Repubblica Socialista Sovietica Autonoma di Crimea

repubblica autonoma all'interno della RSS Russa (1921-1945) e poi della RSS Ucraina (1991-1992)

La Repubblica Socialista Sovietica Autonoma di Crimea (in tataro di Crimea: Qrьm Avtonomjalь Sovet Sotsialist Respublikasь, Qrьm ASSR; in russo: Крымская Автономная Советская Социалистическая Республика, Крымская АССР?, traslitterato: Krymskaja Avtonomnaja Sovetskaja Socialističeskaja Respublika, Krymskaja ASSR) è stata una Repubblica autonoma dell'Unione Sovietica dalla fine della guerra civile russa al 1945. Durante la seconda guerra mondiale fu invasa dai tedeschi, che mantennero l'occupazione fino alla riconquista sovietica.

Repubblica Socialista Sovietica Autonoma di Crimea
repubblica autonoma
(RU) Крымская Автономная Советская Социалистическая Республика
(CRH) Qrьm Avtonomjalь Sovet Sotsialist Respublikasь
Localizzazione
StatoUnione Sovietica Unione Sovietica
Repubblica sovieticaFlag of the Russian Soviet Federative Socialist Republic (1954–1991).svg Russa
Amministrazione
CapoluogoSinferopoli
Data di istituzione18 ottobre 1921
Data di soppressione30 giugno 1945
Territorio
Coordinate
del capoluogo
Superficie26 860[1] km²
Abitanti718 900 (1920)
Densità26,76 ab./km²
Altre informazioni
Linguerusso, tataro di Crimea
Fuso orario

Dopo la riannessione sovietica del territorio, la penisola venne annessa alla Repubblica Socialista Federativa Sovietica Russa, ponendo fine alla RSSA di Crimea.

NoteModifica

  1. ^ 1920
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia