Apri il menu principale
Reilly Opelka
Opelka WMQ18 (7) (42834211754).jpg
Reilly Opelka nel 2018
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 211 cm
Peso 102 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 17-17 (50%)
Titoli vinti 1
Miglior ranking 37º (14 ottobre 2019)
Ranking attuale 37º (14 ottobre 2019)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 2T (2019)
Francia Roland Garros Q3 (2017)
Regno Unito Wimbledon 3T (2019)
Stati Uniti US Open 2T (2019)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 2-6 (25,00%)
Titoli vinti 0
Miglior ranking 376º (19 febbraio 2018)
Ranking attuale 1017º (18 febbraio 2019)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon
Stati Uniti US Open 2T (2017)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 03 luglio 2019

Reilly Opelka (St. Joseph, 28 agosto 1997) è un tennista statunitense.

Caratteristiche tecnicheModifica

Alto 211 cm, è il tennista più alto della storia, a pari merito con il croato Ivo Karlović. Opelka è dotato di un servizio potentissimo, che raggiunge i 215 km/h. Come molti dei giocatori della sua stazza, ha come altro punto di forza il dritto e come punto debole la mobilità.[1]

CarrieraModifica

JuniorModifica

Opelka raggiunge i migliori risultati nel 2015 a Wimbledon, dove vince il torneo singolare (battendo in semifinale il numero 1 Taylor Fritz e in finale Mikael Ymer) e raggiunge la finale del torneo di doppio in coppia con Akira Santillan.

ProfessionistaModifica

Opelka fa il suo esordio nel circuito ATP ad Atlanta, dove viene sconfitto al primo turno da Shuichi Sekiguchi. Nello stesso anno partecipa anche alle qualificazioni degli US Open, dove si ferma al secondo turno.

Il 2016 è un anno ricco di soddisfazioni per l'americano. Entra per la prima volta in un main draw ATP (da lucky loser) a Houston, dove perde subito al primo turno con Sam Querrey. 4 mesi dopo arriva però l'exploit: semifinale a Atlanta, dove sconfigge tennisti del calibro di Kevin Anderson e Donald Young per poi perdere con John Isner. Raggiunge poi il secondo turno del master 1000 di Cincinnati dopo aver sconfitto Jérémy Chardy. A novembre arriva anche il primo sigillo nel circuito challenger, a Charlottesville, dove trionfa in finale contro Ruben Bemelmans.

Il 17 febbraio 2019 conquista il suo primo titolo ATP a New York, battendo in finale Brayden Schnur col punteggio di 6-1, 67-7, 7-67.

StatisticheModifica

SingolareModifica

Vittorie (1)Modifica

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Finals (0)
ATP Masters 1000 (0)
ATP World Tour 500 (0)
ATP World Tour 250 (1)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 17 febbraio 2019   New York Open, New York Cemento (i)   Brayden Schnur 6-1, 6(7)-7, 7-6(7)

Tornei minoriModifica

SingolareModifica

Vittorie (1)Modifica
Legenda tornei minori
Challenger (1)
Futures (0)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 5 novembre 2016   Virginia National Bank Men's Pro Championship, Charlottesville Cemento (i)   Ruben Bemelmans 6–4, 2–6, 7–6(5)

Finali Grand Slam juniorModifica

SingolareModifica

Vittorie (1)Modifica
Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (1)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 11 luglio 2015   Torneo di Wimbledon, Londra Erba   Mikael Ymer 7–6(7), 6–4

DoppioModifica

Sconfitte (1)Modifica
Tornei del Grande Slam
Australian Open (0)
Open di Francia (0)
Torneo di Wimbledon (1)
US Open (0)
N. Data Torneo Superficie Compagno Avversario in finale Punteggio
1. 11 luglio 2015   Torneo di Wimbledon, Londra Erba   Akira Santillan   Sumit Nagal
  Lý Hoàng Nam
6(4)–7, 4–6

NoteModifica

  1. ^ (EN) Profiling Reilly Opelka, su sportskeeda.com, 21 luglio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica