Robert Kaliňák

politico slovacco.
Robert Kaliňák
Robert Kaliňák 2016-09-20.jpg

Ministro dell'Interno
della Repubblica Slovacca
Durata mandato 4 aprile 2012 –
12 marzo 2018
Presidente Ivan Gašparovič
Andrej Kiska
Capo del governo Robert Fico
Predecessore Daniel Lipšic
Successore Tomáš Drucker

Durata mandato 4 luglio 2006 –
8 luglio 2010
Presidente Ivan Gašparovič
Predecessore Martin Pado
Successore Daniel Lipšic

Dati generali
Partito politico Direzione - Socialdemocrazia (SMER)
Università Università Comenio di Bratislava

Robert Kaliňák (Bratislava, 11 maggio 1971) è un politico slovacco.

BiografiaModifica

Si è laureato in legge a Bratislava presso Università Comenio. È avvocato.

Fa parte del partito Direzione - Socialdemocrazia (SMER), fondato da Robert Fico, inizialmente presentato come formazione politica di centro, ma successivamente approdato a posizioni più di sinistra.

Dal 4 luglio 2006 all'8 luglio 2010 è stato ministro dell'interno del Governo Fico I.

Dal 4 aprile 2012 al 12 marzo 2018 è stato nuovamente nominato ministro dell'interno nel Governo Fico II. Si è dimesso in seguito alle proteste di piazza,[1] conseguenti all'omicidio del giornalista slovacco Ján Kuciak con la sua compagna, ucciso mentre stava compiendo una serie di indagini riguardanti casi di corruzione e truffe intorno ai fondi strutturali dell’Unione Europea, per il sito di notizie slovacco Aktuality.[2] Kuciak aveva sostentuto nel suo ultimo scritto, pubblicato postumo, l'esistenza di rapporti tra la 'Ndrangheta calabrese e alcuni membri del Governo Fico, poi dimessisi.[3]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN3646156565693323500003