Apri il menu principale

Richard Kwietniowski (Londra, 17 marzo 1957) è un regista e sceneggiatore britannico.

Indice

BiografiaModifica

Nato in Inghilterra da una famiglia di origine polacca, Richard Kwietniowski inizia a dirigere cortometraggi sperimentali alla fine degli anni ottanta.[1] Uno di questi, Alfalfa, riceve molte attenzioni nel 1988 alla 38ª edizione del Festival di Berlino ed ottiene il Teddy Award come miglior cortometraggio.[2] Lo stesso anno dirige The Ballad of Reading Gaol e nel 1989 Flames of Passion, che viene proiettato in diversi festival.

Dopo altri corti e alcuni documentari, nel 1996 si occupa della fotografia nel documentario I Was a Jewish Sex Worker di Phillip B. Roth e l'anno successivo dirige il primo lungometraggio, Amore e morte a Long Island. Presentato a Cannes nella sezione Un Certain Regard,[3] il film riceve il plauso della critica e Kwietniowski il premio BAFTA come miglior regista britannico esordiente.[4]

FilmografiaModifica

RegistaModifica

LungometraggiModifica

CortometraggiModifica

Serie tvModifica

SceneggiatoreModifica

  • Image Con Text, regia di Mike Leggett (1983)
  • Ballad of Reading Gaol, regia di Richard Kwietniowski (1989)
  • Flames of Passion, regia di Richard Kwietniowski (1989)
  • The Cost of Love, regia di Richard Kwietniowski (1991)
  • Amore e morte a Long Island (Love and Death on Long Island), regia di Richard Kwietniowski (1997)
  • Regret Not Speaking, regia di Richard Kwietniowski (2011)

RiconoscimentiModifica

Teddy Award per il miglior cortometraggio per Alfalfa
Premio del pubblico per il miglior cortometraggio per Flames of Passion
Nomination Espiga de oro per Amore e morte a Long Island
Premio FIPRESCI, menzione speciale per Amore e morte a Long Island
Miglior opera prima per Amore e morte a Long Island
Miglior esordio britannico da regista, sceneggiatore o produttore per Amore e morte a Long Island

NoteModifica

  1. ^ Richard Kwietniowski, www.hollywood.com. URL consultato il 24 agosto 2017.
  2. ^ Richard Kwietniowski - Awards, www.imdb.com. URL consultato il 24 agosto 2017.
  3. ^ Love and Death on Long Island, www.festival-cannes.com. URL consultato il 24 agosto 2017.
  4. ^ Love and Death on Long Island, www.metacritic.com. URL consultato il 24 agosto 2017.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN107894004 · ISNI (EN0000 0001 2032 4692 · LCCN (ENnr99021607 · GND (DE140926305