Apri il menu principale

Rivalità calcistica Argentina-Brasile

Una fase di gioco di Argentina-Brasile 1-0, ottavo di finale del campionato del mondo 1990 (Torino, 24 giugno 1990).

La rivalità calcistica tra le nazionali di Argentina e Brasile ha interessato le due squadre in gare amichevoli[1] e in competizioni ufficiali (Copa América, qualificazioni ai Mondiali, fase finale dei Mondiali, Superclásico de las Américas). L'origine storica è dovuta alle conquiste coloniali di Spagna e Portogallo (XVI e XVII secolo). Mentre la FIFA ha descritto la rivalità come l'essenza stessa delle rivalità calcistiche,[2] il sito e programma televisivo ESPN FC l'ha inserita al primo posto nella classifica tra le rivalità tra squadre nazionali più sentite di sempre.[3]

Il confronto tra Albiceleste e Seleção è stato ripreso anche da due calciatori, tra i migliori di ogni tempo: l'argentino Diego Armando Maradona (campione mondiale nel 1986) e il brasiliano Pelé (campione mondiale nel 1958, 1962 e 1970).[4]

IncontriModifica

Mondiali 1974Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di calcio 1974.

Al campionato del mondo 1974, in Germania Ovest, le due squadre si incontrarono nella seconda fase a gironi. La partita (valida per la seconda giornata del gruppo, e giocata ad Hannover) fu vinta per 2-1 dai verdeoro con reti di Rivelino e Jairzinho: Miguel Brindisi siglò il momentaneo pareggio. Gli argentini finirono all'ultimo posto nel gruppo, venendo eliminati: i brasiliani arrivarono invece secondi, dietro i Paesi Bassi, accedendo alla finale per il 3º e 4º posto (poi persa contro la Polonia).

Mondiali 1978Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di calcio 1978.

Quattro anni dopo, le due Nazionali si ritrovarono ancora nella seconda fase a gironi (gruppo B) del Mondiale organizzato in terra argentina. Entrambe avevano vinto la prima partita: l'incontro terminò con un pareggio senza reti. Nella successiva giornata, il Brasile sconfisse 3-1 la Polonia mentre l'Argentina giocò contro il Perù (alcune ore più tardi): per superare il turno, la squadra di Menotti avrebbe dovuto vincere con almeno quattro gol di scarto (per via della differenza reti). L'Albiceleste vinse per 6-0, risultato che suscitò sospetti di combine (anche per l'origine del portiere peruviano Ramón Quiroga, nato a Rosario), qualificandosi alla finale: alzò la coppa dopo aver battuto, nei tempi supplementari, i Paesi Bassi. Dal canto suo, il Brasile si aggiudicò il bronzo superando 2-1 l'Italia nella finale di consolazione.

Mondiali 1982Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di calcio 1982.
 
I giocatori escono dal campo al termine della sfida ai Mondiali 1982

Per la terza volta in otto anni, verdeoro e biancoazzurri si incrociarono nella seconda fase a gironi dei Mondiali. Venerdì 2 luglio 1982, allo Stadio de Sarriá di Barcellona, il Brasile vinse per 3-1: le reti portarono la firma di Zico, Serginho Chulapa e Júnior, mentre Ramón Díaz siglò il punto della bandiera (pochi minuti dopo l'espulsione di Maradona, che aveva colpito Batista con un calcio).

Mondiali 1990Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Campionato mondiale di calcio 1990.

Ai Mondiali 1990, l'incontro si verificò in occasione degli ottavi di finale: il Brasile aveva vinto a punteggio pieno il suo girone, mentre l'Argentina (campione uscente) si era qualificata tramite il ripescaggio. La partita, che si giocò allo Stadio delle Alpi, terminò 1-0 in favore dell'Albiceleste: Claudio Caniggia andò a segno al 80', dopo due pali colpiti dagli avversari. Dopo la gara, Branco accusò gli argentini di avergli somministrato dei tranquillanti nella sua bottiglietta d'acqua.[5][6]

Coppa America 1991Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Copa América 1991.

Nel 1991, le rivali si affrontarono durante il girone finale di Copa América. L'Argentina vinse per 3-2 una partita con quattro espulsioni (Caniggia e Mazinho al 31', Carlos Enrique e Márcio Santos al 61') e un infortunio (Bianchezi uscì in barella al 80', due minuti dopo l'ingresso in campo).[7]

Coppa America 1993Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Copa América 1993.

Argentina e Brasile si affrontarono anche nell'edizione tenutasi in Ecuador, a Guayaquil. Il Brasile passò in vantaggio, ma Leonardo Rodríguez pareggiò di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Ai tiri di rigore, i verdeoro persero 5-4 e gli argentini passarono ai quarti di finale. L'Argentina avrebbe poi vinto la manifestazione battendo in finale il Messico.

Coppa America 1995Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Copa América 1995.

Nella successiva edizione del massimo campionato continentale, in Uruguay, si trovarono di fronte nei quarti di finale: dopo il 2-2 dei tempi supplementari, il Brasile si impose ai rigori. Il verdeoro Túlio divenne famoso per aver toccato il pallone con la mano sinistra (al 40'), fallo di cui l'arbitro peruviano Alberto Tejada Noriega non si avvide. La stampa argentina rinominò l'episodio «mano del diavolo».[8]

Coppa America 2004 e 2007Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Copa América 2004 e Copa América 2007.

Per due edizioni consecutive della Copa América (2004 e 2007), brasiliani e argentini si contesero la vittoria finale. Il 25 luglio 2004 a Lima, l'Argentina fu raggiunta sul 2-2 dalla rete di Adriano al 93': il Brasile vinse poi dal dischetto, per l'errore decisivo di Andrés D'Alessandro.

Il 15 luglio 2007, a Maracaibo, il Brasile si confermò vincendo per 3-0 con gol di Júlio Baptista e Daniel Alves, inframmezzati dall'autogol di Roberto Ayala.

Qualificazioni ai Mondiali 2010Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Qualificazioni al campionato mondiale di calcio 2010 - CONMEBOL.

Il 5 settembre 2009, a Rosario, il Brasile ha sconfitto per 3-1 l'Argentina (rete di Luisão e doppietta di Luís Fabiano) qualificandosi alla fase finale del campionato del mondo 2010 con tre turni di anticipo: è stata la prima vittoria dal 1995 in casa dei rivali. Anche l'Argentina si è poi qualificata, con due vittorie nelle ultime due gare.

Superclásico de las AméricasModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Superclásico de las Américas.

Dal 2011 le due Nazionali disputano il Superclásico de las Américas (l'edizione 2013 e del 2016 non sono state disputate): i verdeoro hanno vinto 4 titoli, 3, invece, sono andati all'Argentina.

Tabella riassuntivaModifica

Data Città Paese Risultato Competizione Vincitore
20 settembre 1914 Buenos Aires   Argentina 3-0 Amichevole   Argentina
27 settembre 1914 Buenos Aires   Argentina 0-1 Amichevole   Brasile
10 giugno 1916 Buenos Aires   Argentina 1-1 Copa América 1916 parità
3 ottobre 1917 Montevideo   Uruguay 4-2 Copa América 1917   Argentina
18 maggio 1919 Rio de Janeiro   Brasile 1-3 Copa América 1919   Brasile
30 giugno 1974 Hannover   Germania Ovest 1-2 Mondiale 1974   Brasile
18 giugno 1978 Rosario   Argentina 0-0 Mondiale 1978 parità
2 agosto 1979 Rio de Janeiro   Brasile 2-1 Copa América 1979   Brasile
23 agosto 1979 Buenos Aires   Argentina 2-2 Copa América 1979 parità
4 gennaio 1981 Montevideo   Uruguay 1-1 Mundialito parità
2 luglio 1982 Barcellona   Spagna 1-3 Mondiale 1982   Brasile
24 agosto 1983 Buenos Aires   Argentina 1-0 Copa América 1983   Argentina
14 settembre 1983 Rio de Janeiro   Brasile 0-0 Copa América 1983 parità
17 giugno 1984 San Paolo   Brasile 0-0 Amichevole parità
5 maggio 1985 Salvador   Brasile 0-0 Amichevole parità
10 luglio 1988 Melbourne   Australia 0-0 Amichevole parità
12 luglio 1989 Rio de Janeiro   Brasile 0-2 Copa América 1989   Brasile
24 giugno 1990 Torino   Italia 1-0 Mondiale 1990   Argentina
27 marzo 1991 Buenos Aires   Argentina 3-3 Amichevole parità
27 giugno 1991 Curitiba   Brasile 1-1 Amichevole parità
17 luglio 1991 Santiago   Cile 3-2 Copa América 1991   Argentina
18 febbraio 1993 Buenos Aires   Argentina 1-1 Amichevole parità
27 giugno 1993 Guayaquil   Ecuador 1-1 (6-5) Copa América 1993 parità (  Argentina)
23 marzo 1994 Recife   Brasile 2-0 Amichevole   Brasile
17 luglio 1995 Rivera   Uruguay 2-2 (4-2) Copa América 1995 parità (  Brasile)
8 novembre 1995 Buenos Aires   Argentina 0-1 Amichevole   Brasile
29 aprile 1998 Rio de Janeiro   Brasile 0-1 Amichevole   Argentina
11 luglio 1999 Ciudad del Este   Paraguay 1-2 Copa América 1999   Brasile
4 settembre 1999 Buenos Aires   Argentina 2-0 Amichevole   Argentina
7 settembre 1999 Porto Alegre   Brasile 4-2 Amichevole   Brasile
26 luglio 2000 San Paolo   Brasile 2-0 Mondiale 2002 (Qual.)   Brasile
5 settembre 2001 Buenos Aires   Argentina 2-1 Mondiale 2002 (Qual.)   Argentina
2 giugno 2004 Belo Horizonte   Brasile 2-1 Mondiale 2006 (Qual.)   Brasile
25 luglio 2004 Lima   Perù 2-2 (4-2) Copa América 2004 parità (  Brasile)
8 giugno 2005 Buenos Aires   Argentina 3-1 Mondiale 2006 (Qual.)   Argentina
29 giugno 2005 Francoforte   Germania 1-4 Confederations Cup 2005   Brasile
3 settembre 2006 Londra   Inghilterra 0-3 Amichevole   Brasile
15 luglio 2007 Maracaibo   Venezuela 0-3 Copa América 2007   Brasile
18 giugno 2008 Belo Horizonte   Brasile 0-0 Mondiale 2010 (Qual.) parità
5 settembre 2009 Rosario   Argentina 1-3 Mondiale 2010 (Qual.)   Brasile
17 novembre 2010 Doha   Qatar 0-1 Amichevole   Argentina
9 giugno 2012 New Jersey   Stati Uniti 3-4 Amichevole   Argentina

Statistiche:

  • 41 vittorie del Brasile
  • 42 vittorie dell'Argentina
  • 27 pareggi

Le gare terminate ai rigori sono computate in pareggio.

NoteModifica

  1. ^ The Rivalry: Brazil X Argentina, netvasco.com.
  2. ^ Argentina in Brazil - The essence of football rivalry, in fifa.com, Fédération Internationale de Football Association, 6 giugno 2014. URL consultato il 9 ottobre 2015.
  3. ^ Nick Miller, The 10 greatest rivalries in international football, in espnfc.co.uk, ESPN FC, 9 ottobre 2015. URL consultato il 9 ottobre 2015.
  4. ^ CNNSI - "The Maradona-Pele furor"
  5. ^ Football: The Maradona diet: a gastric bypass, holy water and a | Independent, The (London) | Find Articles at BNET.
  6. ^ (ES) Copia archiviata, su laultima.com. URL consultato il 19 giugno 2008 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2007).
  7. ^ Copa América 1991 Final Pool -- from RSSSF.
  8. ^ The hand of the devil still rankles as the Copa reaches its climax

Voci correlateModifica