28 dicembre 1970, e in seguito reintrodotti.

Kraje dal 24 luglio 1996Modifica

Dopo un periodo senza suddivisione in regioni e senza nessun'altra entità che svolgesse le stesse funzioni tra il 1990 e il 1996, i kraje vennero reintrodotti nel 1996.

Dal 2002 la Slovacchia è inoltre divisa in 8 samosprávne kraje (Regioni Autonome), che sono chiamate, secondo la Costituzione, vyššie územné celky (Unità territoriali superiori), abbreviato in VÚC. Il territorio e i confini delle regioni autonome sono gli stessi di quelli dei kraje, pertanto la parola "kraj" può essere sostituita da "VÚC" o "samosprávny kraj". La principale differenza tra le due entità è l'elezione dei membri delle assemblee: i membri del kraj erano nominati dal governo, mentre quelli dei samosprávne kraje sono eletti dal popolo, e presentano una maggiore autonomia.

La riorganizzazione del territorio operata nel 1996 ha inciso negativamente sui diritti della minoranza ungherese (circa 600.000 persone), che sperava di poter ottenere qualche concessione in più (magari sul modello sudtirolese). I confini amministrativi introdotti nel 1996 sembrano infatti finalizzati a dividere in quattro regioni le aree abitate dagli ungheresi, in modo tale da evitare che questi ultimi possano aspirare a costituire delle entità autonome in cui poter difendere meglio la loro identità[1].

NoteModifica

  1. ^ Claudio Cerreti e Nadia Fusco, Geografia e minoranze, Carocci, Roma, 2007, 136-141

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Slovacchia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Slovacchia