Rivaldo

dirigente sportivo e calciatore brasiliano
Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Rivaldo (disambigua).

Rivaldo Vítor Borba Ferreira, noto semplicemente come Rivaldo (Paulista, 19 aprile 1972), è un dirigente sportivo ed ex calciatore brasiliano di ruolo centrocampista o attaccante.

Rivaldo
Rivaldo nel 2014 durante il tour della Coppa del Mondo
NazionalitàBandiera del Brasile Brasile
Altezza186 cm
Peso73 kg
Calcio
RuoloCentrocampista, attaccante
Termine carriera17 agosto 2015 - giocatore
Carriera
Giovanili
1987-1988Paulistano-PE
Squadre di club1
1989-1990Paulista48 (7)
1991Santa Cruz18 (8)[1]
1992-1993Mogi Mirim27 (9)[2]
1993-1994Corinthians19 (11)[3]
1994-1996Palmeiras45 (21)[4]
1996-1997Deportivo La Coruña41 (21)
1997-2002Barcellona157 (86)
2002-2003Milan22 (5)
2004Cruzeiro7 (2)
2004-2007Olympiakos70 (36)
2007-2008AEK Atene29 (8)[5]
2008-2010Bunyodkor53 (33)
2011Mogi Mirim0 (0)
2011San Paolo30 (5)[6]
2012Kabuscorp21 (11)
2013São Caetano7 (0)[7]
2014-2015Mogi Mirim8 (1)[8]
Nazionale
1992-1993Bandiera del Brasile Brasile U-209 (1)
1996Bandiera del Brasile Brasile Olimpica7 (1)
1993-2003Bandiera del Brasile Brasile74 (35)[9]
Palmarès
 Olimpiadi
BronzoAtlanta 1996
 Confederations Cup
OroArabia Saudita 1997
 Mondiali di calcio
ArgentoFrancia 1998
OroCorea del Sud-Giappone 2002
 Copa América
OroParaguay 1999
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 15 agosto 2015

Considerato uno dei migliori calciatori della sua generazione,[10][11][12] nella carriera con i club ha conquistato due campionati paulisti, un campionato brasiliano, due campionati spagnoli, una Coppa di Spagna, due Supercoppe UEFA, una UEFA Champions League, una Coppa Italia, tre campionati greci, due Coppe di Grecia, due campionati uzbeki e una Coppa dell'Uzbekistan.

Con la nazionale brasiliana, per la quale ha giocato 74 partite con 35 reti, ha vinto un Mondiale nel 2002, oltre ad una FIFA Confederations Cup nel 1997 e una Copa América nel 1999.

Ha conquistato il Pallone d'oro 1999 e un FIFA World Player of the Year nello stesso anno. Nel 2004 è stato inserito nella FIFA 100, la lista dei 125 più grandi giocatori viventi stilata da Pelé e dalla FIFA in occasione delle celebrazioni del centenario della federazione.

Biografia

modifica

Rivaldo nasce a Paulista, nello stato del Pernambuco. Per l'estrema povertà soffrì di malnutrizione.[12] Nel 1989 suo padre Romildo morì in un incidente stradale; nello stesso anno Rivaldo firmò il primo contratto da professionista.[12] È padre d'un figlio di nome Rivaldinho anch'egli calciatore [13], con cui ha avuto modo di giocare[13]; i due tra l'altro sono anche andati entrambi a segno nella stessa partita nel 2015.[13]

Caratteristiche tecniche

modifica

Rivaldo era un trequartista dotato di grande abilità tecnica e di buona velocità; il dribbling era una delle sue armi migliori. Disponeva inoltre di un tiro potente e preciso, temibile anche dalla lunga distanza. Nonostante le lunghe gambe, si dimostrò un giocatore agile.[10][14] Era un ottimo tiratore di rigori e punizioni dalla lunga distanza.[14] La sua visione di gioco e il suo senso tattico ne facevano un giocatore capace di giocare in più ruoli nella trequarti avversaria, da ala o da seconda punta.[11]

Carriera

modifica

Inizi, Corinthians e Palmeiras

modifica

Cresciuto nelle giovanili del Paulistano, esordì nella Série B con il Santa Cruz nel 1991. L'anno dopo si trasferì nello stato di San Paolo per giocare con il Mogi Mirim.

Nel 1993 Rivaldo firmò per il Corinthians, e debuttò con la maglia della nazionale brasiliana segnando il gol decisivo in amichevole contro il Messico. Dopo un anno passò al Palmeiras, dove vinse il campionato.

Deportivo e Barcellona

modifica

Dopo aver raggiunto le semifinali alle Olimpiadi di Atlanta, nell'estate 1996 fu messo sotto contratto dal Deportivo La Coruña. Nella stagione 1996-1997 segna 21 reti in 41 partite, contribuendo al terzo posto dei galiziani.

L'anno successivo fu acquistato dal Barcellona. Nella prima stagione vinse la Liga, la Copa del Rey e la Supercoppa UEFA. In quella successiva bissa il successo in Liga. Trascorse in Catalogna altre tre stagioni, durante le quali fu considerato come uno dei migliori giocatori del panorama internazionale, prima della decisione di lasciare il club.

Il 28 luglio 2002 firmò un contratto triennale con il Milan per 4 milioni di euro netti all'anno.[15] Nella stagione 2002-2003 vince la Champions League e la Coppa Italia: nella finale di ritorno contro la Roma segnò la rete del momentaneo 2-1. A questi successi segue, nell'agosto 2003, la conquista della Supercoppa UEFA. Chiuso da Kaká e Rui Costa all'inizio della sua seconda stagione in rossonero, si congedò il 28 settembre salutando i tifosi prima di Milan-Lecce (3-0). Pochi giorni dopo rescisse il contratto, ponendo fine ad una esperienza deludente nonostante i trofei vinti con il Milan tra il 2002 e il 2003.

Cruzeiro

modifica

Nel 2004 ritornò in Brasile per giocare con il Cruzeiro. Alla base della decisione di Rivaldo c'è la presenza in panchina di Vanderlei Luxemburgo, suo mentore nei primi anni. L'esperienza con il Cruzeiro dura però solo poche gare: l'esonero di Luxemburgo convinse Rivaldo a tornare in Europa.

Olympiakos e AEK

modifica

Nel luglio 2004 indossò la maglia dell'Olympiakos, dove giocò tre stagioni da protagonista. Alla fine della stagione 2006-2007, entrato in contrasto con la dirigenza per il rinnovo del contratto, decide di andare via, nonostante avesse espresso la volontà di chiudere la carriera all'Olympiakos. Nel 2007 firma con i rivali storici dell'AEK Atene, dove trascorse una stagione.

Bunyodkor

modifica

Il 17 luglio 2008 lascia l'AEK per trasferirsi al Bunyodkor, squadra della massima divisione uzbeka, ottenendo un alto ingaggio. Nel campionato uzbeko segna 33 gol in poco più di due stagioni e vince due titoli nazionali (2008 e 2009) e una Coppa dell'Uzbekistan (2008).

Mogi Mirim e San Paolo

modifica

L'11 agosto 2010 rescinde il contratto con la società uzbeka[16] e il 18 novembre successivo firma per i paulisti del Mogi Mirim, club nel quale era cresciuto.[17]

Il 22 gennaio 2011 passa in prestito al San Paolo, con un contratto che lo lega al club fino al 31 dicembre dello stesso anno.[18] Il 3 febbraio 2011 segna un gol all'esordio nel Campionato Paulista 2011. Conclude la sua esperienza con il San Paolo con 30 presenze e 5 gol messi a segno in campionato.

Kabuscorp

modifica

Il 13 gennaio 2012, dopo essere rimasto svincolato per due mesi, viene ingaggiato dalla squadra angolana del Kabuscorp.[19] Alla sua seconda partita di campionato con la squadra Rivaldo mette a segno una tripletta.[20] Il 4 novembre, dopo 21 presenze e 11 gol, lascia la squadra angolana per tornare in Brasile, dopo aver sostenuto personalmente le spese per la costruzione di un centro medico e di una scuola in una delle zone più povere dell'Angola.

São Caetano e Mogi Mirim

modifica

Il 7 gennaio 2013 viene ingaggiato dal São Caetano, nel Campeonato Brasileiro Série B. Rescinde il contratto nel novembre dello stesso anno, dopo aver disputato 19 partite e segnato 2 gol nel corso della stagione, e dichiara di voler chiudere la carriera al Mogi Mirim.[21][22]

Il 22 gennaio 2014 torna nuovamente a vestire la maglia del Mogi Mirim, club del quale è presidente e in cui gioca anche suo figlio Rivaldinho. Fa il suo debutto nella seconda giornata del Campionato Paulista 2014.[23] Il 15 marzo 2014, annuncia il ritiro,[24] cambiando idea 15 mesi dopo, quando a 43 anni si rende disponibile a vestire nuovamente la maglia del Mogi Mirim.[25] Il 14 luglio 2015 va in gol assieme al figlio nella stessa partita (vittoria per 3-1 contro il Macaé).[26][27]

Il 14 agosto 2015 annuncia il ritiro.[28]

Nazionale

modifica

Rivaldo esordì con la nazionale brasiliana nel 1993, in un'amichevole contro il Messico (1-0). Nel 1997 partecipò alla vittoriosa edizione della Confederations Cup. Nel 1998 disputa il Mondiale in Francia, giungendo fino all'atto conclusivo della manifestazione contro la Francia, in cui il Brasile perse 3-0.

Nel 1999 partecipa alla Coppa America, vinta.

Nell'estate del 2002 fu convocato per il Mondiale in Giappone e Corea del Sud. Nella prima partita contro la Turchia il 3 giugno, si rende però protagonista di uno spiacevole episodio di simulazione che induce l'arbitro ad espellere Hakan Ünsal.[29] Nel torneo segna per 5 partite consecutive, mancando però di eguagliare il record di marcature consecutive in Coppa del Mondo stabilito da Jairzinho a Messico 1970 (6 partite di fila). In finale il Brasile vince 2-0 sulla Germania.

Statistiche

modifica

Tra club, nazionale maggiore e nazionali giovanili (inclusa Brasile olimpica), Rivaldo ha giocato 959 volte e segnato 437 reti ( 0,47 gol a partita).

Presenze e reti nei club

modifica

Statistiche aggiornate al termine della carriera da calciatore.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1989   Paulista A2/SP 26 3 - - - - - - - - - 26 3
1990 A2/SP 22 4 - - - - - - - - - 22 4
Totale Paulista[30] 48 7 - - - - - - 48 7
1991   Santa Cruz A/PE+B 5++18 9+8 CB 4 2 - - - - - - 27+ 19
1992   Mogi Mirim A1/SP+C ?+27 ?+9 - - - - - - - - - 27+ 9+
gen.-lug. 1993 A1/SP+C 4++0 4+0 - - - - - - - - - 4+ 4
lug.-dic. 1993   Corinthians A1/SP+A 0+19 0+11 - - - - - - RSP+TJH 6+2 2+0 27 13
gen.-lug. 1994 A1/SP+A 23+0 6+0 CB 3 0 - - - CP 5 1 31 7
Totale Corinthians[31] 23+19 6+11 3 0 - - 13 3 58 20
lug.-dic. 1994   Palmeiras A1/SP+A 0+29 0+14 - - - - - - - - - 29 14
1995 A1/SP+A 28+16 10+7 CB 4 2 CL 9 5 - - - 57 24
gen-giu. 1996 A1/SP+A 25+0 18+0 CB 9 4 - - - - - - 34 22
Totale Palmeiras[32] 53+45 28+21 13 6 9 5 - - 120 60
1996-1997   Deportivo La Coruña PD 41 21 CR 5 1 - - - - - - 46 22
1997-1998   Barcellona PD 34 19 CR 7 8 UCL 6 0 SS+SU 2+2 0+1 51 28
1998-1999 PD 37 24 CR 3 2 UCL 6 3 SS 2 0 48 29
1999-2000 PD 31 12 CR 5 1 UCL 14 10 SS 0 0 50 23
2000-2001 PD 35 23 CR 5 2 UCL+CU 6+7 6+5 - - - 53 36
2001-2002 PD 20 8 CR 0 0 UCL 13 6 - - - 33 14
Totale Barcellona 157 86 20 13 52 30 6 1 235 130
2002-2003   Milan A 22 5 CI 3 1 UCL 13 2 - - - 38 8
ago.-nov. 2003 A 0 0 - - - UCL 1 0 SU 1 0 2 0
Totale Milan 22 5 3 1 14 2 1 0 40 8
gen.-feb. 2004   Cruzeiro M1/MG 7 2 - - - CL 3 0 - - - 10 2
2004-2005   Olympiakos A 23 12 CG 6 2 UCL+CU 6+3 1+0 - - - 38 15
2005-2006 A 22 7 CG 3 2 UCL 5 2 - - - 30 11
2006-2007 SL 25 17 CG 2 0 UCL 6 0 - - - 33 17
Totale Olympiakos 70 36 11 4 20 3 - - 101 43
2007-2008   AEK Atene SL 29+6[33] 8+4[33] CG 0 0 UCL+CU 2+6 1+2 - - - 43 15
ago. 2008 SL 0 0 CG 0 0 CU 1 0 - - - 1 0
Totale AEK Atene 29+6 8+4 ? 0 9 3 - - 44 15
ago.-dic. 2008   Bunyodkor PFL 12 7 CU 1 0 ACL 4 2 - - - 17 9
2009 PFL 30 20 CU 4 1 ACL 9 1 - - - 43 22
2010 PFL 11 6 CU 6 4 ACL 5 2 CSI 0 0 22 12
Totale Bunyodkor 53 33 11 5 18 5 0 0 82 43
gen. 2011   Mogi Mirim A1/SP 0+0 0+0 - - - - - - - - - 0 0
2011   San Paolo A1/SP+A 9+30 1+5 CB 4 0 CS 3 1 - - - 46 7
2012   Kabuscorp G 21 11 CA 0 0 - - - - - - 21 11
2013   São Caetano A1/SP+B 10+7 2+0 CB 2 0 - - - CP 0 0 19 2
2014   Mogi Mirim A1/SP+C 4+4 0 CB 0 0 - - - - - - 8 0
2015 A1/SP+B 5+4 0+1 CB 0 0 - - - - - - 9 1
Totale Mogi Mirim 13++ 35 4+10 - - - - - - 48+ 14
Totale carriera 721+ 318+ 76+ 32 128 49 20 4 945+ 403+

Cronologia presenze e reti in nazionale

modifica
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
16-12-1993 Guadalajara Messico   0 – 1   Brasile Amichevole 1
23-3-1994 Recife Brasile   2 – 0   Argentina Amichevole -
17-5-1995 Ramat Gan Israele   1 – 2   Brasile Amichevole 1
6-6-1995 Liverpool Brasile   3 – 0   Giappone Amichevole - [34]
11-10-1995 Salvador Brasile   2 – 0   Uruguay Amichevole -
8-11-1995 Buenos Aires Argentina   0 – 1   Brasile Amichevole -
20-12-1995 Manaus Brasile   3 – 1   Colombia Amichevole -
27-3-1996 São José do Rio Preto Brasile   8 – 2   Ghana Amichevole 1
24-4-1996 Johannesburg Sudafrica   2 – 3   Brasile Amichevole 1
10-9-1997 Salvador Brasile   4 – 2   Ecuador Amichevole -
11-11-1997 Brasilia Brasile   3 – 0   Galles Amichevole 1
12-12-1997 Riyad Arabia Saudita   0 – 3   Brasile Conf. Cup 1997 - 1º turno -
14-12-1997 Riyad Australia   0 – 0   Brasile Conf. Cup 1997 - 1º turno -
25-3-1998 Stoccarda Germania   1 – 2   Brasile Amichevole -
3-6-1998 Saint-Ouen Andorra   0 – 3   Brasile Amichevole 1
10-6-1998 Saint-Denis Brasile   2 – 1   Scozia Mondiali 1998 - 1º turno -
16-6-1998 Nantes Brasile   3 – 0   Marocco Mondiali 1998 - 1º turno 1
23-6-1998 Marsiglia Brasile   1 – 2   Norvegia Mondiali 1998 - 1º turno -
27-6-1998 Parigi Brasile   4 – 1   Cile Mondiali 1998 - Ottavi di finale -
3-7-1998 Nantes Brasile   3 – 2   Danimarca Mondiali 1998 - Quarti di finale 2
7-7-1998 Marsiglia Brasile   1 – 1 dts
(4 - 2 dtr)
  Paesi Bassi Mondiali 1998 - Semifinale -
12-7-1998 Saint-Denis Brasile   0 – 3   Francia Mondiali 1998 - Finale - [35]
23-9-1998 São Luís Brasile   3 – 0   Jugoslavia Amichevole -
14-10-1998 Washington Brasile   5 – 1   Ecuador Amichevole -
18-11-1998 Fortaleza Brasile   5 – 1   Russia Amichevole 1
28-3-1999 Seul Corea del Sud   1 – 0   Brasile Amichevole -
31-3-1999 Tokyo Giappone   0 – 2   Brasile Amichevole -
5-6-1999 Salvador Brasile   2 – 2   Paesi Bassi Amichevole -
8-6-1999 Goiânia Brasile   3 – 1   Paesi Bassi Amichevole -
30-6-1999 Ciudad del Este Brasile   7 – 0   Venezuela Coppa America 1999 - 1º turno 1
3-7-1999 Ciudad del Este Brasile   2 – 1   Messico Coppa America 1999 - 1º turno -
11-7-1999 Ciudad del Este Brasile   2 – 1   Argentina Coppa America 1999 - Quarti di finale 1
14-7-1999 Ciudad del Este Brasile   2 – 0   Messico Coppa America 1999 - Semifinale 1
18-7-1999 Asunción Brasile   3 – 0   Uruguay Coppa America 1999 - Finale 2 [36]
4-9-1999 Buenos Aires Argentina   2 – 0   Brasile Amichevole -
7-9-1999 Porto Alegre Brasile   4 – 2   Argentina Amichevole 3
9-10-1999 Amsterdam Paesi Bassi   2 – 2   Brasile Amichevole -
13-11-1999 Vigo Spagna   0 – 0   Brasile Amichevole -
23-2-2000 Bangkok Thailandia   0 – 7   Brasile Amichevole 2
26-4-2000 San Paolo Brasile   3 – 2   Ecuador Qual. Mondiali 2002 2
