Riserva naturale Lolair

area protetta della Valle d'Aosta
Riserva naturale Lolair
RN Lago di Lolair 2012 abc5.jpg
Tipo di areariserva naturale
Codice WDPA161990
Codice EUAPEUAP0408
Class. internaz.SIC IT1203020
StatiItalia Italia
RegioniValle d'Aosta Valle d'Aosta
ComuniArvier
Superficie a terraRN: 15 ha;
SIC: 28 ha
Provvedimenti istitutiviD.P.G.R. 745, 03/06/93;
GestoreAssessorato regionale Agricoltura e Risorse Naturali - Dipartimento risorse naturali
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°41′41″N 7°08′10″E / 45.694722°N 7.136111°E45.694722; 7.136111

La riserva naturale Lolair (pron. fr. AFI: [lɔlɛʁ]) è un'area naturale protetta della regione Valle d'Aosta istituita nel 1993. La riserva occupa una superficie di 15 ha nel territorio comunale di Arvier.[1]

StoriaModifica

La riserva naturale è stata istituita negli anni Novanta del Novecento, insieme ad altre aree protette valdostane; il D.P.G.R. 745 del 3 giugno 1993 la affida in gestione all'Assessorato regionale Agricoltura e Risorse Naturali - Dipartimento risorse naturali.

A seguito della proposta di valorizzare l'area come sito di interesse comunitario nel luglio del 1995, intorno al lago di Lolair è stato istituita anche la zona speciale di conservazione per coprire una superficie più estesa di 28 ha: il Lago di Lolair (codice SIC IT1203020) è stato approvato come sito Natura 2000 con il Decreto Ministeriale del 7 febbraio 2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 49 del 27 febbraio 2013 ai sensi della direttiva CEE.

TerritorioModifica

La riserva naturale è posta a protezione del bacino lacustre di Lolair, alimentato da tre sorgenti, lungo il versante orografico sinistro della Valgrisenche a 1175 m s.l.m.. La conca di bassa montagna, che in un piccolo territorio concentra un versante arido, la zona lacustre e un bosco, è dovuta a fenomeni di sovraescavazione glaciale (oasi xerotermica).

Flora

La varietà di ambienti della riserva permette di incontrare su di un'area ridotta specie igrofile, il canneto, cosi' come piante di ambiente arido quali la Potentilla pensylvanica, pianta rara in Valle d'Aosta.

NoteModifica

  1. ^ Fonte: Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP), 6º Aggiornamento approvato con Decreto 27 aprile 2010 e pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010 - Serie generale, p.53.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica