Apri il menu principale
Riccardo Bracaloni
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2012 - giocatore
Carriera
Giovanili
198?-1987 Atalanta
Squadre di club1
1987-1989 Atalanta 2 (0)
1989-1990 Trento 20 (1)
1990-1991 Chievo 16 (1)
1991 Pontedera 9 (2)
1991-1992 Atalanta 7 (0)
1992-1995 Chievo 96 (6)
1995-1996 Monza 21 (0)
1996-1997 Carrarese 22 (1)
1997 Fiorenzuola 1 (0)
1997-1998 Spezia 22 (1)
1998-2000 Novara 45 (5)
2000 Alessandria 5 (1)
2000-2004 Savona 132 (32)
2004-2005 Voghera 22 (3)
2006-2007 non conosciuta Villafranca ? (?)
2007-2012 non conosciuta Pistoiacalcio 71 (27)
Carriera da allenatore
2012-2014600px Rosso e Blu3-Flag.svg S.Marco AvenzaJuniores
2014-2017600px Rosso e Blu3-Flag.svg S.Marco Avenza
2017Aglianese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Riccardo Bracaloni (Carrara, 7 febbraio 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

Caratteristiche tecnicheModifica

Centrocampista forte fisicamente, ha giocato nel ruolo di regista con propensioni offensive[1][2].

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Prodotto del vivaio atalantino, debutta in prima squadra con due presenze nella stagione 1987-1988. In seguito viene mandato in prestito in Serie C1 al Trento, al Chievo e al Pontedera, prima di essere richiamato all'Atalanta nell'autunno 1991. Debutta in Serie A il 24 novembre 1991, nella vittoria per 3-2 sul campo del Foggia, totalizzando in tutto 7 presenze in campionato.

A fine stagione viene ceduto definitivamente al Chievo, di nuovo in Serie C1. Con gli scaligeri disputa quattro campionati, ottenendo la promozione nella serie cadetta nel 1994, fino al novembre 1995, quando viene acquistato dal Monza[3]. Nella stagione successiva si divide tra i brianzoli e la Carrarese, militando in seguito sempre tra serie C1 e C2 con le maglie di Fiorenzuola, Spezia, Novara e Alessandria.

Nell'estate del 2000, ormai trentenne, scende nel Campionato Nazionale Dilettanti indossando la maglia del Savona. In Liguria diventa leader[4] e capitano[5] della squadra, conducendola alla promozione nella stagione 2001-2002 nella quale realizza 14 reti, oltre a quella decisiva nello spareggio-promozione contro l'Ivrea[6]. Nel 2004, dopo la retrocessione dei liguri, torna in Serie D con il Voghera per una stagione[2][5].

Lasciato il calcio di alto livello, prosegue la carriera tra i dilettanti toscani, nelle file di Villafranca (Prima Categoria)[7] e Pistoiacalcio (Seconda Categoria)[8], formazione del capoluogo toscano nella quale prosegue a giocare fino all'età di 42 anni[9].

AllenatoreModifica

Dopo una stagione e mezza sulla panchina della Juniores del S. Marco Avenza, nel luglio 2014 passa alla guida della prima squadra, appena retrocessa nel campionato di Promozione. [10]. Nel 2016 ottiene la promozione in Eccellenza, e l'anno successivo passa sulla panchina dell'Aglianese[11], da cui viene esonerato dopo pochi mesi di campionato[12]. L'11/06/2019 la società toscana GSD Pontremolese 1919 comunica di averlo ingaggiato per guidare la prima squadra nel campionato di Eccellenza appena conquistato. [1]

PalmarèsModifica

ClubModifica

Competizioni nazionaliModifica

Chievo: 1993-1994
Alessandria: 1999-2000
Savona: 2001-2002

NoteModifica

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica