Risoluzione 1497 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite

La Risoluzione n.1497 dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite venne decisa il 31 ottobre 1960 in seguito alla protesta del governo austriaco (cofirmatario assieme all'Italia dell'accordo De Gasperi-Gruber del 1946) per il mancato rispetto da parte dell'Italia di tale accordo.

Small Flag of the United Nations ZP.svg
Risoluzione 1497
dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite
Data31 ottobre 1960
CodiceA/RES/1497(XV)
OggettoAttuazione dell'accordo De Gasperi-Gruber da parte dell'Italia
RisultatoAdottata senza voto

Questa risoluzione è stata interpretata da parte di alcuni osservatori come la conferma che la questione altoatesina non sarebbe una questione interna italiana, ma una questione internazionale e che l'Austria si sarebbe di fatto promossa garante della minoranza di madrelingua tedesca in Alto Adige e nei comuni bilingui della Provincia autonoma di Trento.

A questa risoluzione ne seguì un'altra (la numero 1661), che, dal momento che la questione non era stata ancora risolta, invitava le due parti (Italia e Austria) a continuare gli sforzi al fine di raggiungere quanto previsto dalla risoluzione precedente.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Nazioni Unite: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nazioni Unite