23-5-2000 Cardiff Galles   0 – 3   Brasile Amichevole 1
27-5-2000 Londra Inghilterra   1 – 1   Brasile Amichevole -
4-6-2000 Lima Perù   0 – 1   Brasile Qual. Mondiali 2002 -
28-6-2000 Rio de Janeiro Brasile   1 – 1   Uruguay Qual. Mondiali 2002 1
18-7-2000 Asunción Paraguay   2 – 1   Brasile Qual. Mondiali 2002 1
26-7-2000 San Paolo Brasile   3 – 1   Argentina Qual. Mondiali 2002 -
15-8-2000 Santiago del Cile Cile   3 – 0   Brasile Qual. Mondiali 2002 -
3-9-2000 Rio de Janeiro Brasile   5 – 0   Bolivia Qual. Mondiali 2002 1
15-11-2000 San Paolo Brasile   1 – 0   Colombia Qual. Mondiali 2002 -
7-3-2001 Guadalajara Messico   3 – 3   Brasile Amichevole -
28-3-2001 Quito Ecuador   1 – 0   Brasile Qual. Mondiali 2002 -
1-7-2001 Montevideo Uruguay   1 – 0   Brasile Qual. Mondiali 2002 -
15-8-2001 Porto Alegre Brasile   2 – 0   Paraguay Qual. Mondiali 2002 1
5-9-2001 Buenos Aires Argentina   2 – 1   Brasile Qual. Mondiali 2002 -
7-10-2001 Curitiba Brasile   2 – 0   Cile Qual. Mondiali 2002 1
7-11-2001 La Paz Bolivia   3 – 1   Brasile Qual. Mondiali 2002 -
14-11-2001 São Luís Brasile   3 – 0   Venezuela Qual. Mondiali 2002 1
17-4-2002 Lisbona Portogallo   1 – 1   Brasile Amichevole -
25-5-2002 Kuala Lumpur Malaysia   0 – 4   Brasile Amichevole -
3-6-2002 Ulsan Brasile   2 – 1   Turchia Mondiali 2002 - 1º turno 1
8-6-2002 Seogwipo Brasile   4 – 0   Cina Mondiali 2002 - 1º turno 1
13-6-2002 Suwon Costa Rica   2 – 5   Brasile Mondiali 2002 - 1º turno 1
17-6-2002 Kōbe Brasile   2 – 0   Belgio Mondiali 2002 - Ottavi di finale 1
21-6-2002 Shizuoka Inghilterra   1 – 2   Brasile Mondiali 2002 - Quarti di finale 1
26-6-2002 Saitama Brasile   1 – 0   Turchia Mondiali 2002 - Semifinale -
30-6-2002 Yokohama Brasile   2 – 0   Germania Mondiali 2002 - Finale - [37]
21-8-2002 Fortaleza Brasile   0 – 1   Paraguay Amichevole -
12-2-2003 Canton Cina   0 – 0   Brasile Amichevole -
29-3-2003 Oporto Portogallo   2 – 1   Brasile Amichevole -
7-9-2003 Barranquilla Colombia   1 – 2   Brasile Qual. Mondiali 2006 -
10-9-2003 Manaus Brasile   1 – 0   Ecuador Qual. Mondiali 2006 -
12-10-2003 Leicester Giamaica   0 – 1   Brasile Amichevole -
16-11-2003 Lima Perù   1 – 1   Brasile Qual. Mondiali 2006 1
19-11-2003 Curitiba Brasile   3 – 3   Uruguay Qual. Mondiali 2006 -
Totale Presenze 74 Reti (8º posto) 35
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale (partite non ufficiali) ― Brasile
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
20-4-1994 Parigi Sel. mista PSG/Bordeaux   0 – 0   Brasile Amichevole -
22-5-1996 Manaus Brasile   1 – 1   Croazia olimpica[38] Amichevole -
26-6-1996 Vitória Brasile   3 – 1   Polonia olimpica[39] Amichevole -
31-5-1998 Bilbao Athletic Bilbao   1 – 1   Brasile Amichevole 1
28-4-1999 Barcellona Barcellona   2 – 2   Brasile Amichevole 1
Totale Presenze 5 Reti 2

Palmarès

modifica

Competizioni statali

modifica
Palmeiras: 1994, 1996

Competizioni nazionali

modifica
Palmeiras: 1994
Barcellona: 1997-1998, 1998-1999
Barcellona: 1997-1998
Milan: 2002-2003
Olympiakos: 2004-2005, 2005-2006, 2006-2007
Olympiakos: 2004-2005, 2005-2006
Bunyodkor: 2008, 2009
Bunyodkor: 2008

Competizioni internazionali

modifica
Barcellona: 1997
Milan: 2003
Milan: 2002-2003

Nazionale

modifica
Atlanta 1996
Arabia Saudita 1997
Paraguay 1999
Corea del Sud-Giappone 2002

Individuale

modifica
1993, 1994
Miglior calciatore straniero: 1997-1998
1998, 2002
1998-1999, 1999-2000
1999 (5 gol, a pari merito con Ronaldo)
Paraguay 1999
1999
1999
1999
1999
1999-2000 (10 gol, a pari merito con Jardel e Raúl)
Corea del Sud-Giappone 2002
2006, 2007
2009 (20 gol)
  1. ^ 23 (17) considerando anche gli incontri disputati nel Campionato Pernambucano.
  2. ^ 33 (13) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  3. ^ 42 (17) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  4. ^ 98 (49) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  5. ^ 35 (12) se si comprendono le partite disputate nei play-off.
  6. ^ 39 (6) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  7. ^ 17 (2) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  8. ^ 17 (1) se si comprendono le partite disputate nel Campionato Paulista.
  9. ^ 79 (37) se si comprendono anche le amichevoli non ufficiali disputate con la Nazionale maggiore brasiliana.
  10. ^ a b (EN) Rivaldo, su britannica.com.
  11. ^ a b (EN) Poor boy who became a legend, su theguardian.com. URL consultato il 30 gennaio 2000.
  12. ^ a b c (EN) Rivaldo: In the name of the father, su fifa.com, 1º febbraio 2000. URL consultato il 29 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2019).
  13. ^ a b c (EN) Rivaldo: World Cup winner and son score in same Brazilian match, su bbc.com.
  14. ^ a b (EN) Rivaldo remembers the greatest hat-trick ever scored, su independent.co.uk, 17 ottobre 2019.
  15. ^ Rivaldo è del Milan, sport.it, 28 luglio 2002 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011).
  16. ^ Rivaldo rescinde con il Bunyodkor, su calcionews24.com, 11 agosto 2010. URL consultato il 7 marzo 2012.
  17. ^ (PT) Rivaldo anuncia retorno ao Brasil e jogará o Paulistão pelo Mogi Mirim, su globoesporte.globo.com, 18 novembre 2010. URL consultato il 7 marzo 2012.
  18. ^ (PT) Em seu site, São Paulo confirma a contratação de Rivaldo, su globoesporte.globo.com, 22 gennaio 2011. URL consultato il 7 marzo 2012.
  19. ^ Kabuscorp, Rivaldo: "Pronto a vincere anche in Angola", tuttomercatoweb.com, 13 gennaio 2012.
  20. ^ (PT) Kabuscorp 3-1 Recreativo da Caála, su girabola.com, 17 marzo 2012. URL consultato il 5 aprile 2012.
  21. ^ (PT) Rivaldo pretende encerrar carreira após o Paulistão, bahianoticias.com.br, 12 novembre 2013. URL consultato il 14 novembre 2013.
  22. ^ (PT) Rivaldo projeta disputar o Paulistão pelo Mogi Mirim, su mogimirim.com.br. URL consultato il 14 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 10 giugno 2015).
  23. ^ (PT) No duelo dos ‘vovôs’, ataque desencanta, e S São Paulo goleia Mogi, globoesporte.globo.com, 22 gennaio 2014. URL consultato il 23 gennaio 2014.
  24. ^ Rivaldo, addio e lacrime: "Ho costruito un miracolo", Gazzetta.it, 15 marzo 2014. URL consultato il 16 marzo 2014.
  25. ^ (PT) Rivaldo volta a treinar para ajudar o grupo, mogimirim.com.br, 22 giugno 2015. URL consultato il 24 giugno 2015 (archiviato dall'url originale il 25 giugno 2015).
  26. ^ Rivaldo e il figlio in gol nella stessa partita, sportmediaset.com, 15 luglio 2015. URL consultato il 15 luglio 2015.
  27. ^ Una storia da raccontare, Rivaldo e figlio segnano nella stessa gara, goal.com, 15 luglio 2015. URL consultato il 15 luglio 2015.
  28. ^ Rivaldo lascia il calcio: l'ex stella del Brasile si ritira a 43 anni, su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 14 agosto 2015. URL consultato il 14 agosto 2015.
  29. ^ (EN) Rivaldo fined by Fifa, su news.bbc.co.uk, BBC Sport. URL consultato il 7 marzo 2012.
  30. ^ (EN) Rivaldo, su national-football-teams.com.
  31. ^ https://www.meutimao.com.br/resultados-dos-jogos-do-corinthians/
  32. ^ https://www.verdazzo.com.br/campeonato
  33. ^ a b Stagione regolare+Play-off.
  34. ^ Umbro Cup
  35. ^ 2º posto
  36. ^ 6º titolo
  37. ^ 5º titolo
  38. ^ La Federcalcio croata, al contrario di quella brasiliana, ritiene questa partita giocata dalla Nazionale olimpica.
  39. ^ La Federcalcio polacca, al contrario di quella brasiliana, ritiene questa partita giocata dalla Nazionale olimpica.

Altri progetti

modifica

Collegamenti esterni

modifica
Controllo di autoritàVIAF (EN48576074 · ISNI (EN0000 0001 1569 6811 · LCCN (ENn2001088062 · BNE (ESXX1288566 (data)