Apri il menu principale
Richmond Olympic Oval
Richmond Olympic Oval front view 2.jpg
Informazioni
StatoCanada Canada
Ubicazione6111 River Road, Richmond
Inizio lavori2006
Inaugurazione2008
Costo178 milioni di dollari canadesi[1]
ProprietarioRichmond City Council
Capienza
Posti a sedere8 000
Mappa di localizzazione

Coordinate: 49°10′29″N 123°09′05″W / 49.174722°N 123.151389°W49.174722; -123.151389

Il Richmond Olympic Oval, o Richmond Oval,[2] è uno stadio della città di Richmond, nella Columbia Britannica. In esso si stanno svolgendo le gare di pattinaggio di velocità ai XXI Giochi olimpici invernali; è inoltre la sede del laboratorio anti-doping dei Giochi.[3] Costato 178 milioni di dollari canadesi,[1] può ospitare fino ad 8000 spettatori.[1]

CaratteristicheModifica

Lo stadio è stato costruito dietro al Fraser, a pochi isolati di distanza dalla Lansdowne Station della Canada Line, una metropolitana che serve l'area metropolitana di Vancouver. Il tetto ha la forma stilizzata di un airone, tributo alle Prime nazioni e all'uccello, che abitava le sponde del fiume all'arrivo degli europei nella regione. Il tetto è stato costruito con legno danneggiato da un coleottero (Dendroctonus ponderosae) legate insieme in modo da formare un effetto ondulato; per questo il Royal Architectural Institute of Canada ha assegnato all'Oval un premio all'innovazione architettonica.[4]

Ha una superficie di 33.750 m², che comprende un pavimento principale di 20.000 m² che include il tracciato di pattinaggio.[1] L'impianto è stato costruito per possedere la certificazione Silver del Leadership in Energy and Environmental Design; ad esempio, l'impianto di refrigerazione del ghiaccio è costruito per riscaldare altre aree dell'edificio attraverso l'utilizzo di quello che altrimenti sarebbe uno spreco di calore.[1]

All'esterno vi è un ambiente progettato dall'artista Janet Echelman. Uno stagno viene riempito attraverso l'acqua che cade sul tetto, e serve come fonte d'acqua per irrigare i giardini circostanti e per le toilette;[5] sopra di esso passano due ponti, ed è appesa una scultura.[6]

Il resto dell'edificio è stato progettato dalla Glotman Simpson Consulting Engineers. L'architetto principale è Bob Johnston, che è stato coinvolto anche nella progettazione dei tracciati di Calgary e di Salt Lake City.

 
Il tetto

CostruzioneModifica

La costruzione dell'impianto è iniziata il 17 novembre 2006;[7] è stato inaugurato il 12 dicembre 2008.[8] Gare preolimpiche hanno compreso i Campionati canadesi e i World Single Distance Championships.[3]

Dopo i GiochiModifica

Dopo i Giochi, la struttura verrà convertita in un impianto polivalente che includerà due anelli di ghiaccio, una palestra, una pista da 200 m e un centro per atleti d'élite.[1] La pista da pattinaggio verrà coperta da un pavimento rimovibile, in modo da poter essere usata per altre competizioni.[3]

Lo stadio intende essere con il centro di un nuovo quartiere con un misto di edilizia residenziale, commerciale e pubblica.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g About Vancouver: Richmond Venues: Richmond Olympic Oval, CTV News. URL consultato il 22 maggio 2009.
  2. ^ Richmond Olympic Oval opens to public, CBC News. URL consultato il 22 maggio 2009.
  3. ^ a b c City of Richmond: Richmond Oval Project Overview, City of Richmond. URL consultato il 23 giugno 2006 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2008).
  4. ^ Richmond Olympic Oval distinguished for innovative design, The Vancouver Sun. URL consultato l'11 maggio 2009 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2009).
  5. ^ Form and function meet at Richmond Olympic Oval, Canwest News Service. URL consultato il 22 maggio 2009.
  6. ^ Water Sky Garden Fact Sheet (PDF), Janet Echelman, Inc.. URL consultato il 15 gennaio 2010 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2011).
  7. ^ Construction Starts, Globe and Mail. URL consultato il 18 novembre 2006.
  8. ^ VANOC Board of Directors approves revised budget in principle; Jack Poole re-elected as chairman, VANOC. URL consultato il 10 dicembre 2008.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su richmondoval.ca.  
  • Profilo nel sito ufficiale dei XXI Giochi olimpici invernali
  • Il progetto, su glotmansimpson.com (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2010).