Apri il menu principale
Rino Piscitello

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XI, XIII, XIV, XV Legislatura
Gruppo
parlamentare
L'Ulivo
Coalizione L'Unione
Circoscrizione Lazio 1 (XIV)
XXV Sicilia 2 (XIII e XV)
Collegio Catania (XI), Augusta (XIII)
Incarichi parlamentari
Segretario di presidenza;
Componente Giunta delle Elezioni;
Componente III Commissione (Affari Esteri e Comunitari);
Componente IV Commissione (Difesa);
Componente Comitato per gli Affari del Personale
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito dei Siciliani-Mpa
Titolo di studio maturità scientifica
Professione Politico

Rino Piscitello (Palermo, 14 settembre 1960) è un politico italiano.

BiografiaModifica

Figlio del parlamentare nazionale del PCI Antonino Piscitello (1926-1978), si accosta alla politica aderendo prima al Partito di Unità Proletaria e al suo scioglimento, nel 1984, a Democrazia Proletaria, da cui poi si allontana per aderire a La Rete di cui è deputato nella XI e XIII Legislatura. Nel 2001 viene eletto alla Camera dei deputati con La Margherita.

Nelle elezioni politiche 2006 viene riconfermato con L'Ulivo nella circoscrizione Sicilia 2. Il 4 maggio viene nominato Segretario di presidenza della Camera.

Inoltre è membro della Giunta per le elezioni e delle commissioni Affari esteri e Difesa, oltre che del Comitato per gli affari del personale.

Nella XV Legislatura ha presentato le seguenti proposte di legge (nessuna delle quali ha iniziato l'iter parlamentare):

  • Modifica all'articolo 27 della Costituzione concernente l'abolizione della pena di morte
  • Concessione di un contributo annuo dello Stato all'Istituto internazionale del papiro di Siracusa
  • Disposizioni in materia di protezione umanitaria e di diritto di asilo
  • Istituzione della Giornata nazionale del Braille
  • Modifiche alla legge 5 febbraio 1992, n. 91, e altre norme in materia di cittadinanza
  • Disposizioni in materia di giustizia tributaria
  • Istituzione di una casa da gioco nel comune di Taormina
  • Norme per l'istituzione e la gestione di case da gioco sul territorio italiano ai fini della regolamentazione del gioco d'azzardo
  • Interventi in favore dei cittadini italiani militari e civili deportati e costretti al lavoro coatto nei territori del Terzo Reich.

Terminato il mandato parlamentare nel 2008, ha aderito al Movimento per l'Autonomia.

Collegamenti esterniModifica