Apri il menu principale

Le riserve naturali regionali sono costituite da aree terrestri, fluviali, lacustri o marine che contengano una o più specie naturalisticamente rilevanti della fauna e della flora, ovvero presentino uno o più ecosistemi importanti per la biodiversità biologica o per la conservazione delle risorse genetiche. La valenza degli elementi naturalistici presenti le colloca tra le riserve regionali.

Attualmente l'EUAP (6º aggiornamento del 2010) prevede 365 riserve naturali regionali[1] che coprono una superficie di ca. 230 000 ettari a terra e ca. 1300 ettari a mare. L'elenco che segue include anche altre riserve naturali regionali non incluse nell'EUAP.

Indice

Valle d'AostaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Aree naturali protette della Valle d'Aosta.

PiemonteModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Aree naturali protette del Piemonte.

Parchi naturali di interesse provinciale

Non incluse nell'EUAP

LombardiaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Aree naturali protette della Lombardia.

Trentino-Alto AdigeModifica

VenetoModifica

Friuli Venezia GiuliaModifica

LiguriaModifica

Emilia-RomagnaModifica

ToscanaModifica

MarcheModifica

LazioModifica

AbruzzoModifica

MoliseModifica

CampaniaModifica

PugliaModifica

BasilicataModifica

CalabriaModifica

SiciliaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Aree naturali protette della Sicilia.
in via di istituzione

NoteModifica

  1. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.

Altri progettiModifica

  Portale Ecologia e ambiente: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ecologia e ambiente