Apri il menu principale
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Retroperitoneo
Gray1120.png
Reni umani osservati da dietro con la colonna vertebrale (rimossa)
Gray1126.png
Sezione trasversale che mostra le relazioni della capsula del rene. (Il peritoneo è al centro a destra.)
Identificatori
MeSHA01.923.047.025.750
TAA10.1.01.002
FMA15080

Il retroperitoneo è una regione dell'addome, situata posteriormente al peritoneo. Spesso si usa tale parola per riferirsi anche all'insieme degli spazi sottoperitoneali della pelvi, coi quali è comunque in comunicazione.

StrutturaModifica

SuddivisioneModifica

Il retroperitoneo si distingue un retroperitoneo anteriore, detto "acquisito", poiché si forma tardivamente durante lo sviluppo embrionario, per adesioni e rotazioni dell'intestino primitivo e dei suoi mesi, e un retroperitoneo "vero", posteriore, che è tale fin dalle prime fasi dell'embriogenesi. Questo è ulteriormente suddiviso in tre spazi anteriori, due logge renali e due spazi pararenali posteriori. Tale sepimentazione è svolta dai piani fasciali retroperitoneali.

  • Lo spazio retroperitoneale acquisito origina da quelle porzioni posteriori del mesogastrio dorsale embrionario solo in un secondo momento fuso con il peritoneo posteriore primitivo. È costituito dagli elementi aggettanti nel peritoneo, ed è definito da Oliphant[1] come subperitoneo. Continua, a livello della pelvi, nel mesosigma e nel periretto.
  • Lo spazio anteriore del retroperitoneo vero è diviso in due parti, che comunicano tra loro attraverso la radice del mesentere:
    • spazio pararenale anteriore sovramesocolico, che contiene pancreas e duodeno
    • spazio pararenale anteriore sottomesocolico, distinto in due parti, destra e sinistra, asimmetriche, che comunicano attraverso il mesocolon:
      • spazio pararenale anteriore sottomesocolico destro, che comunica medialmente, a pieno canale, con il mesentere, col quale ha in comune l'asse vascolo-linfatico.
      • spazio pararenale anteriore sottomesocolico sinistro, che è in continuazione col mesosigma di cui condivide la vascolarizzazione: questo comporta una forte asimmetria dei due compartimenti.
  • Lo spazio perirenale è grossomodo più simmetrico dei precedenti, sebbene il destro sia in diretta continuazione con l'area nuda del fegato. Lo spazio perirenale è aperto caudalmente, entrando in comunicazione con la pelvi e da qui con lo spazio retroperitoneale acquisito.
  • Lo spazio pararenale posteriore è anch'esso distinto in destro e sinistro.

Strutture retroperitonealiModifica

Le strutture situate dietro al peritoneo sono definite retroperitoneali. Gli organi situati originariamente nella cavità addominale durante tutto lo sviluppo sono definiti organi primariamente retroperitoneali, quelli che, invece migrano nel retroperitoneo durante l'embriogenesi son considerati come organi secondariamente retroperitoneali.
Gli organi primariamente retroperitoneali sono:

Gli organi secondariamente retroperitoneali sono:

PatologiaModifica

Il sanguinamento da un vaso sanguigno o da una struttura nel retroperitoneale come l'aorta o la vena cava inferiore nello spazio retroperitoneale può portare a un'emorragia retroperitoneale.

Patologie tipiche di quest'area sono

NoteModifica

  1. ^ Oliphant M, Berne AS, Meyers MA, The subperitoneal space of the abdomen and pelvis: planes of continuity AJ Roentgenol 1996;167:1433-9

Altri progettiModifica

  Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina