Apri il menu principale
Richard E. Grant nel 2018

Richard E. Grant, nato Richard Grant Esterhuysen (Mbabane, 5 maggio 1957), è un attore britannico, candidato al Premio Oscar nella sezione miglior attore non protagonista per la sua interpretazione nel film Copia originale.

Indice

BiografiaModifica

GioventùModifica

Grant è nato a Mbabane, nell'allora Swaziland britannico, il 5 maggio del 1957 da padre sudafricano di origini afrikaner ed inglesi, Henrik Esterhuysen (morto nel 1981), e da madre sudafricana di origini tedesche ed inglesi[1][2]. Richard venne educato nella Scuola di Waterford Kamhlaba. All'età di undici anni, Grant ha assistito ad una relazione adulterina tra sua madre ed il migliore amico di suo padre[2], cosa che ha portato successivamente alla rottura del matrimonio dei genitori. Da quel momento egli ha cominciato a tenere un diario, che tuttora continua ad avere. Grant ha inoltre due orologi, uno personale che indica l'orario inglese e l'altro donatogli dal padre morente che indica l'orario dello Swaziland. Ha studiato Inglese e Teatro all'Università di Cape Town, in Sudafrica, e si è spostato a Londra nel 1982.

CarrieraModifica

Membro della compagnia dello Space Theather Company, si trasferì a Londra nel 1982, dove grazie alla sua somiglianza con l'attore Michael Denison colleziona partecipazioni televisive in episodi di varie sitcom, telefilm e film polizieschi. Debutta al cinema nel 1987 con il film Shakespeare a colazione di Bruce Robinson in occasione del quale deve perdere peso e costretto dal regista ad ubriacarsi con della votka per ottenere una recitazione più realistica, in questo periodo la figlia di Grant nata prematuramente muore.

In seguito partecipa a numerose pellicole come Le montagne della luna, Pazzi a Beverly Hills, Hudson Hawk - Il mago del furto, Il bacio del serpente, The Iron Lady, Il mio amico vampiro e Sacro e profano

Nel 1994 prenderà parte al film Prêt-à-Porter mentre nel 1997 ottiene una parte in Spice Girls - Il film. Reciterà, insieme a Christina Ricci in Penelope un film del 2006.

Diventerà, nel 1995, uno dei protagonisti del film Ritratto di signora, di Jane Campion e, sempre nello stesso anno prende parte a La dodicesima notte. Farà parte del cast del film televisivo Canto di Natale recitando insieme a Patrick Stewart.

Prenderà parte, nel 2009, al film Lo schiaccianoci in 3D, liberamente ispirato al balletto, nel 2011 entrerà nel cast del film italiano di Carlo Vanzina Sotto il vestito niente - L'ultima sfilata.

Parteciperà, nel 2013, al film Dom Hemingway recitando al fianco di Jude Law, invece nel 2016 reciterà in Jackie. Interpreterà la parte del villain Zander Rice, nel 2017, in Logan - The Wolverine, un film di James Mangold, della saga cinematografica degli X-Men.

Nel 2018 riceve il plauso universale della critica per l'interpretazione di Jack Hock nel film biografico Copia Originale(Can You Ever Forgive Me?), affiancando Melissa McCarthy. Per il ruolo viene nominato a molti premi, tra cui l'Oscar al miglior attore non protagonista, il Golden Globe per il miglior attore non protagonista, il BAFTA al miglior attore non protagonista, lo Screen Actors Guild Award al miglior attore non protagonista, e molti altri premi, vincendo un Indipendent Spirit Award.

Vita privataModifica

Incontrò Joan Washington che gli faceva da insegnante per imparare l'accento inglese di Belfast per una parte che gli era stata affidata in un telefilm, mentre lui insegnò a lei l'accento inglese africano. Richard e Joan si sono sposati nel 1986 ed hanno una figlia, Olivia. Richard ha anche un figliastro, Tom.

il 1º dicembre 2006 Richard E. Grant è divenuto un investigatore nella vita reale quando con l'aiuto del programma BBC Newsnight ha denunciato un imbroglio da 98 milioni di dollari nella vendita di una cura per l'AIDS fasulla.[3]

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CortometraggiModifica

DoppiaggioModifica

Doppiatori italianiModifica

Nelle versioni in italiano dei suoi lavori, Richard E. Grant è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79173094 · ISNI (EN0000 0001 1030 1032 · LCCN (ENno96058070 · GND (DE121207749 · BNF (FRcb14028174w (data)