Apri il menu principale
Rifugio fratelli De Gasperi
Rifugio Alpino Fratelli De Gasperi, Dolomiti Perarine.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
Altitudine1 767 m s.l.m.
LocalitàPrato Carnico (UD)
CatenaDolomiti Pesarine (Alpi Carniche)
Coordinate46°31′12.71″N 12°40′32.88″E / 46.520197°N 12.6758°E46.520197; 12.6758Coordinate: 46°31′12.71″N 12°40′32.88″E / 46.520197°N 12.6758°E46.520197; 12.6758
Dati generali
Inaugurazione1925
ProprietàCAI, sezione di Tolmezzo
GestioneGonano Simone e Gubeila Omar
Periodo di aperturaDal 15 giugno a ottobre
Capienza64 posti letto
Locale invernale4 posti
Mappa di localizzazione
Sito internet

Il rifugio fratelli De Gasperi si trova in comune di Prato Carnico, in provincia di Udine; è situato alle pendici della verticale costiera rocciosa delle Dolomiti Pesarine, sul panoramico terrazzo prativo di Clap Grande.

Indice

StoriaModifica

I lavori di ristrutturazione del 1995 hanno reso il rifugio più confortevole, proseguendo lo sviluppo del primo ricovero costruito nel 1925, subito ampliato nel 1930 e incendiato nel 1945 dalle milizie cosacche che avevano occupato la Carnia al seguito delle truppe del III Reich (nell'occasione vennero trucidati tre valligiani). È dedicato ai fratelli Giuseppe, Luigi Callisto e Giovanni Battista, alpinisti friulani appartenenti alla S.A.F., di cui il CAI Tolmezzo era allora Sottosezione. Giuseppe De Gasperi perì in parete sul monte Civetta nel luglio 1907, i fratelli caddero al fronte durante la grande guerra.

Caratteristiche e informazioniModifica

È un edificio di cinque piani in muratura e legno di proprietà del CAI di Tolmezzo. È aperto dal 15 giugno ad ottobre, e dispone di 28 vani complessivi, di cui due per la ristorazione e diciotto attrezzati per il pernottamento. Teleferica bagagli dall'Albergo Pradibosco; Cappelletta Alpina dedicata a Maria Ausiliatrice; Campo di bocce; Percorsi naturalistici e piccolo Orto botanico

AccessiModifica

  • Dalla Val Pesarina, Bar Centro Fondo (parcheggio 1.236 m) per sentiero nº 201, dislivello 550 m, 1:30 ore.
  • Dalla S.S di Forcella Lavardêt, Val Pesarina, dopo la località Pian di Casa (deviazione 1.423 m) per strada forestale fino a malga Mimojas (1.623 m) e da qui per i sentieri 201 e 203 al rifugio in 1:45 ore.
  • Da Sappada per sentiero nº 316, partendo da Granvilla attraverso il Passo Siera in 3:30 ore.

AscensioniModifica

"Ferrata dei 50" (6-7 ore EEA); via normale attrezzata al Creton di Culzêi (2.460 m); Via normale al Clap Grant (2.487 m); Via normale alla Torre Sappada (2.442 m) e tutte le pareti dei Clap con innumerevoli vie di arrampicata di varia lunghezza e difficoltà. Palestre didattiche ed attrezzate di arrampicata nei pressi del rifugio.

TraversateModifica

A Sappada per sentiero attrezzato "Regolo Corbellini" attraverso il Passo Siera (sentiero nº 316 ore 3), oppure per Passo Elbel (nº 201-315-314 ore 4,30), o per Forca dell'Alpino (EE nº 232-317 ore 4,30); Punto Tappa dell'Alta via n. 6 delle Dolomiti (dei Silenzi); Punto Tappa del Carnia Trekking e della Via delle Malghe.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Montagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di montagna