Robert Lemaignen

politico francese
Robert Lemaignen

Commissario europeo
per i Paesi e i Territori d'Oltremare
Durata mandato 10 gennaio 1958 –
9 gennaio 1962
Presidente Walter Hallstein
Predecessore -
Successore Henri Rochereau

Dati generali
Università École spéciale militaire de Saint-Cyr

Robert Lemaignen (18931980) è stato un politico francese. Fu commissario europeo.

Frequentò la Scuola speciale militare di Saint-Cyr[1].

Prima di diventare commissario europeo per i Paesi e i territori d'oltremare nella prima Commissione europea, Lemaignen fu vicepresidente della federazione francese degli imprenditori e segretario del suo comitato sulle relazioni economiche internazionali[2]. Ebbe una lunga e profonda esperienza nei Paesi e territori africani sottoposti al controllo della Francia e fu presidente della società commerciale dei porti africani nell'Africa Occidentale Francese[2]. Fu anche presidente e direttore generale della Société commerciale d'affrètements et de combustibles, che aveva il monopolio dell'approvvigionamento di carbone e combustibili a tutti i porti francesi[1].

Come commissario europeo Lemaignen pose le basi per la politica comunitaria di cooperazione allo sviluppo e si trovò a gestire i rapporti tra la CEE e i Paesi e territori d'oltremare dei suoi stati membri nella fase cruciale della decolonizzazione africana.

Politicamente Lemaignen era vicino al centro-destra.

NoteModifica

  1. ^ a b (FR) Jean-Marie Palayret e Anaïs Legendre, Entretien avec Jacques Ferrandi, 28-29 maggio 2004[collegamento interrotto], Archivi storici dell'Unione europea.
  2. ^ a b (FR) Position of the CNPF on the association of the OCTs in the EEC CVCE

PubblicazioniModifica

  • R. Lemaignen, L'Europe au berceau: souvenirs d'un technocrate. Paris: Plon 1964.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN36826686 · ISNI (EN0000 0000 8115 0991 · LCCN (ENnr97035652 · GND (DE132290251 · BNF (FRcb126202620 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-nr97035652