Rilevamento polare

Il rilevamento polare è un angolo usato nella navigazione aerea e marittima.[1]

Rilevamento polare

Il rilevamento polare è definito come l'angolo formato tra la prua dell'aeromobile e la congiungente aeromobile-oggetto.
Si misura da 0° a 180° dalla prua verso sinistra o verso dritta (destra). Nel primo caso il valore dell'angolo sarà preceduto dal segno - , mentre nel caso di misura a dritta sarà considerato positivo. Lo strumento usato per fare i rilevamenti è il grafometro .

Si può definire con la seguente formula algebrica: RILp = RILv - Pv

Nella quale Rilv indica il Rilevamento vero, quello rispetto al nord vero (geografico), e Pv è la Prua vera, l'angolo formato dalla prua con il nord vero (geografico)[2].

Dato che RILv viene spesso espresso semi-circolarmente rispetto a Pv, se il risultato del calcolo è maggiore di 180° si sottrae: 360°-180° ed il risultato sarà di segno negativo.

NoteModifica

  1. ^ Stefano Pollastri, Navigazione, in Patente Nautica entro le 12 miglia: Testo tecnico - didattico, I.P., 2018, p. 94. ISBN 9781706427926
  2. ^ Stefano Bottoli, La Navigazione, in Come andar per mare. Patente nautica da diporto entro le 12 miglia dalla costa e senza limiti: Testo tecnico - didattico, Essebi Italia, 2016, p. 170. ISBN 978-8899120160