Renaat Van Elslande

politico belga
Renaat Van Elslande
LotRVanElslande.jpg
Busto di Renaat Van Elslande

Ministro di Stato
Durata mandato 26 maggio 1992

Vice Primo ministro del Belgio
Durata mandato 20 ottobre 1978 –
3 aprile 1979
Capo del governo Paul Vanden Boeynants
Predecessore Paul Vanden Boeynants
Successore Paul Vanden Boeynants

Ministro della giustizia
Durata mandato 3 giugno 1977 –
17 maggio 1980
Capo del governo Leo Tindemans
Paul Vanden Boeynants
Wilfried Martens
Predecessore Herman Vanderpoorten
Successore Herman Vanderpoorten

Ministro degli affari esteri
Durata mandato 26 gennaio 1973 –
2 giugno 1977
Capo del governo Edmond Leburton
Leo Tindemans
Predecessore Pierre Harmel
Successore Henri Simonet

Ministro dell'interno
Durata mandato 21 gennaio 1972 –
25 gennaio 1973
Capo del governo Gaston Eyskens
Predecessore Lucien Harmegnies
Successore Edouard Close

Ministro per gli affari europei e la cultura olandese
Durata mandato 19 marzo 1966 –
19 giugno 1968
Capo del governo Paul Vanden Boeynants
Predecessore Albert De Clerck
Successore Frans Van Mechelen

Ministro della cultura, ministro aggiunto della pubblica istruzione
Durata mandato 25 aprile 1961 –
27 luglio 1965
Capo del governo Théo Lefèvre
Predecessore Renate Van Elslande
Successore Albert De Clerck

Ministro Sottosegretario agli affari culturali
Durata mandato 3 settembre 1960 –
24 aprile 1961
Capo del governo Gaston Eyskens
Successore Renate Van Elslande

Dati generali
Partito politico Partito Sociale Cristiano
Università Università Cattolica di Lovanio

Renaat Antoon Joseph Van Elslande (Boekhoute, 21 gennaio 1916Uccle, 21 dicembre 2000) è stato un politico belga, membro del Partito Sociale Cristiano e più volte ministro in vari governi presieduti da Théo Lefèvre, Gaston Eyskens, Pierre Harmel, Leo Tindemans, Paul Vanden Boeynants, Wilfried Martens.

BiografiaModifica

È attestato che fin dalla giovane età sia un convinto cattolico fiammingo, soprattutto durante i suoi studi presso l'Università Cattolica di Lovanio, dove ha studiato giurisprudenza e scienze politiche e sociali.

Dopo la Seconda guerra mondiale, è stato assunto come giornalista per il quotidiano olandese De Standaard. Dopo essersi sposato nel 1945, si stabilì nella città di Lot (ora una località del comune di Beersel), nel Brabante Fiammingo, dove sua moglie gestiva una farmacia. Gli fu chiesto di guidare la lista delle prime elezioni comunali dopo la guerra per il Partito Cristiano Sociale (CVP), che vinse in maniera schiacciante. Sarà sindaco di Lot senza interruzioni fino al 1976.

Renaat Van Elslande è stato eletto alla Camera dei Rappresentanti nel 1949 per il distretto di Bruxelles, poi sottosegretario di Stato per gli affari culturali dal 1960 al 1961, Vice ministro della pubblica istruzione e della cultura nazionale. Ha anche ricoperto importanti incarichi ministeriali in diversi governi del Regno del Belgio: come ministro della cultura, Vice ministro della pubblica istruzione dal 1962 al 1965, ministro degli affari europei e della cultura fiamminga dal 1966 al 1968, Ministro dell'interno dal 1972 al 1973, Ministro degli affari esteri e della cooperazione per lo sviluppo dal 1973 al 1977, ministro della giustizia dal 1977 al 1980. È stato nominato Ministro di Stato del regno del Belgio il 26 maggio 1992. È stato anche Presidente delle Comunità europee da gennaio a giugno 1967.

OpereModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN9974009 · ISNI (EN0000 0000 6651 0565 · LCCN (ENn50078873 · GND (DE1180768477 · BNF (FRcb12770143n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n50078873