Apri il menu principale
Robert Doornbos
Robert Doornbos - Red Bull Racing.jpg
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 2005-2006
Scuderie Minardi
Red Bull
Miglior risultato finale 24º (2006)
GP disputati 11
 

Robert Michael Doornbos (Rotterdam, 23 settembre 1981) è un pilota automobilistico olandese.

Indice

CarrieraModifica

Dopo aver vinto una gara in Formula 3000 ha esordito al volante di una Formula 1 nel 2004 come pilota di riserva e collaudatore per la Jordan, posizione che ha mantenuto nella prima metà della stagione 2005. A partire dal Gran Premio di Germania ha gareggiato come pilota ufficiale della Minardi sostituendo Patrick Friesacher. Nella stagione 2006 è stato riserva e collaudatore per la Red Bull e ha sostituito Christian Klien come pilota ufficiale nelle ultime tre corse. Nel 2007 corre nella Champ Car, ed ha esordito con un ottimo secondo posto nella prima gara del campionato disputata a Las Vegas. A fine stagione ha vinto anche il premio di Rookie of the Year, ovvero di debuttante dell'anno, in quella che è stata l'ultima stagione della storia della Champ Car, che dal 2008 è stata rilevata dal proprietario dell'Indycar Tony George. Nel 2008 ha corso nella Superleague Formula, finendo terzo a fine stagione. Dopo aver detto addio al Motorsport nel 2009, ha creato nel 2016 una società attiva nell’industria dei sex toys[1].

Risultati F1Modifica

2004 Scuderia Vettura                                     Punti Pos.
Jordan EJ14 TP TP TP
2005 Scuderia Vettura                                       Punti Pos.
Jordan
Minardi[2]
EJ15
PS05
TP TP TP TP TP TP TP TP TP 18 Rit 13 18 13 Rit 14 14 0 25º
2006 Scuderia Vettura                                     Punti Pos.
Red Bull RB2 TP TP TP TP TP TP TP TP TP TP TP TP TP TP TP 12 13 12 0 24º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

NoteModifica

  1. ^ Redazione 2, Dalla F1 ai sex toys: il "salto" di Robert Doornbos, su Tutto Motori Web, 29 gennaio 2016. URL consultato il 10 aprile 2019.
  2. ^ Con la Minardi dal GP di Germania.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica