Ridge Holland

wrestler e rugbista a 13 inglese

Luke Menzies (Liversedge, 29 maggio 1988) è un wrestler ed ex rugbista a 13 britannico sotto contratto con la WWE, dove si esibisce nel roster di SmackDown con il ring name Ridge Holland.

Ridge Holland
NomeLuke Menzies
NazionalitàBandiera dell'Inghilterra Inghilterra
Luogo nascitaLiversedge
29 maggio 1988 (35 anni)
Ring nameLuke Menzies
Ridge Holland[1]
Altezza dichiarata185 cm
Peso dichiarato114 kg
AllenatoreMarty Jones
Debutto2016
FederazioneWWE
Progetto Wrestling

Menzies passato la maggior parte della sua carriera da rugbista nella Championship, facendo apparizioni nella Super League con gli Hull Kingston Rovers nel 2008. Dal 2016 è diventato un wrestler professionista firmando per la WWE nel 2018.

Carriera nel Rugby a 13 Modifica

Menzies firmò per gli Hull Kingston Rovers nel settembre del 2007, facendo la sua prima apparizione nella Super League nel 2008.

Carriera nel wrestling Modifica

Circuito indipendente (2016–2018) Modifica

Menzies iniziò la sua carriera nel 2016, sotto la guida di Marty Jones, nel circuito indipendente.

WWE (2018–presente) Modifica

NXT UK (2018–2020) Modifica

Dopo aver fatto un provino con la WWE nel novembre del 2016, Menzies cominciò ad apparire nel circuito indipendente inglese nel maggio del 2018. Nella puntata di NXT del 18 agosto Menzies fece la sua prima apparizione televisiva, usando il suo vero nome, venendo sconfitto da Matt Riddle. Nella puntata di NXT UK del 21 novembre 2019 Menzies fece il suo debutto con il ring name Ridge Holland sconfiggendo Oliver Carter.

NXT (2020–2021) Modifica

Successivamente, Holland passò al roster di NXT. Nella puntata di NXT del 5 agosto Holland partecipò ad un Triple Threat match che comprendeva anche Damian Priest e Oney Lorcan per qualificarsi ad un Ladder match per il vacante NXT North American Championship ma il match venne vinto da Priest. Nella puntata di NXT del 19 agosto Holland venne sconfitto da Johnny Gargano in un secondo match di qualificazione per il vacante NXT North American Championship. Successivamente Holland riportò un infortunio al ginocchio dovendo rimanere fuori dalle scene. Holland tornò nella puntata di NXT del 27 luglio 2021 attaccando Timothy Thatcher e Tommaso Ciampa insieme a Oney Lorcan e Pete Dunne. Il 22 agosto, nel Pre-show di NXT TakeOver: 36, Holland sconfisse in poco meno di due minuti Trey Baxter. Nella prima puntata di NXT 2.0 del 14 settembre Holland sconfisse senza problemi Drake Maverick.

SmackDown (2021–presente) Modifica

Il 4 ottobre, per effetto del Draft, passò al roster di SmackDown. Nella puntata di SmackDown del 19 novembre, intervenne in un Fatal 4-Way match tra Cesaro, Jinder Mahal, Ricochet e Sheamus (per un posto nel Team SmackDown per Survivor Series) favorendo proprio quest'ultimo per la vittoria finale e alleandosi con lui. Debuttò poi nella puntata di SmackDown del 26 novembre venendo sconfitto da Cesaro; poco dopo, prese parte una Battle Royal per determinare lo sfidante all'Universal Championship di Roman Reigns ma venne eliminato dallo stesso Cesaro. Dopo aver battuto Cesaro, il 1º gennaio esordì in pay-per-view nel Kick-off di Day 1, dove insieme a Sheamus batté Cesaro e Ricochet. Il 29 gennaio, alla Royal Rumble, Holland partecipò al match omonimo entrando col numero 5 ma venne eliminato da AJ Styles.[2] In seguito, a partire dall'11 marzo, a Holland e Sheamus si unì anche Butch e da lì in poi i tre divennero noti come i Brawling Brutes. Il 3 aprile, nella seconda serata di WrestleMania 38, Holland e Sheamus trionfarono sul New Day (Kofi Kingston e Xavier Woods).[3] Nella puntata di SmackDown del 16 settembre Holland e Butch vinsero un Fatal 4-Way Tag Team match che comprendeva anche l'Hit Row (Ashante "Thee" Adonis e Top Dolla), l'Imperium (Giovanni Vinci e Ludwig Kaiser) e il New Day (Kofi Kingston e Xavier Woods), diventando i contendenti n°1 all'Undisputed WWE Tag Team Championship degli Usos.[4] Nella successiva puntata di SmackDown del 23 settembre Holland e Butch affrontarono appunto gli Usos per i titoli unificati di coppia ma, a causa della distrazione dell'Imperium, vennero sconfitti.[5] Nella puntata di NXT del 4 ottobre Holland e Butch apparvero nello show per affrontare i Pretty Deadly (Elton Prince e Kit Wilson) per l'NXT Tag Team Championship ma, a causa dell'intervento di Kaiser e Vinci dell'Imperium, vennero sconfitti. L'8 ottobre, ad Extreme Rules, i Brawling Brutes prevalsero sull'Imperium in un Good Old Fashioned Six-man Donnybrook match.[6] Il 5 novembre, a Crown Jewel, i Brawling Brutes vennero sconfitti nuovamente dagli Usos, fallendo nell'assalto ai titoli unificati di coppia.[7] Il 26 novembre, a Survivor Series WarGames, i Brawling Brutes, Drew McIntyre e Kevin Owens vennero sconfitti dalla Bloodline (Roman Reigns, Sami Zayn, Solo Sikoa e gli Usos) in un WarGames match.[8] Nella puntata di SmackDown del 20 gennaio Butch e Holland vennero sconfitti da Giovanni Vinci e Ludwig Kaiser dell'Imperium nel primo turno del torneo per determinare i contendenti n°1 allo SmackDown Tag Team Championship degli Usos.[9] Nella puntata di SmackDown del 31 marzo Holland partecipò all'annuale André the Giant Memorial Battle Royal ma venne eliminato da Bronson Reed.[10] Il 5 agosto, a SummerSlam, prese parte ad una battle royal ma venne eliminato.[11]

Personaggio Modifica

Mosse finali Modifica

Musiche d'ingresso Modifica

  • Can't Stop Winning dei CFO$ (2018–presente)
  • Hellfire dei CFO$ (WWE; 2022; usata come membro dei Brawling Brutes)
  • Bring the Fire dei def rebel (WWE; 2022–presente; usata come membro dei Brawling Brutes)

Titoli e riconoscimenti Modifica

  • 3 Count Wrestling
    • 3CW Championship (1)

Note Modifica

  1. ^ (EN) Ridge Holland, su wwe.com. URL consultato il 6 novembre 2021.
  2. ^ (EN) Nathan Bryant, Brock Lesnar wins the 30-Man Royal Rumble Match, su wwe.com, 29 gennaio 2022. URL consultato il 29 gennaio 2022.
  3. ^ (EN) John Clapp, Sheamus & Ridge Holland def. Xavier Woods & Kofi Kingston, su wwe.com, 3 aprile 2022. URL consultato il 3 aprile 2022.
  4. ^ (EN) SmackDown results, Sep. 16, 2022, su WWE.com. URL consultato il 23 settembre 2022.
  5. ^ (EN) SmackDown results, Sep. 23, 2022: Imperium surprise attack helps The Usos retain against The Brawling Brutes, su WWE.com. URL consultato il 23 settembre 2022.
  6. ^ Gregory Miller, The Brawling Brutes def. Imperium in a Good Old Fashioned Donnybrook Match, su WWE.com. URL consultato l'8 ottobre 2022.
  7. ^ Gregory Miller, The Usos def. The Brawling Brutes to retain the Undisputed WWE Tag Team Championship, su WWE.com. URL consultato il 5 novembre 2022.
  8. ^ WWE.com Staff, Roman Reigns, The Usos, Solo Sikoa and Sami Zayn def. Drew McIntyre, Kevin Owens, Sheamus, Ridge Holland and Butch, su WWE.com. URL consultato il 26 novembre 2022.
  9. ^ (EN) SmackDown results, January 20, 2023, su WWE.com. URL consultato il 20 gennaio 2023.
  10. ^ (EN) Bobby Lashley wins the 2023 Andre the Giant Memorial Battle Royal, su Cagesideseats.com. URL consultato il 31 marzo 2023.
  11. ^ (EN) WWE SummerSlam results: Powell’s review of Roman Reigns vs. Jey Uso in Tribal Combat for the Undisputed WWE Universal Title, Asuka vs. Bianca Belair vs. Charlotte Flair for the WWE Women’s Title, Seth Rollins vs. Finn Balor for the World Heavyweight Title, Brock Lesnar vs. Cody Rhodes, su prowrestling.net, 5 agosto 2023. URL consultato il 6 agosto 2023.

Altri progetti Modifica

Collegamenti esterni Modifica