Apri il menu principale
Roberto Occhiuto
Roberto Occhiuto daticamera 2018.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVI, XVII (Dal 25/06/2014), XVIII
Gruppo
parlamentare
XVI:
- Unione di Centro

XVII - XVIII:
- Forza Italia

Circoscrizione Calabria
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Forza Italia (Dal 2013)
In precedenza:
FI (2000-2002)
UDC (2002-2013)
Titolo di studio Laurea in Scienze Economiche
Professione Dirigente d'Azienda; Giornalista Pubblicista

Roberto Occhiuto (Cosenza, 13 maggio 1969) è un politico italiano, deputato della Repubblica Italiana.

È fratello di Mario Occhiuto, Sindaco di Cosenza.

Indice

BiografiaModifica

Giornalista pubblicista, appena laureato in Economia diventa direttore generale del gruppo Media Tv, che raggruppa alcune emittenti televisive calabresi, creando un network moderno e dinamico.

Attività politicaModifica

Dal 1993 al 1997 è consigliere comunale di Cosenza. Nel 2000 aderisce a Forza Italia e viene eletto al Consiglio regionale della Calabria.

Nel 2002, dopo una polemica con i leader locali di Forza Italia culminata con una richiesta di espulsione dal partito[1], aderisce al Centro Cristiano Democratico (CCD) e successivamente all'UDC. Viene rieletto in Consiglio regionale per l'UDC nel 2005 e ne diventa vicepresidente.

Deputato dal 2008, due anni dopo si presenta con l'UDC alle elezioni provinciali di Cosenza, raccogliendo il 10,4% delle preferenze.

Rieletto con circa 16200 preferenze in consiglio regionale ne diventa vicepresidente nel 2005.

Elezione a deputatoModifica

Alle elezioni politiche del 2008 viene eletto alla Camera dei Deputati, nelle liste dell'Unione di Centro nella circoscrizione Calabria.

Alle Elezioni politiche italiane del 2013 è di nuovo candidato alla Camera dei Deputati, ma in seconda posizione dopo Lorenzo Cesa che, eletto in più Regioni, opta per la Calabria. Occhiuto resta così fuori dal Parlamento fino al giugno del 2014, quando Cesa diventa deputato europeo e lascia Montecitorio[2].

Il 13 dicembre 2013 abbandona l'Unione di Centro e aderisce a Forza Italia.[3]

Torna a Montecitorio il 25 maggio 2014, in seguito alle dimissioni di Lorenzo Cesa, eletto europarlamentare.[4]

Durante la XVII legislatura è eletto vicepresidente della Commissione Politiche europee e Vice Presidente del gruppo di Forza Italia.

Alle elezioni politiche del 2018 è rieletto deputato, nelle liste di Forza Italia nella circoscrizione Calabria.

Nella XVIII legislatura riveste il ruolo di Vice Presidente Vicario del gruppo di Forza Italia.

NoteModifica

  1. ^ Il ritorno di Occhiuto in Forza Italia, su corrieredellacalabria.it.
  2. ^ Cesa sceglie Bruxelles e Occhiuto va a Roma Il politico cosentino si insedia alla Camera - IlQuotidianodellaCalabria, su ilquotidianodellacalabria.it.
  3. ^ Si dei fratelli Occhiuto a Silvio Berlusconi. URL consultato il 16 agosto 2018.
  4. ^ Dopo le Europee, la giostra dei subentranti in Parlamento –..., in Votofinish – Elezioni in Italia e in Europa, 30 maggio 2014. URL consultato il 16 agosto 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica