Apri il menu principale

Roberto Guiducci

urbanista, sociologo e ingegnere italiano

Roberto Guiducci (1923Milano, 1998) è stato un urbanista, sociologo e ingegnere italiano.

Laureatosi in ingegneria civile, approfondisce l'interesse verso gli aspetti sociologici dell'urbanistica, che giungono al culmine con il saggio Ti uccido come un cane, magia nera in età nucleare. Altrettanto sviluppa interessi letterari e poetici, anche grazie alla vicininanza con la sociologia industriale di stampo olivettiano. Nel 1955 insieme a sua moglie Armanda Giambrocono, a Franco Fortini, Franco Momigliano e Alessandro Pizzorno, fonda la rivista Ragionamenti. Fu professore di sociologia alla Facoltà di letterature straniere dello Iulm di Milano, ateneo per il quale aveva progettato la nuova sede.[1]

LibriModifica

1976 - Socialismo e verità - Einaudi

1988 - Moneta per Caronte - Lanfranchi

1993 - Periferie: le voci dei cittadini - FrancoAngeli

1996 - Solitudine sociale - con Domenico De Maio - Omega

1997 - Il suicidio. Analisi e cura - con Domenico De Maio e F. Vaccaneo - Omega

NoteModifica

Controllo di autoritàSBN IT\ICCU\CFIV\007267