Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando informazioni sull'astista omonimo, vedi Renato Dionisi (atleta).

Renato Dionisi (Rovigno, 2 gennaio 1910Verona, 24 agosto 2000) è stato un compositore italiano.

BiografiaModifica

Nacque a Rovigno in Istria da genitori di origine trentina. Si diplomò in composizione nel 1936 dopo aver studiato al Liceo Musicale di Bolzano sotto la guida di Celestino Eccher e Mario Mascagni; in seguito si perfezionò all'Accademia Chigiana di Siena. Fu docente di armonia nei conservatori di Bolzano e di Firenze e poi dal 1952 per molti anni nel conservatorio di Milano, dove ebbe come allievi molti musicisti italiani contemporanei, tra i quali il cantautore catanese Franco Battiato. Insegnò anche presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra di Milano. Fu autore di importanti pubblicazioni nei settori dell'armonia e del contrappunto, correntemente utilizzate nelle classi di composizione dei conservatori italiani.

ProduzioneModifica

Sue composizioni orchestrali sono state eseguite in tutta Europa dall'orchestra della RAI di Roma, dall'orchestra della Radio Svizzera, dall'Orchestra Haydn di Bolzano, da I Solisti Veneti, dirette da direttori quali Carlo Maria Giulini, Hermann Michael, Massimo de Bernart, Pierluigi Urbini e numerosi altri.

Spesso le sue composizioni cameristiche hanno contemplato organici inconsueti, come ad esempio voce e clarinetto, flauto e chitarra, voce e chitarra, voce sola, timpani e orchestra, arpa e pianoforte.

Nel campo della musica corale, soprattutto nella veste di elaboratore di canti popolari provenienti dalla tradizione arcaica, ha elaborato brani per coro misto, molti dei quali appositamente per i Musici Cantori di Trento diretti da Sandro Filippi.

Vicino al Coro della SAT tra gli anni quaranta e settanta, ha armonizzato e dedicato a questo gruppo quarantasei canti tra cui la sua prima Ninna Nanna e la sua ultima armonizzazione (La viecia batàna).

PubblicazioniModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN115994481 · ISNI (EN0000 0000 8323 6895 · SBN IT\ICCU\LO1V\134245 · LCCN (ENn79140918 · GND (DE1023471116 · BNF (FRcb12960167s (data) · WorldCat Identities (ENn79-140918