Apri il menu principale
Riccardo Malpica

Riccardo Malpica (Napoli, 10 agosto 1931) è un prefetto italiano.

BiografiaModifica

Entrò al Viminale nel 1955. Nel 1974 prestò servizio alla direzione generale della Polizia di Stato.

Nel 1980 fu vicecapo di gabinetto presso il Ministero dell'interno. Dal 1984 al 1987 è stato vicesegretario del CESIS. Dal 1987 al 1991 fu direttore del SISDE, su proposta dell'allora Ministro dell'Interno Oscar Luigi Scalfaro.[1]

Nel 1992 fu nominato[2] commissario prefettizio di Torino, carica che ricoprì tra il 15 dicembre e il 24 giugno dell'anno successivo.[3]

Il 29 ottobre 1993 fu incriminato per lo scandalo dei fondi riservati del SISDE e fu quindi condannato a 3 anni e 3 mesi. Successivamente riuscì a vincere la causa, spendendo in avvocati un equivalente di circa 60.000 € grazie anche a un sostegno familiare.[4].

NoteModifica

  1. ^ Il Manuale Cencelli dei Servizi Segreti, su ricerca.repubblica.it, Roma, 9 novembre 1993.
  2. ^ "Il commissario in Sala Rossa - Riccardo Malpica già stamane in Comune", La Stampa, 15 dicembre 1992
  3. ^ E Torino deve pagare Malpica, La Repubblica, 10 novembre 1993.
  4. ^ Condannate le spie dei fondi neri, Corriere della Sera, 21 dicembre 1994
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie