Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi René Schneider (disambigua).
René Schneider
Prats Schneider Cheyre-2.jpg

Comandante in capo dell'Ejército de Chile
Durata mandato 27 ottobre 1969 –
22 ottobre 1970
Presidente Eduardo Frei Montalva
Predecessore Sergio Castillo
Successore Carlos Prats

Dati generali
Partito politico Indipendente
René Schneider Chereau
René Schneider-BCN (cropped).JPG
Schneider in alta uniforme
31 dicembre 1913 – 25 ottobre 1970 (56 anni)
Nato aConcepción
Morto aSantiago del Cile
Dati militari
Paese servitoCile Cile
Forza armataCoat of arms of the Chilean Army.svg Esercito cileno
CorpoFanteria
Anni di servizio1929-1970
GradoGenerale di divisione
Comandante diCoat of arms of the Chilean Army.svg Esercito cileno (Comandante in capo 1969-1970)
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

René Schneider Chereau (Concepción, 31 dicembre 1913Santiago del Cile, 25 ottobre 1970) è stato un generale cileno. Comandante in capo dell'esercito cileno durante le elezioni presidenziali del 1970, quando fu assassinato durante un tentativo di sequestro, la sua morte a seguito delle ferite riportate nel tentativo di sequestro pose fine alla cosiddetta "Dottrina Schneider" contraria all'intervento militare nella vita politica ed aprì la strada al golpe che tre anni dopo portò il Cile alla dittatura militare.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Concepción, il 31 dicembre 1913. Entrò nell'esercito nel 1929, e dopo una brillante carriera, fu nominato comandante in capo dell'Ejército de Chile il 27 ottobre 1969, dal Presidente Eduardo Frei Montalva.

Nel 1970, la possibile vittoria elettorale di Salvador Allende preoccupava soprattutto la classe militare cilena, a causa della sua ideologia marxista. Riguardo a ciò, Schneider disse pubblicamente, in un'intervista concessa al giornale El Mercurio, la sua opposizione all'idea di bloccare la ratificazione del trionfo di Allende tramite un colpo di Stato: da costituzionalista, voleva mantenere la tradizione apolitica dell'esercito cileno. La sua posizione in seguito fu pubblicizzata dalla Unidad Popular come "la dottrina Schneider".

Il 22 ottobre 1970, uomini legati al generale Roberto Viaux e pagati 35.000$ dal Governo degli Stati Uniti[1] cercarono di sequestrarlo. La sua macchina ufficiale fu bloccata in una via di Santiago. Il generale Schneider fu ferito e fu portato in un ospedale militare, dove morì tre giorni dopo a causa delle ferite.

Questo incidente e la sua morte provocarono l'indignazione nazionale, e il 25 ottobre cittadini e militari appoggiarono Allende appena eletto come Presidente, la cui carica fu ratificata dal Congresso Nazionale il 24 ottobre.

Il 26 ottobre 1970, il presidente Eduardo Frei Montalva, nominò per sostituirlo il generale Carlos Prats come comandante in capo dell'Esercito.

NoteModifica

  1. ^ (EN) CIA Reveals Covert Acts In Chile. URL consultato il 14 ottobre 2018.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN171044057 · LCCN (ENno2011075802
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie