Riofreddo

comune italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Rio freddo.
Riofreddo
comune
Riofreddo – Stemma Riofreddo – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio Coat of Arms.svg Lazio
Città metropolitanaProvincia di Roma-Stemma.png Roma
Amministrazione
SindacoGiancarlo Palma (lista civica) dal 05-06-2016
Territorio
Coordinate42°04′N 12°59′E / 42.066667°N 12.983333°E42.066667; 12.983333 (Riofreddo)Coordinate: 42°04′N 12°59′E / 42.066667°N 12.983333°E42.066667; 12.983333 (Riofreddo)
Altitudine705 m s.l.m.
Superficie12,38 km²
Abitanti781[1] (31-12-2014)
Densità63,09 ab./km²
Comuni confinantiArsoli, Cineto Romano, Oricola (AQ), Roviano, Vallinfreda, Vivaro Romano
Altre informazioni
Cod. postale00020
Prefisso0774
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT058083
Cod. catastaleH300
TargaRM
Cl. sismicazona 2B (sismicità media)
Nome abitantiriofreddani
Patronosan Giorgio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Riofreddo
Riofreddo
Riofreddo – Mappa
Posizione del comune di Riofreddo nella città metropolitana di Roma Capitale
Sito istituzionale

Riofreddo è un comune italiano di 781 abitanti della città metropolitana di Roma Capitale, situato al confine con l'Abruzzo con la provincia dell'Aquila.

Indice

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

ClimaModifica

Con inverni molto rigidi ed estati miti, Riofreddo proprio come si deduce dal nome è un luogo piuttosto fresco. L'attraversamento dei fiumi è principalmente legato a numerosi sentieri che fanno sì che la produzione di acqua permetta anche in periodi di siccità il continuo funzionamento della vita quotidiana.

Le estati sono tipicamente mediterranee con giornate fresche e ventilate intervallate da notevoli ondate calde, talvolta a causa della presenza dei rilievi circostanti è possibile assistere a fenomeni temporaleschi di una certa rilevanza.

Gli Inverni sono tipici della fascia Tirrenica centrale; molto rigidi con frequenti episodi nevosi e spesso l'aria gelida proveniente dalla valle del rodano provoca contrasti notevoli che portano a copiose nevicate che possono raggiungere quantitativi notevoli per il versante Tirrenico.

Non sono rare giornate soleggiate con tramontana o grecale che accentuano di molto la sensazione di freddo.

StoriaModifica

Comune nato intorno ad una antica fortezza romana posta in quel luogo a guardia dell'antica via Valeria della quale sono rimasti solo alcuni tratti con il tipico lastricato romano ed un ponte attribuito al console Cocceo Nerva. Conserva altri siti archeologici in località Casal Rotondo, come tre necropoli risalenti ad altrettante epoche ma, la più interessante e la più antica risalente al 1000 a./c. È di epoca Equa, dove sono stati riportati alla luce, con scavi abbastanza recenti, dei reperti molto interessanti tra i quali una daga di un guerriero Equo esposta insieme ad altri nel museo delle arti e culture del Comune.
Riofreddo, noto nel medioevo come Rivus frigidus, appartenne fin dal principio del secolo XIII ai Colonna[2] con Landolfo che lo possedeva insieme ad altri abitati nei dintorni tra i quali Roviano, Vivaro e Pozzaglia, dando il nome ad uno dei rami di questa famiglia che lo tenne fino alla metà del secolo XV, tranne una breve parentesi durante il pontificato di papa Bonifacio VIII che lo confiscò ai Colonna per concederlo agli Orsini. Passata per matrimonio ai Caffarelli, questi, dopo un breve ritorno ai Colonna, la vendettero durante la prima metà del secolo XVI ai Del Drago[3] che ancora ne mantengono il titolo di marchese.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture religioseModifica

Architetture civiliModifica

  • Vecchio comune
  • Palazzo Sebastiani del Grande (unico palazzo nobiliare presente a Riofreddo)
  • Fonte Limosa
  • Palazzo Rocchi (dove dimorò per breve tempo Gaetano Donizetti)

Architetture militariModifica

  • Castello del Drago

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[4]

 

A Riofreddo sono presenti etnie e minoranze straniere, che costituiscono il 9% della popolazione totale. La comunità rumena è la più rappresentata, con 73 unità su un totale di 82 persone straniere.

Tradizioni e folcloreModifica

  • San Giorgio e Madonna dei Fiorentini a fine aprile

CulturaModifica

IstruzioneModifica

MuseiModifica

  • Museo delle Culture

CucinaModifica

Il piatto tipico riofreddano è denominato Sagnozzi.

EventiModifica

  • Festa di settembre "In Vino Veritas", legata alla vendemmia
  • Sagra della castagna, il 1º novembre
  • Sagra degli Asparagi a maggio
  • Sagra degli Gnocchi a fine marzo
  • Sagra dei Sagnozzi a ferragosto

EconomiaModifica

TurismoModifica

  • Fa parte del club dei borghi autentici d'Italia[5].

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

Il comune si raggiunge facilmente tramite l'autostrada A24 Roma-Teramo con uscita a Carsoli-Oricola oppure tramite la Strada statale 5 Via Tiburtina Valeria provenendo da Arsoli.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

Altre informazioni amministrativeModifica

NoteModifica

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2014.
  2. ^ Giuseppe Presutti, Le origini del castello di Riofreddo ed i Colonna sino a Landolfo 1, etc. (I Colonna di Riofreddo.), in: Archivio della R. Deputazione Romana di Storia Patria. vol. 32, 33, 35, nuova serie vol. 4. 1909, 10, 12, 38.
  3. ^ Roberto Vergara Caffarelli, La grande lite (1673-1700); 2012.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ Sito borghi autentici d'Italia

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica