Apri il menu principale

Repertorio dell'arpeggione

lista di un progetto Wikimedia

Fino alla fine del XX secolo il repertorio per arpeggione era limitato alla Sonata per arpeggione e fortepiano in La minore D821 (1824) di Schubert, a un concerto andato perduto di H. A. Birnbach (1823)[1] e a un pezzo per arpeggione solo di Schmidt (1823)[2]. Dal 2002 molti compositori hanno invece scritto per questo strumento, principalmente per rispondere alle commissioni del arpeggionista belga Nicolas Deletaille[3]. Qui dei seguito è elencato per genere il repertorio completo per arpeggione. Ogni opera è affiancata dalla rispettiva data di composizione.

Arpeggione solo
  • Giovanni Albini: "in crescendo" per arpeggione solo (Dicembre 2008)
  • Giuseppe D'Angelo: "Trasparenze" per arpeggione solo (Agosto 2011)
  • Nicolas Deletaille + Laurent Beeckmans: "Etude" per arpeggione solo (2001)
  • Anna Gemelli: "Notturno" per arpeggione solo (Giugno 2011)
  • Jean-Michel Gillard: "D'après un rêve" per arpeggione solo (Agosto 2010)
  • Jean-Michel Gillard: "Une pensée musicale" 'in memoriam Chloé Graftiaux' per arpeggione solo op. 22 (Dicembre 2010)
  • Jacques Leduc: "Pour l'arpeggione", Petite Suite op. 82 per arpeggione solo (Marzo 2008)
  • Laurent Mettraux: "Le Sommeil de la Raison produit des monstres", su Goya, per arpeggione solo, M. 647 (Dicembre 2005)
  • René Mogensen: "Salamis Dances" per arpeggione solo (Aprile 2010)
  • René Mogensen: "Quasi-Tarantas and Fantasy Dance" per arpeggione solo (2003: versione 1 per chitarra / Dicembre 2010: versione 2 per arpeggione)
  • Kris Oelbrandt: Monologue, per arpeggione solo (Gennaio 2002)
  • Marcela Pavia: "esseri che si muovono dietro le finestre che dormono" per arpeggione solo (Luglio 2011)
  • Henri Pousseur: "Dépli et Configuration de l'Ombre" per arpeggione solo (Febbraio 2007)
  • Biagio Putignano: "Circondato di cielo" per arpeggione solo (Giugno 2011)
  • Dov Joshua Rosenschein: "Suite" per chitarra d'amore (arpeggione) (primavera 2010)
  • Alberto Schiavo: "Monumento a l'eternità dello spirto" per arpeggione solo (Agosto 2010)
  • Schmidt: lavoro (?) per arpeggione solo (1823)
  • Igor Shcherbakov: "L'abbraccio del crocifisso" per arpeggione solo (Agosto 2011)
  • Rossella Spinosa: "Mystic Elegy" per arpeggione solo (Luglio 2011)
  • Steve Tilston: "Peregrinations With A Bowed Guitar" per arpeggione solo (Agosto 2011)
  • Nicola Visalli: "Rawah" per arpeggione microtonale solo (Maggio 2005)
  • Nicola Visalli: "Mahlul" per arpeggione microtonale solo (Giugno 2011)
Arpeggione + chitarra
  • Sarana Chou: Guitarpeggione per arpeggione e chitarra (Marzo 2002)
  • Aldo Platteau: Sonum I and II per arpeggione e chitarra (primavera 2003)
Arpeggione + flauto
  • Grégory Guéant: Le Chant des Fulgures per arpeggione e flauto (Gennaio 2005)
  • Grégory Guéant: Schèmes per arpeggione e flauto (Marzo 2005)
Arpeggione + pianoforte (o fortepiano)
  • Benjamin Bailie: "Rumination" per arpeggione e fortepiano (Novembre 2008)
  • Jean-Pierre Deleuze: "Toccata Eolienne" per viola (2002) o arpeggione (2006) e pianoforte
  • Grégory Guéant: "In Kant" per arpeggione e pianoforte (Aprile 2006)
  • Paul-Baudouin Michel: Dialectophonie per arpeggione e pianoforte (Aprile 2002)
  • Dov Joshua Rosenschein: "3 Romances" per chitarra d'amore (arpeggione) e pianoforte (2008-2009)
  • Franz Schubert: Sonata per arpeggione e fortepiano in la minore D821 (Novembre 1824)
  • Nicola Visalli: "Tammam" per arpeggione microtonale e pianoforte (Aprile 2005)
  • Boyan Vodenitcharov: "Preludium I" per arpeggione e fortepiano (Versione per arpeggione: 2008)
Arpeggione + electronics
  • Gilles Gobert: "Piece" per arpeggione e live electronics (Marzo 2005)
  • René Mogensen: "The Walls Of Nicosia" per arpeggione e computer (Luglio 2010)
  • René Mogensen: "Details of Spaces" (versione 3) per arpeggione e computer (versione 3: Dicembre 2010)
Arpeggione + orchestra (o grande numero di esecutori)
  • H. A. Birnbach: Concerto per arpeggione e orchestra (1823)
  • Klaus Miehling: Konzert in D per arpeggione, orchestra d'archi e b.c., op. 112 (Settembre 2005)
  • Klaus Miehling: Konzert in D per arpeggione e orchestra, op. 113 (Settembre 2005)
  • Aldo Platteau: Sonum III per arpeggione solo e altri 10 strumenti (Primavera 2003)
  • Dov Joshua Rosenschein: "Three Songs of Love to Medieval Words" per arpeggione e coro misto (2011) (Testi in ebraico di Rabbi Moshe Ibn Ezra e Rabbi Yehuda Halevi)
  • Spencer Topel: Concerto per arpeggione e orchestra di strumenti antichi (Luglio 2005)
Altre configurazioni
  • Nicolas Bardey: "Je prens congie" per 2 flauti e arpeggione (Luglio 2009)
  • Jean-Pierre Deleuze: Alap per arpeggione, chitarra e bansuri (Marzo 2005)
  • René Mogensen: "Sonata Neo-Schubert" per arpeggione, fortepiano e computer (Maggio 2010)
  • Dov Joshua Rosenschein: Quartetto per due corni di bassetto e due arpeggioni (2010-2011)

NoteModifica

  1. ^ François-Joseph Fétis, Biographie universelle des musiciens et bibliographie générale de la musique (1835), Read online
  2. ^ Allgemeine Theaterzeitung XVI No 68; Vienna, 7 June, 1823.
  3. ^ Sito personale di Nicolas Deletaille sull'arpeggione.
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica